Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Intervista
Formula 1 GP di São Paulo

F1 | Vasseur: “Sprint sacrificata, abbiamo puntato sulla gara”

La Ferrari ha concluso la sprint con un quinto e un ottavo posto, ma l'aspetto importante è che la squadra di Maranello ha deciso di sacrificare la qualifica e la corsa breve del sabato per conservare un set di soft nuovo da giocarsi domenica in gara. A pesare sul sabato del Cavallino ci sono però anche i problemi di gestione delle temperature lato Power Unit, che hanno influenzato negativamente la corsa di entrambi i piloti.

Frederic Vasseur, Team Principal and General Manager, Scuderia Ferrari

Il sabato della Ferrari si è concluso con un quinto e un ottavo posto, con sprint shootout e sprint race entrambe sacrificate per tentare di puntare a un miglior risultato domenica, nella gara più lunga del weekend. Alla vigilia delle qualifiche del sabato, infatti, sia Ferrari che Mercedes potevano disporre di un solo set di soft nuovo, al contrario di Max Verstappen e Lando Norris che avevano ancora ben due treni nuovi a disposizione.

Con un solo tentativo a disposizione in SQ3, gli ingegneri del Cavallino avevano scelto di scendere in pista con una soft usata, in modo da risparmiare quel treno in vista della corsa di domenica, dove la speranza è quella di poter raccogliere qualche punto in più per la lotta al secondo posto nel mondiale costruttori. Ciò ha chiaramente compromesso la posizione sulla griglia di partenza per la sprint, non solo perché le ha portate alle spalle di entrambe le vetture della Stella, ma anche perché ha inserito le due SF-23 nel mix con le AlphaTauri.

Al di là della scelta di sacrificare la sprint per una miglior gara domenica dal punto di vista strategico, la Rossa ha comunque sofferto durante la gara breve, soprattutto dal punto di vista della gestione del degrado e delle temperature motore, tanto che a entrambi i piloti è stato chiesto più volte di mettere in pratica tecniche di lift and coast per salvaguardare la Power Unit. Un problema già sperimentato in Messico, complice l’altitudine a cui si trova il tracciato, ma chiaramente questo aspetto ha penalizzato in maniera significativa la corsa dei suoi due portacolori. Secondo Fred Vasseur, infatti, questa necessità di dover costantemente alzare il piede per salvaguardare il motore è costata almeno il quarto posto su George Russell.

Oscar Piastri, McLaren MCL60, Charles Leclerc, Ferrari SF-23, Carlos Sainz, Ferrari SF-23, Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT04, Daniel Ricciardo, AlphaTauri AT04

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

Oscar Piastri, McLaren MCL60, Charles Leclerc, Ferrari SF-23, Carlos Sainz, Ferrari SF-23, Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT04, Daniel Ricciardo, AlphaTauri AT04

“Parliamone domani pomeriggio. Senza dubbio ci siamo concentrati più sulla gara lunga e per domani avremo due set nuovi di medie e un treno di soft nuovo, spero sia un vantaggio. Noi stiamo cercando di fare del nostro meglio e lo abbiamo fatto oggi con la soft usata. Abbiamo portato a casa qualche punto e abbiamo fatto una buona gara secondo me. È un po’ un peccato che abbiamo dovuto gestire perché si stava surriscaldando un po’ il motore e questo ci è costato una o due posizioni. Ma nel complesso credo sia stata una buona gara”, ha spiegato il Team Principal della Ferrari ai microfoni di Sky Sport F1.

“Dobbiamo concentrarci sui noi stessi. La differenza è che AlphaTauri, ad esempio, aveva un set di soft nuove oggi e noi avremo la stessa situazione in gara. Direi che oggi la nostra gestione gomma rispetto a Mercedes è stata buona, domani dovremo fare più o meno lo stesso stint e probabilmente avremo meno degrado delle gomme rispetto a Mercedes. Vedremo domani però, sarà un’altra storia”.

Domani Charles Leclerc prenderà il via dalla prima fila, accanto a Max Verstappen. Potenzialmente ciò potrebbe aiutare a girare con maggior costanza in aria libera, il che dovrebbe influenzare positivamente sia il degrado degli pneumatici che le temperature delle Power Unit, soprattutto tenendo a mente che gli avversari su cui intende fare gara la Rossa si trovano dalla terza fila in giù. “La partenza sarà come sempre cruciale, perché è più semplice girare a pista libera piuttosto che doverlo fare in mezzo al gruppo. Quando spingi e devi lottare, danneggi le gomme posteriori in trazione. È più semplice fare una buona gara in aria libera”, ha aggiunto Vasseur.

Charles Leclerc, Ferrari SF-23

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

Charles Leclerc, Ferrari SF-23

Infine, il Team Principal della Rossa ha espresso anche il proprio punto di vista sulla sprint race, dato che la tappa brasiliana ha rappresentato l’ultimo appuntamento della stagione con questo particolare format. Da una parte Vasseur ha cercato di sottolineare come la scelta di introdurre la sprint sia nata soprattutto per dare un qualcosa in più ai tifosi, ma dall’altra è anche chiaro che impatta in maniera significativa sul weekend delle squadre, specie in quelle occasioni in cui la hard non si rivela gomma da gara, costringendo le scuderie a centellinare i set data anche la doppia qualifica in due giorni.

“Innanzitutto credo che per i fan sia qualcosa di positivo, perché ogni sessione si può andare a punti, quindi credo sia meglio per i fan. Per i team dalla nostra prospettiva è un pochino diverso, perché dipende dalle mescole, dalle gomme che possiamo usare. Questo weekend, ad esempio, la hard non è una gomma da gara e questo significa che dobbiamo gestire al meglio soft e medie. Ciò ha comportato alcune scelte particolari, ma è lo stesso per tutti. Noi abbiamo puntato tutto sulla gara di domani, è stata una scelta difficile e spero che ci porti punti domani”.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Norris è l'unico che resta nell'orbita di Verstappen
Prossimo Articolo Fotogallery F1 | La scoppiettante Sprint di Interlagos

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia