Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
Le Mans 24h di Le Mans

Le Mans | Kobayashi, sorpasso e gestaccio: "Il momento più bello"

Bel siparietto tra il giapponese e Fuoco, con il pilota Toyota che ha raccontato di aver mostrato il dito medio al rivale della Ferrari mentre lo superava a 320km/h alla staccata di 'Indianapolis' durante la notte. L'episodio ha scatenato risate e applausi con abbraccio tra i due.

Kamui Kobayashi si congratula con Antonio Fuoco

Curioso siparietto tra Kamui Kobayashi ed Antonio Fuoco durante la conferenza stampa al termine della 24h di Le Mans.

Terminata la cerimonia del podio con incoronazione dell'equipaggio Ferrari #50 capitanato dal calabrese assieme a Miguel Molina e Nicklas Nielsen, i piloti si sono riuniti nella saletta al terzo piano sopra i box del Circuit de la Sarthe per le interviste post-gara.

In mezzo si sono ovviamente seduti gli alfieri di Maranello, alla cui destra hanno avuto i rivali della Toyota, con il pilota-team principal giapponese affiancato da José Maria Lopez e Nyck De Vries.

Passata la parola a questi ultimi, dopo l'intervento di 'Pechito' è toccato a Kobayashi commentare una 24h conclusa al secondo posto e qui, tra lo stupore di tutti, è emerso un curioso retroscena che il nipponico ha raccontato senza filtri.

#7 Toyota Gazoo Racing Toyota GR010 - Hybrid: Jose Maria Lopez, Kamui Kobayashi, Nyck De Vries

#7 Toyota Gazoo Racing Toyota GR010 - Hybrid: Jose Maria Lopez, Kamui Kobayashi, Nyck De Vries

Foto di: Alexander Trienitz

"Ho sorpassato Antonio alla staccata di 'Indianapolis' nel cuore della notte a 320 km/h e gli ho fatto così dal finestrino", dice il conduttore della GR010 Hybrid #7 mostrando un eloquente dito medio.

"Lui mi ha visto, ci siamo guardati a vicenda negli occhi e gli ho mostrato il gesto perché avevo notato che aveva girato la testa verso di me. Ho capito che mi aveva visto perché ha fatto 'Sì!' con il capo!"

"Dopo la gara mi è venuto a chiedere chi si trovava al volante in quel momento e gli ho detto che c'ero io! Per me un sorpasso a quella velocità, a notte fonda e in quel punto è stato il miglior momento di tutta la gara!"

Inutile dire che il racconto ha scatenato applausi a scena aperta e risate a non finire, con Kobayashi e Fuoco che si sono scambiati sorrisi e pacche sulle spalle... perché il fascino di Le Mans è anche questo!

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Ferrari, Cannizzo: "Le Mans ci insegna come migliorare la 499P"
Prossimo Articolo Le Mans | Ferrari #83: un problema di assemblaggio dietro al blackout

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia