IMSA | Roar: Cadillac-JDC, Pole a sorpresa per la Qualifying Race

A Daytona Vautier centra il primato fra le DPi, complice anche una bandiera rossa causata da Van Der Zande. Keating è super in LMP2, Shields vola in LMP3, fra le GTD ci sono doppiette per Porsche (in PRO) e Mercedes. La gara da 100' di domenica deciderà la griglia della 24h.

IMSA | Roar: Cadillac-JDC, Pole a sorpresa per la Qualifying Race
Carica lettore audio

Grande battaglia a Daytona per l'assegnazione della Pole Position per la Qualifying Race del fine settimana Roar Before the 24.

I protagonisti dell'IMSA SportsCar Championship si sono giocati in una sessione tiratissima il primato per la gara da 100' che domenica deciderà la griglia di partenza della 24h di Daytona prevista per il 29-30 gennaio.

DPi: Van Der Zande sbaglia, Vautier ringrazia

E' di Tristan Vautier la Pole Position della Classe DPi e a livello assoluto al termine di una Qualifica tirata e con il colpo di scena finale.

Il portacolori della JDC Miller Motorsports ottiene il miglior tempo in 1'34"034 a circa due terzi di sessione, ma negli ultimi 4' ecco l'episodio decisivo.

Renger Van Der Zande prova l'assalto al primato, ma sbaglia e rimane piantato nelle barriere e sull'erba bagnata della curva 5. La Cadillac #01 non ne viene fuori e la direzione gara espone la bandiera rossa, con il cronometro che però continua a scorrere.

Di fatto le prove finiscono lì e Vautier può fare festa avendo la certezza che la sua Cadillac #5 è in prima posizione. Van Der Zande viene invece punito con la cancellazione del miglior tempo, dunque il ragazzo della Chip Ganassi Racing - che era secondo - scivola in fondo al gruppo delle DPi.

Sale quindi in prima fila Filipe Albuquerque al volante della Acura #10 di Wayne Taylor Racing, con dietro le Cadillac dell'ottimo Alex Lynn (#02 Chip Ganassi Racing), Tristan Nunez (#31 Action Express Racing) e Jimmie Johnson (Ally Racing/AXR).

Alla prima uscita con la Acura della Meyer Shank Racing with Curb Agajanan, Tom Blomqvist è sesto, ma ad oltre 1" dal leader.

#01 Chip Ganassi Racing Cadillac DPi: Renger van der Zande, Sebastien Bourdais, Scott Dixon, Alex Palou

#01 Chip Ganassi Racing Cadillac DPi: Renger van der Zande, Sebastien Bourdais, Scott Dixon, Alex Palou

Photo by: Art Fleischmann

LMP2: Keating festeggia con la PR1 Mathiasen

Ben Keating continua a mostrare una forma smagliante andando a prendersi il primato in Classe LMP2.

Il veterano della PR1 Mathiasen Motorsports - che ha il doppio ruolo dovendo correre pure in DPi con la JDC - mette il sigillo sulla Pole Position in 1'37"296 con la Oreca #52, rifilando distacchi pesanti a tutte le altre 07-Gibson rivali.

Al secondo posto con 0"637 c'è il suo compagno di squadra Steven Thomas (#11), terzo si classifica Dennis Andersen con la #20 di High Class Racing, mentre François Heriaux (#68) e John Falb (#69) si issano in Top5 con le vetture della G-Drive Racing by APR.

Sesto Eric Lux (#81 DragonSpeed USA), seguito da Frits Van Eerd (#29 Racing Team Nederland), John Farano (#8 Tower Motorsport), Dwight Merriman (#18 Era Motorsport) e James McGuire (#22 United Autosports) chiudono lo schieramento, non senza recriminare per la bandiera rossa sopracitata che gli ha negato ogni possibilità di migliorare.

#52 PR1 Mathiasen Motorsports Oreca LMP2 07: Ben Keating, Mikkel Jensen, Scott Huffaker, Nicolas Lapierre

#52 PR1 Mathiasen Motorsports Oreca LMP2 07: Ben Keating, Mikkel Jensen, Scott Huffaker, Nicolas Lapierre

Photo by: Art Fleischmann

LMP3: Shields vola con la Duqueine

E' di Cameron Shields il miglior tempo della Classe LMP3 una volta esposta la bandiera a scacchi.

Il portacolori della Muehlner Motorsports America ferma il tempo in 1'42"182 con la Duqueine D08 #26 staccando per 0"286 la Ligier JS P320 #38 di Nico Pino (Performance Tech Motorsports), unico a riuscire a tenere testa all'australiano.

Molto più staccato Jarett Andretti, che con la Ligier #36 del suo team si ritrova con un ritardo di 1"6 dalla vetta, seguito a ruota dalla Duqueine #6 del compagno di squadra di Shields, Ayrton Ori.

Quinto e sesto piazzamento per le Ligier di Jon Bennett (#54 Core Autosport) e Lance Willsey (#33 Sean Creech Motorsports), sono ben più lontani - e con tempi peggiori pure di alcune GT3 delle Classi GTD - Orey Fidani con la Duqueine #13 della AWA e Mark Kvamme su quella #7 della Forty7 Motorsports.

Nessun crono invece per Gar Robinson al volante della Ligier #74 preparata dalla Riley Motorsports.

#26 Muehlner Motorsports America Duqueine D08: TBD, Cameron Shields, CR Crews, Ugo de Wilde

#26 Muehlner Motorsports America Duqueine D08: TBD, Cameron Shields, CR Crews, Ugo de Wilde

Photo by: Jake Galstad / Motorsport Images

GTD: doppiette per Porsche e Mercedes

Nelle Classi GTD si registrano le doppiette per Porsche e Mercedes. Alexandre Imperatori svetta fra i PRO con la 911 #2 della KCMG in 1'46"136, precedendo per appena 0"063 la #9 della Pfaff Motorsport condotta da Mathieu Jaminet.

A seguire troviamo la Lamborghini #63 di Andrea Caldarelli (TR3 Racing) e la Aston Martin #23 di Ross Gunn (Heart of Racing), mentre la Ferrari 488 #62 di Risi Competizione ottiene la Top5 di categoria con Davide Rigon.

Era partito forte Ben Barnicoat, che però si deve accontentare del sesto tempo sulla Lexus #14 della Vasser Sullivan Racing, mettendosi dietro la Mercedes #97 di Maro Engel (WeatherTech Racing) e la nuova BMW M4 #24 del Team RLL affidata a Sheldon Van Der Linde.

Julien Andlauer ha invece il nono crono al volante della Porsche #79 di WeatherTech Racing/Proton Competition, mettendosi alle spalle le Chevrolet Corvette di Tommy Milner (#4) ed Antonio Garcia (#3), con le C8.R che non brillano più di tanto ritrovandosi dietro anche a diversi concorrenti della GTD 'normale'.

#2 KCMG Porsche 911 GT3R: Laurens Vanthoor, Patrick Pilet, Dennis Olsen, Alexandre Imperatori

#2 KCMG Porsche 911 GT3R: Laurens Vanthoor, Patrick Pilet, Dennis Olsen, Alexandre Imperatori

Photo by: Jake Galstad / Motorsport Images

E parlando proprio di GTD, come dicevamo la Mercedes-AMG di Kenny Habul (#75 Sun Energy 1) strappa il primato in 1'46"199, battendo per un soffio la #57 di Russell Ward (Winward Racing), di fatto piazzandosi al terzo e quarto posto assoluto fra le GT3.

Terza prestazione per Jon Miller sulla McLaren #59 di Crucial Motorsport, con dietro la Mercedes #28 di Michael De Quesada (Alegra Motorsports) e la Ferrari #47 della Cetilar Racing guidata da Roberto Lacorte, a completare la Top5 del lotto.

Frankie Montecalvo è sesto sull'altra Lexus della Vasser Sullivan Racing, poi ci sono Brendan Iribe con la McLaren #70 della Inception Racing/Optimum, John Potter sulla Aston Martin #44 griffata Magnus Racing e la Ferrari #21 di Luis Perez Companc (AF Corse), che chiude la Top10 assieme alla Lamborghini #71 di Misha Goikhberg (T3 Motorsport North America).

#75 Sun Energy 1 Mercedes-AMG GT3: Kenny Habul, Luca Stolz, Raffaele Marciello, Fabian Schiller

#75 Sun Energy 1 Mercedes-AMG GT3: Kenny Habul, Luca Stolz, Raffaele Marciello, Fabian Schiller

Photo by: Art Fleischmann

IMSA - Roar Before the 24: Qualifiche

condivisioni
commenti

Rovera, altro esordio importante a Daytona: "Curioso e carico"

IMSA | Roar: Qualifying Race ad Acura-WTR e Lamborghini-TR3