Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Ultime notizie
Formula 1 GP del Canada

F1 | GP Canada: il promotore ha violato le misure di sicurezza

L'organizzatore del Gran Premio del Canada è stato ammonito dalla FIA per non aver impedito un'invasione di pista prima della fine della gara di domenica. Ora i promoter dovranno presentare alla Federazione entro il prossimo 30 settembre un piano formale per evitare che questa situazione si possa ripetere in futuro.

I tifosi invadono la pista dopo la gara

Non è la prima volta che gli organizzatori di un Gran Premio vengono richiamati dai commissari per una errata gestione degli eventi durante e dopo la gara. Così è stato anche in Canada, dove i promotori del Gran Premio sono finiti sotto la lente d'ingrandimento dei 5 delegati FIA a causa della violazione dei protocolli di sicurezza FIA e delle misure di sicurezza imposte dalla Federazione stessa.

Al termine della corsa, durante il giro di rientro ai box delle monoposto, un numero significativo di spettatori è entrato in pista prima che tutte le auto fossero tornate al parco chiuso, di fatto invadendo il tracciato con le vettura ancora in movimento. Un problema di sicurezza sia per gli spettatori che per i piloti, che potrebbero ritrovarsi qualche tifoso lungo con il rischio che si possa verificare un incidente.

Non essendo la prima volta che si verifica un incidente simile al Circuit Gilles Villeneuve di Montreal, la FIA ha deciso di mettere un freno alla questione convocando formalmente gli organizzatori canadesi, l'Octane Racing Group, in modo da discutere direttamente del problema.

Fans in rain macs

Fans in rain macs

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Dopo aver indagato sull'incidente, i commissari sportivi hanno ritenuto che il promotore locale abbia violato l'articolo 12.2.1.h del Codice Sportivo Internazionale, rilevando una "mancata adozione di misure ragionevoli, con conseguente situazione di non sicurezza".

Inoltre, i commissari hanno sottolineato che, sulla base delle prove video, "le misure di sicurezza e/o gli agenti di sicurezza e/o le attrezzature che avrebbero dovuto essere presenti per l'evento non sono state applicate o non sono stati sufficienti, causando un ambiente non sicuro per gli spettatori e i piloti".

Nonostante l'assegnazione di maggiori risorse per la gestione dell’evento, i promoter del Gran Premio hanno ammesso che le misure di sicurezza non erano abbastanza solide da impedire un'invasione della pista. I commissari hanno deciso che gli organizzatori dell’appuntamento canadese dovranno presentare alla FIA, entro il prossimo 30 settembre, un piano formale che stabilisca come evitare che la situazione si ripeta in futuro.

I tifosi a fine gara

I tifosi a fine gara

Foto di: Lionel Ng / Motorsport Images

I commissari hanno inoltre esortato la FIA a esaminare la questione, in quanto si tratta di un problema di sicurezza già discusso in passato, sottolineando come una recidiva potrebbe essere punita anche con una significativa sanzione finanziaria. Le invasioni di pista non sono rare: anche i promotori del Gran Premio d'Australia avevano dovuto fare i conti con i commissari per quanto accaduto durante l’edizione del 2023, quando gli spettatori lasciarono le tribune andando sul tracciato mentre la auto dovevano ancora rientrare ai box.

Inoltre, alcuni fan furono in grado anche di raggiungere la vettura di Nico Hulkenberg rimasta ferma a bordo pista che, tra l’altro, aveva avuto un problema tecnico all’MGU-K, rendendo poco sicura la monoposto.

In risposta all’accaduto, per il 2024 è stato deciso di non permettere ai tifosi di scendere in pista dopo la conclusione della corsa, segnando la fine temporanea di una tradizione di lunga data di Melbourne. Una situazione simile si è verificata anche al Gran Premio del Brasile del 2023, dove i fan sono entrati in pista alla curva 1 mentre le auto stavano ancora passando sotto la bandiera a scacchi.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Perez punito: perderà tre posizioni in griglia in Spagna
Prossimo Articolo F1 | Ferrari non pervenuta: dimenticare subito il bagno canadese

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia