Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Intervista
Formula 1 GP d'Italia

F1 | Alonso: "Motivante provare a prendere chi è indistruttibile"

Lo spagnolo riconosce la superiorità totale del binomio Verstappen-Red Bull, ma con una Aston Martin ritrovata dopo un periodo difficile punta a giocarsela ancora per il podio, anche se a Monza vede Williams e Ferrari favorite.

Fernando Alonso, Aston Martin F1 Team, 2a posizione, sul podio

Che Fernando Alonso sia un combattente totale non c'è ombra di dubbio e anche la settimana scorsa a Zandvoort lo ha dimostrato ampiamente centrando un grandissimo secondo posto.

L'altra certezza nella F1 di oggi è la supremazia a tutto tondo di Max Verstappen e della Red Bull, che continuano a non sbagliare un solo colpo in ogni situazione, come sottolinea lo spagnolo.

Nel GP d'Italia a Monza il portacolori di Aston Martin spera di potersela giocare nuovamente coi migliori, consapevole che la sfida per raggiungere l'agognato podio si complicherà non poco per via delle caratteristiche del tracciato brianzolo, che favoriscono anche altre monoposto.

Fernando Alonso, Aston Martin AMR23

Fernando Alonso, Aston Martin AMR23

Photo by: Erik Junius

"Stiamo lottando contro un Max e una Red Bull eccezionali, imprendibili. A volte siamo vicini e abbiamo solo bisogno di qualcosa in più in termini di prestazioni, fortuna, pit-stop al momento giusto o altro; dopo Zandvoort ho pensato positivo, ci sono alcuni weekend che siamo stati più vicini ai primi e in Olanda eravamo lì", ha spiegato Alonso nella conferenza stampa del giovedì, analizzando il weekend che lo attende.

Si è sentita la tua euforia anche nei messaggi in radio...
"Ogni volta penso a parlare con il mio ingegnere e continuo a dimenticare che tutti nel mondo mi sentono; vorrei che questi pensieri fossero privati, ma questa era la mia sensazione e nelle gare rimanenti spero che potremo essere in quella posizione per lottare di nuovo e avere la possibilità di essere fianco a fianco con Max; a quel punto forse potremo prendere qualche rischio in più".

Quanto sei fiducioso di chiudere secondo in campionato, considerando il distacco dai rivali?
"È difficile, vedremo gara per gara, ma credo che 33 punti su Pérez siano un bel distacco, soprattutto perché loro iniziano ogni weekend puntando al primo e al secondo posto. Quindi non è che stiano calando le prestazioni, che ci stiamo avvicinando o che pensino che ci siano fattori che possono metterti in condizione di lottare. Il nostro obiettivo è più che altro il Costruttori e fare punti con entrambe le vetture, sperando di tenere dietro la Ferrari perché credo che stia diventando sempre più forte. E poi nel campionato piloti, ad essere onesti, ci concentreremo un po' di più su Lewis che su Checo".

Max Verstappen, Red Bull Racing, Fernando Alonso, Aston Martin

Max Verstappen, Red Bull Racing, Fernando Alonso, Aston Martin

Photo by: Red Bull Content Pool

Hai detto che la Red Bull è indistruttibile; e Max?
"La stessa cosa. Penso che Red Bull che Max siano tutt'uno quest'anno, eccezionali in tutto ciò che fanno. Penso che sia la macchina più veloce e sfrutta le gomme meglio degli altri. Fanno le migliori partenze, i migliori pit-stop e sono al top in qualsiasi cosa, come velocità massima, prestazioni a bassa velocità, il miglior delta DRS, quindi non c'è un singolo aspetto di questa vettura che possa essere eguagliato al momento per chiunque. E con Max è un po' la stessa cosa: è il migliore in qualifica, in gara, nelle battaglie e nei pit-stop. Nelle soste è vero che 2" è il record, che Red Bull fa i pit-stop più veloci con un ottimo lavoro dei meccanici, ma anche il pilota deve fare la sua parte e non sbagliare mai la posizione della vettura e cose del genere. E lui non sta sbagliando nulla. Hanno battuto tutti i record di vittorie, vedremo cosa possono fare gli altri e cosa noi per arrivare a quel livello".

E' frustrante?
"No, è motivante e penso che in alcuni fine settimana siamo a quel livello come prestazioni, cito Zandvoort, Monaco e Canada. Credo che la squadra stia tirando fuori il 100% dalla macchina, con una strategia perfetta, buoni pit-stop e partenze, e anche io mi sento in sintonia con essa. Quindi ho quella percentuale in più, solo che Max lo sta facendo più spesso, ogni fine settimana, e questo è ciò cui dobbiamo arrivare in futuro".

Perché a Spa e in Austria avete faticato?
"Non lo so, a volte inizi il weekend e senti che la macchina non risponde ai tuoi input, non sei a tuo agio in ingresso curva o senti qualcosa che non va. Poi inizi a cambiare alcune cose sull'assetto e ti ritrovi a migliorare l'asse e a peggiorare l'altro asse. Siamo su una linea sottile, ma non si è mai contenti. È successo troppo spesso, soprattutto a luglio, e potrebbe dipendere dalle prestazioni della vettura, dal pacchetto che stavamo utilizzando in quel momento. Ci sono stati un paio di pensieri diversi sulle nostre difficoltà in quel mese. Ma non c'è una spiegazione chiara".

Fernando Alonso, Aston Martin F1 Team

Fernando Alonso, Aston Martin F1 Team

Photo by: Erik Junius

Lewis ha rinnovato, ti ha sorpreso che non si fermi?
"Credo che questo dimostri il suo impegno e amore per le corse senza prendersi pause. E' un bene averlo ancora per due anni, penso che sia uno dei più grandi di questo sport e finché sarà ancora in F1 credo sia un vantaggio in generale, per tutti. Quindi spero che rimanga anche più di due anni".

Nel 2006 a Monza ti fu vietato il famoso Mass Damper; che ricordi hai?
"Fu un dispositivo che utilizzammo per tutta la stagione, ma ad un certo punto sentimmo la pressione politica sulla posizione dominante che avevamo, come spesso accade in F1. Ricordo che fu una sorpresa, ma non cambiò molto nella macchina. Vincemmo il campionato anche se qualcuno non voleva".

La Williams ha una grande velocità massima, pensi che Albon possa andare a podio qui?
"Saranno veloci e penso che un paio di squadre si faranno notare. Una è la Williams, con la velocità massima che ha dimostrato durante la stagione, e l'altra sarà la Ferrari, perché come in Canada, questi lunghi rettilinei inframezzati da curve brevi, chicane e cose del genere, sono molto veloci. Rappresentano la sfida più grande per noi in termini di competitività e lotteranno per il podio tra di loro".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Sainz: "Non sacrifichiamo Monza per fare esperimenti"
Prossimo Articolo F1 | Red Bull: tagliato il flap mobile per ridurre la resistenza

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia