Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie

MotoGP | Uccio: "Salutare Bezzecchi è dolceamaro per la VR46"

Dal prossimo anno Marco Bezzecchi sarà un pilota ufficiale Aprilia e lascerà la VR46 dopo cinque stagioni insieme. Un distacco che non sarà semplice sul piano emotivo. Così come non lo è per il team director Alessio Salucci, che però sottolinea che la firma del riminese per un costruttore deve essere motivo d'orgoglio per la squadra.

Marco Bezzecchi, VR46 Racing Team

Marco Bezzecchi, VR46 Racing Team, Fabio Di Giannantonio, VR46 Racing Team, Uccio Salucci, VR46 Racing Team, Pablo Nieto, VR46 Racing Team

Foto di: Media VR46

Ieri è stata la giornata del benvenuto in Aprilia per Marco Bezzecchi, che ha firmato un contratto pluriennale con la Casa di Noale per diventare suo pilota ufficiale a partire dal 2025. Anche se ci sono ancora due terzi di campionato da completare insieme, oggi è stata invece quella del saluto con la Pertamina Enduro VR46, quella che ormai è la sua squadra del cuore.

Il riminese era un pilota della VR46 Riders Academy fin dai tempi della Moto3, ma la squadra di Tavullia lo ha accolto nel momento più difficile della sua carriera, dopo una prima annata in Moto2 molto complicata, e ora stanno vivendo la quinta stagione di un'avventura che li ha portati a cogliere insieme la prima vittoria in MotoGP nel GP d'Argentina dello scorso anno.

Questo ha creato un legame talmente forte che un anno fa aveva portato Bez a dire no ad una Ducati GP24 pur di non dover cambiare squadra e poter rimanere con i suoi ragazzi. Quello di un team ufficiale però era un treno che non poteva lasciarsi scappare, anche se pure il diretto interessato parla con una certa emozione della separazione che si concretizzerà dopo il GP di Valencia.

"Questa squadra rappresenta davvero tanto per me, in tutti i sensi, sia dentro che fuori la pista. Da Vale, a Uccio, a Pablo, a tutte le persone che lavorano nel Team. Dai tecnici, meccanici, i ragazzi in ufficio, il gruppo dell’Hospitality, tutti insomma. Sono arrivato qui dopo un periodo non facile, si ero già nell’Academy (VR46 Riders Academy ndr), ma nonostante tutto, mi hanno accolto in un modo incredibile e abbiamo creato un connubio vincente da subito", ha detto Bezzecchi in un comunicato diffuso oggi dalla VR46.

"Sono tornato ad andare forte in moto, a sentirmi a casa, a divertirmi e questa sensazione, tra alti e bassi, non l’ho mai persa. Sono arrivate tante soddisfazioni, dal primo podio in Moto2 a Jerez subito dopo il Covid fino ad oggi, passando per la prima vittoria in Moto2, il podio nel Mondiale nel 2021 e la promozione in MotoGP. E poi Assen nel 2022 e tanti altri momenti speciali come il terzo posto in Campionato. La frazione di secondo in cui ho tagliato il traguardo al GP d’Argentina nel 2023 non la dimenticheremo mai, si parlo al plurale, perché è stata la prima vittoria per me nella classe regina, ma anche il primo sigillo nella Top class per credo il 90% delle persone che lavorano da tanti anni a questo progetto", ha aggiunto.

"Questo mi legherà per sempre a questa squadra e ne sono molto orgoglioso. Sarà un ricordo indelebile comunque andranno le cose in futuro. Come tutte le belle storie anche questa avrà un finale, spero bellissimo, spero con tanti bei traguardi ancora da qui al GP di Valencia, so che nessuno di noi mollerà e daremo il massimo fino alla bandiera a scacchi, insieme", ha concluso.

Marco Bezzecchi, VR46 Racing Team, Fabio Di Giannantonio, VR46 Racing Team, Uccio Salucci, VR46 Racing Team, Pablo Nieto, VR46 Racing Team

Marco Bezzecchi, VR46 Racing Team, Fabio Di Giannantonio, VR46 Racing Team, Uccio Salucci, VR46 Racing Team, Pablo Nieto, VR46 Racing Team

Foto di: Media VR46

Lo stesso discosto vale per Alessio Salucci, noto a tutto il mondo come "Uccio", che da qualche anno a questa parte veste i panni del Team Director, oltre ad avere un ruolo attivo anche nell'Academy di Tavullia. Per lui, infatti, le sensazioni sono contrastanti: da una parte c'è il dispiacere di perdere un ragazzo che ormai è molto di più che un semplice pilota all'interno del team. Dall'altra però anche l'orgoglio per averlo portato a completare quel percorso di crescita che lo renderà un pilota ufficiale.

"Questo è un momento dolceamaro per la nostra squadra. Da un lato non possiamo che essere felici di aver avuto un ruolo importante nel salto di un giovane pilota della VR46 Riders Academy in una struttura ufficiale, dall’altro, dopo cinque stagioni, il nostro rapporto con Marco è davvero speciale, familiare, abbiamo vissuto tanti bei momenti insieme e molti dei successi della nostra storia sono legati al suo nome", ha detto Uccio.

"Con lui abbiamo raggiunto uno degli obiettivi per cui nasce questo Team: portare giovani talenti dalle classi inferiori alla MotoGP, coltivarli, arrivare al successo e supportarli fino a raggiungere una struttura ufficiale. Marco ci ha regalato due bellissime stagioni in Moto2, ma soprattutto è stato il primo pilota del Team a salire sul podio, a vincere una gara nella Top class e a centrare il terzo posto nella classifica generale al suo secondo anno in MotoGP", ha proseguito.

"Come squadra questo è per noi un orgoglio e una motivazione in più a continuare in questa direzione, a creare un modello da ripetere, a puntare sempre in alto e a consolidarci come struttura di riferimento nel Campionato. Di Marco, oltre i grandi risultati, ci rimarranno i tanti momenti condivisi fuori e dentro la pista. Come Pertamina Enduro VR46 Racing Team non possiamo fare altro che sperare per lui in un futuro ricco di successi e soddisfazioni. Fino a Valencia continueremo a lavorare senza lasciare nulla al caso per raggiungere ambiziosi traguardi insieme", ha terminato.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Bagnaia pilota da domenica? Ecco cosa dicono i numeri
Prossimo Articolo MotoGP | Valera: "Ducati può dimostrare con Martin che i suoi valori rimangono intatti"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia