Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Intervista
Formula 1 GP d'Austria

F1 | Russell ringrazia e vince: "Bisogna cogliere le occasioni"

Grazie all'incidente tra Verstappen e Norris a meno di 10 giri dal termine, Russell ha conquistato la vittoria del GP d'Austria e il suo secondo successo in carriera. Il britannico è consapevole che il trionfo è arrivato grazie agli errori degli altri, ma dall'altra parte si è sempre fatto trovare pronto nel weekend, sfruttando un'occasione d'oro.

George Russell, Mercedes F1 W15

Tra i due litiganti il terzo gode. È proprio il caso di dirlo, perché nel Gran Premio d’Austria ad aggiudicarsi il successo è proprio colui che meglio di tutti ha saputo sfruttare gli incidenti davanti, in particolare tra Lando Norris e Max Verstappen, costretti a tornare ai box dopo un contatto a solo sette giri dal termine.

Il britannico che fino a quel momento aveva condotto un’ottima gara tenendo sempre a distanza Carlos Sainz con la sua Ferrari, ne ha così approfittato, conquistando non solo il suo primo successo nel corso di questa stagione, ma anche il suo secondo trionfo in carriera.

Un’occasione d’oro che Russell ha saputo sfruttare alla perfezione. Indubbiamente il fatto di partire dal terzo posto, traendo beneficio dalla cancellazione del tempo di Oscar Piastri nelle qualifiche, ha giovato in modo importante, specie tenendo a mente che l’australiano in realtà ha chiuso a meno di due secondi dalla vetta. Tuttavia, è anche vero che in, certe occasioni, quando capita un colpo di fortuna, bisogna farsi trovare pronti e a Russell non si può recriminare assolutamente nulla.

George Russell, Mercedes F1 W15, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W15, Carlos Sainz, Ferrari SF-24

George Russell, Mercedes F1 W15, Lewis Hamilton, Mercedes F1 W15, Carlos Sainz, Ferrari SF-24

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Efficace nella sprint race, dove era riuscito a conquistare un bel quarto posto davanti alla Ferrari, terzo in griglia di partenza sfruttando la cancellazione del tempo di Piastri e primo sul traguardo, per quanto le circostanze abbiano chiaramente aiutato. In tutto ciò, però, l’aspetto principale della questione è che Russell si sia sempre fatto trovare pronto a sfruttare le occasioni, piazzandosi sempre come riferimento alle spalle di McLaren e Red Bull.

“È incredibile. Credo che sia stata una battaglia dura all’inizio della gara, ho cercato di mantenere la terza posizione. Poi dai megaschermi ho visto che Lando e Max stavano lottando e sapevo che Lando avrebbe voluto vincere. Ma il team ha fatto un lavoro straordinario per metterci in questa lotta. Bisogna essere lì a raccogliere i pezzi e noi eravamo lì”, ha spiegato Russell al termine della gara, sottolineando anche la battaglia con il compagno di squadra Lewis Hamilton nelle prime tornate.

“Loro [Verstappen e Norris] ci stavano dando dentro in quella lotta. Non potevo credere a quanto fossimo vicini a Lando e Max. Eravamo a soli 12 secondi di distacco e sapevo che era possibile che succedesse qualcosa. Si sogna sempre”.

George Russell, Mercedes F1 W15

George Russell, Mercedes F1 W15

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

"Sono orgoglioso di essere tornato sul gradino più alto. La squadra ha lavorato molto duramente e abbiamo fatto molti passi avanti dall'inizio della stagione. Le ultime gare sono state incredibili. Non è un segreto che la Red Bull con Max e la McLaren con Lando siano ancora un po' più avanti, ma noi ci mettiamo sempre in terza posizione nelle ultime due gare. Ovviamente, se dovesse succedere, dovremo essere pronti a sfruttare la situazione, ma sono davvero orgoglioso di tutti", ha aggiunto il britannico.

Russell ha voluto sottolineare anche un altro aspetto, ovvero i passi in avanti compiuti da Mercedes nelle ultime gare che, seppur oggi non siano stati l’elemento chiave della vittoria, hanno giocato un loro ruolo, mettendo la Stella davanti a Piastri e alla Ferrari: “Queste ultime tre gare sono state incredibili. Penso che realisticamente avremmo potuto vincere la gara in Canada, quindi questo probabilmente compensa un paio di errori da parte mia e sono davvero orgoglioso di essere tornato sul gradino più alto".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Vasseur: "Dobbiamo ripartire dai miglioramenti fatti qui"
Prossimo Articolo F1 | Verstappen con Norris non ha perso il "killer-instinct"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia