Shanghai, Libere 2: Bottas davanti a Vettel, Leclerc fermo per una perdita d'acqua

condivisioni
commenti
Shanghai, Libere 2: Bottas davanti a Vettel, Leclerc fermo per una perdita d'acqua
Di:
12 apr 2019, 08:33

La Mercedes detta il passo con il finlandese nella seconda sessione di prove libere, ma la Ferrari di Vettel è a un soffio. Positiva la prestazione di Verstappen terzo con la Red Bull, mentre Hamilton è staccato. Leclerc non ha fatto la simulazione di gara per una perdita d'acqua dalla power unit.

La Ferrari è andata all'attacco nella prima sessione di prove libere e puntuale è arrivata la reazione della Mercedes nel secondo turno nel venerdì del GP di Cina. Ma a emergere non è stato Lewis Hamilton, quanto il compagno di squadra e leader del mondiale piloti, Valtteri Bottas che ha ottenuto il miglior tempo in 1'33"330 con la gomma soft nel tentativo da qualifica.

Il finlandese è parso molto determinato nel saper sfruttare la W10 anche su una pista che non era molto gommata, tanto che Lewis Hamilton non ha saputo evitare un innocuo testacoda che lo ha costretto a rinunciare al giro secco da qualifica con la gomma nuova. Pertanto non deve sorprendere vedere il penta campione solo al quarto posto con un distacco anomalo di sette decimi da Valtteri.

Leggi anche:

Nel terzo appuntamento del mondiale si ha la sensazione di una sostanziale parità fra Mercedes e Ferrari: Sebastian Vettel, infatti, è staccato di appena 21 millesimi dalla freccia d'argento, rivelando un potenziale tecnico elevato se si tiene conto che la Rossa non ha portato aggiornamenti in Cina, mentre gli avversari hanno già messo le mani sulle loro monoposto.

Il tedesco sembra essersi messo alle spalle l'errore del Bahrain, anche se non sembra ancora il "cecchino" che conoscevano in Red Bull: nel giro di rientro a fine sessione, per esempio, Sebastian non è andato alla verifica tecnica della FIA, saltando la postazione dei commissari, salvo poi farsi spingere indietro dai commissari per non prendere una penalità.

 

La Ferrari è veloce, ma si conferma non affidabile. A pagarne le conseguenze è di nuovo Charles Leclerc. Il menegasco ha concluso il turno con il settimo tempo a otto decimi dal compagno di squadra: si tratta di una prestazione conseguita con le gomme Medie gialle perché il tentativo con le Soft l'ha dovuto abortire per il sopraggiungere del problema alla power unit.

Charles è dovuto rientrare ai box per una perdita d'acqua dall'impianto di raffreddamento e non ha potuto effettuare la prevista simulazione di gara con le gomme medie. Sarà da vedere se il 6 cilindri ha preso una scaldata e dovrà essere sostituito o se, invece, potrà superare un secondo salvataggio dopo quello dell'iniettore ko in Bahrain.

E' interessante notare che nella lotta per il vertice si è inserita anche la Red Bull con Max Verstappen: l'olandese con 1'33"551 è arrivato a 221 millesimi dalla testa con una monoposto che bveneficia degli aggiornamenti che sono il frutto del lungo lavoro svolto nei test in Bahrain.

La sensazione è in Red Bull abbiano spinto il motore Honda più di quanto abbiano fatto Mercedes e Ferrari che girano sensibilmente più "sgonfi". Se non altro Adrian Newey ha avuto la conferma di aver imboccato la strada giusta nello sviluppo della RB15. E tanto basta, visto che Pierre Gasly, decimo, continua a deludere con un distacco di un secondo da Max. Troppo per un tipo esigente come Helmut Marko...

Non deve sorprendere, quindi, di trovare al quinto posto la Renault di Nico Hulkenberg, nel GP degli altri: il tedesco, che dispone del secondo motore stagionale, ha rifilato tre decimi a Daniel Ricciardo non ancora a suo agio sulla R.S.19. L'australiano è nono, preceduto da un ottimo Lando Norris capace di portare la McLaren fino all'ottavo posto con un eccellente giro secco.

Fuori dalla top 10 c'è Kimi Raikkonen in difficoltà con l'Alfa Romeo: il finlandese è braccato dalle due Toro Rosso di Alexander Albon e Daniil Kvyat. Il russo ha rinunciato alla prima parte del turno a causa della sostituzione precauzionale del motore Honda, ma poi si è avvicinato al compagno thailandese.

Ci si aspettava di più dalla Racing Point con diversi aggiornamenti tecnici: Lance Stroll, 14esimo, e Sergio Perez, 15esimo, fissano i limiti di una macchina che non è nata bene come le precedenti...

Male anche la Haas con Kevin Magnussen 16esimo davanti a Romain Grosjean: il francese ha dovuto fare i conti anche con il collassamento dell'ala anteriore in piena velocità. Male anche Antonio Giovinazzi, ma l'italiano è sempre bersagliato dai problemi tecnici che gli hanno impedito di girare in mattinata.

Robert Kubica si è tolto il gusto di stare davanti a George Russell nel derby Williams di chi cerca di evitare l'ultimo posto in griglia. Magra soddisfazione...

 

Cla # Pilota Chassis Motore Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 77 Finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 37 1'33.330     210.260
2 5 Germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 33 1'33.357 0.027 0.027 210.199
3 33 Netherlands Max Verstappen  Red Bull Honda 29 1'33.551 0.221 0.194 209.763
4 44 United Kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 32 1'34.037 0.707 0.486 208.679
5 27 Germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 31 1'34.096 0.766 0.059 208.548
6 55 Spain Carlos Sainz Jr.  McLaren Renault 36 1'34.141 0.811 0.045 208.449
7 16 Monaco Charles Leclerc  Ferrari Ferrari 13 1'34.158 0.828 0.017 208.411
8 4 United Kingdom Lando Norris  McLaren Renault 38 1'34.296 0.966 0.138 208.106
9 3 Australia Daniel Ricciardo  Renault Renault 32 1'34.336 1.006 0.040 208.018
10 10 France Pierre Gasly  Red Bull Honda 32 1'34.455 1.125 0.119 207.756
11 7 Finland Kimi Raikkonen  Alfa Romeo Ferrari 33 1'34.551 1.221 0.096 207.545
12 23 Thailand Alexander Albon  Toro Rosso Honda 37 1'34.634 1.304 0.083 207.363
13 26 Russian Federation Daniil Kvyat  Toro Rosso Honda 20 1'34.694 1.364 0.060 207.231
14 18 Canada Lance Stroll  Racing Point Mercedes 37 1'34.779 1.449 0.085 207.045
15 11 Mexico Sergio Perez  Racing Point Mercedes 35 1'34.784 1.454 0.005 207.034
16 20 Denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 34 1'34.788 1.458 0.004 207.026
17 8 France Romain Grosjean  Haas Ferrari 32 1'35.704 2.374 0.916 205.044
18 99 Italy Antonio Giovinazzi  Alfa Romeo Ferrari 40 1'35.914 2.584 0.210 204.595
19 88 Poland Robert Kubica  Williams Mercedes 38 1'36.121 2.791 0.207 204.155
20 63 United Kingdom George Russell  Williams Mercedes 35 1'36.229 2.899 0.108 203.926
Prossimo Articolo
LIVE F1, GP della Cina: Libere 2

Articolo precedente

LIVE F1, GP della Cina: Libere 2

Prossimo Articolo

Verstappen: "Abbiamo risolto i problemi del Bahrain, mi sento vicino al top"

Verstappen: "Abbiamo risolto i problemi del Bahrain, mi sento vicino al top"
Carica commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie