Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Intervista
Le Mans 24h di Le Mans

Le Mans | Coletta: "Gomma fredda? Non per tutti, va controllato"

Il Capo di Ferrari Endurance e Corse Clienti si augura che per la 24h ci siano controlli rigidi sul divieto di pre-riscaldare le gomme, che sono un problema serio nel giro di uscita per ogni pilota e rischiano di essere ago della bilancia in una gara tiratissima.

Antonello Coletta, Global Head of Endurance e Corse Clienti

Manca pochissimo al ritorno in pista delle vetture che prenderanno parte alla 24h di Le Mans, e già nella giornata di oggi avremo da seguire con attenzione due Prove Libere e le Qualifiche che determineranno i migliori 8 meritevoli di dare l'assalto alla Hyperpole di domani.

Mentre i preparativi fervono sul Circuit de la Sarthe, nel paddock sempre più affollato si comincia anche a pensare al giorno della gara e a tutti i temi che ne conseguono.

Dopo il successo del 2023, i fari sono puntati ovviamente sulla Ferrari che cerca di trascorrere nel modo più sereno possibile questa avventura, concentrandosi su una 499P che nelle prime uscite ha dimostrato di essere competitiva in ogni situazione.

Ma una 24h è ovviamente lunghissima e tanto può accadere, come spiega Antonello Coletta (capo dell'endurance e corse clienti del Cavallino Rampante), nell'incontro avuto coi giornalisti presenti in Francia, tra cui Motorsport.com, snocciolando anche un tema molto particolare che potrebbe diventare l'ago della bilancia.

#50 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen, #51 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Alessandro Pier Guidi, James Calado, Antonio Giovinazzi, #83 AF Corse Ferrari 499P: Robert Kubica, Robert Shwartzman, Yifei Ye

#50 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen, #51 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Alessandro Pier Guidi, James Calado, Antonio Giovinazzi, #83 AF Corse Ferrari 499P: Robert Kubica, Robert Shwartzman, Yifei Ye

Foto di: Alexander Trienitz

A Imola e Spa i risultati non hanno rispecchiato le reali prestazioni della 499P, per la 24h che sensazioni avete?
"Certamente se andiamo a vedere la nostra posizione di campionato in relazione alla competitività di Imola e Spa, non possiamo essere contenti. Siamo invece felici delle prestazioni della vettura e di come abbiamo dimostrato di saperci difendere o poter attaccare a seconda delle situazioni. Abbiamo vissuto situazioni diverse, a Spa eravamo al 1°, 2° e 4° posto prima dell'interruzione e penso che avremmo potuto sicuramente occupare due posizioni sul podio, se non il gradino più alto. A Imola eravamo nei primi tre in Qualifica, poi in gara stava andando tutto bene fino alla pioggia; abbiamo analizzato tutto, sappiamo cosa è accaduto e dove c'è stata una incomprensione all'interno della squadra".

C'è rammarico?
"L'abbiamo pagata cara, ma fa parte del gioco ed è giusto così se sbagli. Su Spa nulla da rimproverarci, dopo la ripartenza siamo finiti indietro, ma dimostrando che potevamo meritare un ottimo risultato che purtroppo non è arrivato perché tutto compromesso da altri fattori".

Quindi per il momento vi sentite a posto?
"Siamo gli unici Costruttori che non hanno mai speso gettoni per evoluzioni, credo sia giusto sottolineare la bontà del progetto della vettura e di tutta la squadra, che continua ad essere giovane perché ha debuttato solo l'anno scorso e ancora cresce ad ogni gara. Stiamo capendo sempre più la 499P e fino ad ora non è stato ritenuto opportuno apportare sviluppi perché prima vogliamo conoscere al 100% quello che abbiamo prima di modificare qualcosa".

#50 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen, #51 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Alessandro Pier Guidi, James Calado, Antonio Giovinazzi, team photo

#50 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen, #51 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Alessandro Pier Guidi, James Calado, Antonio Giovinazzi, team photo

Foto di: Alexander Trienitz

La terza 499P aiuta in questo...
"Sì, abbiamo dimostrato di essere capaci di esprimerci al meglio e lottare per il vertice. Il campionato è ancora lungo, c'è la possibilità di riprenderci e fare bene, poi è evidente che dobbiamo essere messi nelle condizioni di poterlo fare".

Per ora a Le Mans non è piovuto, ma per la gara le cose potrebbero cambiare; sei preoccupato?
"Le previsioni continuano a cambiare ogni giorno. Pare che non pioverà molto, forse un po' alla partenza o alla domenica mattina. La cosa fondamentale sarà gestire bene le situazioni, su un tracciato lungo come Le Mans dove il rischio è di avere meteo diversi in punti diversi. Dovremo essere freddi e analizzare bene situazioni e meteo, come accaduto nel 2023. Durante la notte riuscimmo a guadagnare oltre 45" in un frangente simile, vantaggio che è poi tornato utile quando si è verificato il problema al pit-stop della #51. Sarei soddisfatto se riuscissimo a ripeterci allo stesso modo, quando ci sarà da capire se prendersi dei rischi o meno montando un certo tipo di gomme".

Pensate di aggiornare la 499P?
"Per quanto riguarda lo sviluppo della vettura, stiamo finendo di capire il pacchetto che abbiamo. Sono state individuate aree di miglioramento, l'obiettivo è finalizzare l'evoluzione e poi capire quando renderlo operativa, se nella seconda metà di stagione oppure l'anno prossimo. La scelta definitiva non è ancora stata presa, vedremo come andrà Le Mans e poi valuteremo".

#50 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen

#50 Ferrari AF Corse Ferrari 499P: Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen

Foto di: Alexander Trienitz

Quest'anno non ci saranno gli 'scaldoni' per le gomme, cosa ne pensi?
"La questione pneumatici sarà davvero molto importante e va tenuta in grande considerazione sia dal punto di vista delle prestazioni e della competitività, sia per quanto riguarda la sicurezza. Su quest'ultimo tema, sinceramente, siamo tutti preoccupati perché se le temperature scenderanno, specialmente di notte, si correranno grandi rischi, cosa che francamente non vedo a chi possa giovare".

Vedi qualcuno avvantaggiato da questa situazione?
"Sarà importantissimo che le autorità sportive controllino le temperature delle gomme al momento che verranno montate sulle auto. Nelle gare passate abbiamo già visto che qualcuno è stato molto bravo ad avere gomme più calde e su una pista come questa, dove perdiamo oltre 15" quando entriamo a gomma fredda, sarebbe inaccettabile non avere un controllo. Dobbiamo anche qui avere la certezza del rispetto delle regole perché siamo convinti che vadano rispettate, se create".

"Avere una regola e non controllarla non avrebbe molto senso, soprattutto se determina prestazione e differenza di tempi importantissima. Perdere 15" in un giro è praticamente impossibile poi recuperarli in uno stint, e non vorrei che la 24h di Le Mans venisse decisa dal riscaldamento delle gomme durante la notte o in altre situazioni difficili".

Prevedi un risultato discutibile?
"Penso sia il tema di questa 24h, andrà gestito con molta attenzione, serietà, severità e specialmente attenzione. Sarebbe un peccato avere un risultato definito in base alle temperature delle gomme già nel primo giro in uscita dai box. Speriamo anche che tutti i piloti riescano a gestire questa situazione, fino a metà del secondo girò sarà tutto molto complesso e pericoloso, pensando anche al numero delle auto in pista e ai gentlemen".

#50 Ferrari AF Corse Ferrari 499P di Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen

#50 Ferrari AF Corse Ferrari 499P di Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen

Foto di: Nikolaz Godet

Hai avuto rassicurazioni dall'organizzazione su questi controlli?
"Al momento no, ma lo do per scontato. Voglio pensare che questo succeda e sono sicuro che le autorità sportive si stiano organizzando per controllare che la temperatura sia quella ambientale. Certamente avremo un margine di tolleranza, ma che si rimanga nel rispetto delle regole. Ne abbiamo parlato e abbiamo fatto notare il tema".

Pensi che si possa tornare agli 'scaldoni' anche in corso d'opera?
"Credo che ormai sia tardi, ci sarebbero da riattrezzare e riorganizzare tutti i retro-box, per cui sarebbe molto complicato. Non credo che ci sia la voglia di discutere questa regola, tutti gli sforzi dovranno essere focalizzati nel resistere nei primi km in uscita dai box a gomma fredda, mentre da parte delle autorità sportive al rispetto delle regole, gestendo il presente nella maniera più professionale possibile".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Le Mans | Buemi: "Essere al quarto anno in LMH non è un vantaggio"
Prossimo Articolo Le Mans | Marciello: "Pensavo di andar più forte, ma BMW cresce"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia