Magny-Cours, Gara 2: Rea inarrestabile, doppietta anche in Francia

condivisioni
commenti
Magny-Cours, Gara 2: Rea inarrestabile, doppietta anche in Francia
Di: Lorenzo Moro
30 set 2018, 14:13

I suoi avversari gliela hanno fatta meno facile del previsto ma alla fine, uno dopo l'altro, sono crollati tutti sotto le martellate di Jonathan Rea, vincente anche oggi in Gara 2 a Magny-Cours dopo esser scattato dalla nona casella della griglia.

Come al solito Gara 2 si dimostra più interessante ed emozionante; con Rea relegato a partire nelle retrovie lo spettacolo dato dalla sua rimonta è sempre garantito e così è stato anche oggi a Magny-Cours con Rea che, dopo aver conquistato ieri il suo quarto titolo mondiale in SBK, p andato a vincere anche Gara 2 al termine di una gara che lo ha visto impegnato in numerosi sorpassi, alcuni da vero maestro del motociclismo.

Scattato dalla nona casella, Rea transitava in quarta posizione già al termine del primo giro alle spalle di Davies, van der Mark e Marco Melandri. Sorpassato quest'ultimo il pilota si è dato da fare per inscenare una bella bagarre con il pilota olandese della Yamaha, poi crollato dopo un qualche giro con Rea incollato al codone della sua R1. Con la testa della corsa in vista, Rea si è messo al furibondo inseguimento di Davies, raggiunto e superato nonostante la dura resistenza da parte del gallese della Ducati che però poco ha potuto per tenere a frano il cannibale della Kawasaki. Purtroppo anche questo weekend è stato parecchio duro per Davies, ancora dolorante per il pesante infortunio alla clavicola ha accusato quest'estate in allenamento.

Con la vittoria di oggi, conquistata in sella ad una ZX-10RR in livrea commemorativa dorata, Rea allunga ulteriormente la sua incredibile serie di successi, mostrando una superiorità mentale e tecnica veramente imbarazzante. Alle spalle del solito Rea si è piazzato secondo Chaz Davies; il pilota della Ducati è riuscito a sfruttare al meglio la pole position regalatagli dalla norma "salva show" della grliglia rovesciata e, dopo un vano tentativo di fuga solitaria, è andato a conquistare la piazza d'onore accanto al campione della Kawasaki. Accanto a lui, sul terzo gradino del podio, Michael van der Mark che è partito allo spegnimento dei semafori come una freccia conquistando la testa della corsa e chiudendo un weekend che fino a ieri non faceva assolutamente presagire questo buon risultato.

Quarto Sykes che dopo una gara piuttosto anonima, è riuscito a sopravanzare Melandri solo negli atti finali della gara; peccato per il ravennate della Ducati che, scattato dalla prima fila, non è mai riuscito a trovare l'efficacia per stare dietro ai primi concedendo infine la posizione all'avversario della Kawasaki. Alle spalle della Ducati numero 33 si sono classificati Lorenzo Savadori su Aprilia a precedere Alex Lowes su Yamaha R1 e infine Xavi Forés che dopo il podio di ieri oggi si è ritrovato a lottare nelle retrovie, probabilmente non aiutato da una situazione piuttosto amareggiante, appiedato dal proprio team per il 2019 a favore - molto probabilmente - di Michael Ruben Rinaldi (13° al traguardo).

Nona la Honda di Leon Camier mentre è stata molto bella la battaglia messa in scena da Baz, Laverty e Ratzagatlioglu per la conquista della decima posizione poi ottenuta dal gigante francese in sella alla BMW del team Gulf Althea davanti alla Aprilia di Laverty ed alla Kawasaki del giovane turco del team Puccetti Racing.

Con il risultato odierno Davies permane in seconda posizione in classifica mondiale davanti a van der Mark precedendolo di 26 punti.

Di seguito l'ordine d'arrivo e i distacchi al termine di Gara 2 a Magny-Cours:

Cla   # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco Ritirato Punti
1   1 United Kingdom Jonathan Rea  Kawasaki   -       25
2   7 United Kingdom Chaz Davies  Ducati   1.804       20
3   60 Netherlands Michael van der Mark  Yamaha   3.552       16
4   66 United Kingdom Tom Sykes  Kawasaki   4.879       13
5   33 Italy Marco Melandri  Ducati   6.505       11
6   32 Italy Lorenzo Savadori  Aprilia   11.477       10
7   22 United Kingdom Alex Lowes  Yamaha   15.077       9
8   12 Spain Javier Fores  Ducati   17.339       8
9   2 United Kingdom Leon Camier  Honda   17.655       7
10   76 France Loris Baz  BMW   22.725       6
11   50 Ireland Eugene Laverty  Aprilia   23.257       5
12   54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu  Kawasaki   23.637       4
13   21 Michael Ruben  Ducati   26.756       3
14   81 Spain Jordi Torres  MV Agusta   28.178       2
15   36 Argentina Leandro Mercado  Kawasaki   29.292       1
16   45 United States Jake Gagne  Honda   38.534        
17   99 United States Patrick Jacobsen  Honda   42.776        
18   40 Spain Roman Ramos  Kawasaki   46.765        
19   11 Jérémy Guarnoni  Kawasaki   51.689        
    96 Czech Republic Jakub Smrz  Yamaha         Retirement  
  dnf 121 France Matthieu Lussiana  Aprilia         Retirement
Prossimo articolo WSBK
Magny-Cours, Warm-up: Rea insaziabile domina anche il turno della domanica mattina

Articolo precedente

Magny-Cours, Warm-up: Rea insaziabile domina anche il turno della domanica mattina

Prossimo Articolo

Ducati, Davies: "E' fantastico salire nuovamente sul podio dopo un paio di mesi difficili"

Ducati, Davies: "E' fantastico salire nuovamente sul podio dopo un paio di mesi difficili"
Carica commenti