Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie

FE | Lola e DS Penske hanno svolto il primo test con la Gen 3 EVO

Lola e DS hanno svolto il primo test con la nuova Gen 3 Evo, la vettura che debutterà il prossimo anno in Formula E. DS aveva già provato i vari pezzi in sessioni separate, ma questo è stato il primo test con la monoposto completa, mentre per Lola si tratta delle prime uscite in pista dopo i test al banco in vista dell'ingresso in FE nel 2025.

L'auto di Formula E della Lola

Sul calendario della Formula E mancano ancora due appuntamenti prima del termine del mondiale, ma dietro le quinte le scuderie stanno già lavorando in vista del prossimo anno, quando debutterà la Gen 3 Evo.

Infatti, a partire dalla prossima stagione debutterà la Gen 3 Evo, l’evoluzione dell’attuale Gen 3 in pista ormai da inizio 2023. La nuova monoposto scenderà in pista per i prossimi due campionati, ovvero nel 2025 e 2026, prima di lasciare spazio alla grande rivoluzione della Gen 4. Tuttavia, la Gen 3 Evo ha una sua grande importanza specifica, perché per la Formula E sarà un ponte verso il futuro, soprattutto per alcune novità tecniche già presenti sulla vettura del prossimo anno.

In media, si stima che la nuova monoposto possa essere quantomeno due secondi più rapida al giro rispetto alla generazione attuale. Essendoci numerose novità sul piano tecnico, come l’adozione della modalità a trazione integrale in determinate fasi del weekend, nuove gomme e la chance di omologare un nuovo Powertrain, per i team è fondamentale avere delle sessioni di test specifiche in cui provare le novità.

Jean-Eric Vergne, DS Penske, DS E-Tense FE23 EVO
Jean-Eric Vergne, DS Penske, DS E-Tense FE23 EVO

Molte squadre hanno iniziato i test già lo scorso marzo in ottica 2025, ma mai provando l’auto completa. Infatti, tendenzialmente i test sono stati svolti “a pezzi”, provando in alcune sessioni il nuovo Powertrain, in altre le gomme modificate che garantiranno tra il 5 e il 10% di grip in più, oppure altre unità aggiornate, ma mai mettendo insieme tutti i vari pezzi. La nuova aerodinamica, ad esempio, è stata svelata solo ad aprile in occasione dell’ePrix di Monaco e i team hanno dovuto comunque attendere che venissero prodotte e inviate le scorte dal parte del costruttore unico che si occupa della loro realizzazione.

DS Penske ha testato il nuovo kit con l’ultima versione dell’aerodinamica proprio in questi giorni con una sessione di test sul circuito di Maiorca, in Spagna. Dopo circa 200 giri completati, le informazioni vitali raccolte dagli ingegneri hanno fornito ulteriori conoscenze su questa nuova auto, dando modo al team di iniziare anche a paragonare i dati ricavati dalla pista con quelli del simulatore, aspetto fondamentale per capire se vi è la correlazione attesa.

A guidare la vettura nei test ci sono stati i due piloti ufficiali, Jean-Eric Vergne e Stoffel Vandoorne, dando agli ingegneri preziosi feedback su come iniziare a impostare il lavoro di setup: “La giornata di test con Jean-Eric e Stoffel è stata molto istruttiva. Il team ha lavorato con la GEN3 Evo e i nuovi pneumatici dall'inizio dell'anno, ma questa era la prima volta che avevamo anche il nuovo kit aerodinamico completo. Non vediamo l'ora di vedere questa nuova vettura in pista durante la Stagione 11. Con la sua trazione integrale e l'incredibile accelerazione, la competizione sarà ancora più avvincente!”, ha detto Eugenio Franzetti, direttore DS Performance.

L'auto di Formula E della Lola
L'auto di Formula E della Lola

Tuttavia, il marchio francese non è stata l’unica ad approfittare della lunga pausa tra il l’ePrix della Cina e quello di Portland per effettuare una sessione di test in vista della prossima stagione. Dopo un passaggio di proprietà e un lungo periodo di rinnovamento interno per ridare nuova linfa al progetto, Lola Cars aveva annunciato lo scorso marzo la propria intenzione di prendere parte al campionato di Formula E a partire dalla stagione 2024/5, ovvero con il debutto della Gen 3 Evo.

Per Lola l’ingresso nella massima serie elettrica rappresenta l’opportunità di approcciarsi nuovamente al mondo del motorsport ma con un impegno differente. In primo luogo, come nel caso di ERT, la FE dà la chance di lavorare su nuove tecnologie, software e strumenti che si possono poi rivendere sul mercato: al di là della promozione sui campi di gara, la serie offre il presto per sviluppare competenze utili nel mondo dell'automobile elettrica. A ciò si aggiunge la collaborazione con Yamaha, un costruttore globale che potrà garantire una mano soprattutto a livello software e di realizzazione del Powertrain.

Lola entrerà in Formula E con l’appoggio di ABT Motorsport e, in questi giorni, ha iniziato la fase di test in pista dopo aver svolto numerose prove al banco. Un'occasione importante per arrivare pronta per l'inizio del prossimo campionato in attesa dell'omologazione del Powertrain. Lo shakedown è avvenuto al Turweston Aerodrome in Inghilterra, completando i primi chilometri senza grandi complicazioni dal punto di vista dell'affidabilità. Ogni uscita rappresenterà un'opportunità per approfondire vari aspetti dell'unità, soprattutto a livello software, dove i team possono apportare grandi miglioramenti e dove, chiaramente, Lola può contare su diversi anni di esperienza in meno rispetto ai propri avversari. 

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Liberty Global diventa l'azionista di maggioranza della Formula E
Prossimo Articolo FE | Porsche: perso l'appello per la squalifica di da Costa a Misano

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia