Così la F.E è partner della Conferenza ONU sul clima

Svelato il layout della pista che il 12 novembre prossimo inaugurerà a Marrakech la COP22, la 22esima sessione dell’iniziativa delle Nazioni Unite volta ad attuare le decisioni 2015 di Parigi...

Così la F.E è partner della Conferenza ONU sul clima
Circuit Moulay El Hassan, Marrakech
Circuit Moulay El Hassan, i lavori di ristrutturazione
La corsia dei box di Marrakech
Logo del circuito di Marrakech
Yvan Muller, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën World Touring Car Team WTCC
ePrix di Marrakech, layout del circuito

Gli organizzatori del Campionato FIA di Formula E hanno annunciato una grande opportunità per la prima serie automobilistica completamente elettrica lanciata al mondo: sarà infatti partner ufficiale della COP22 attraverso l’ePrix inaugurale di Marrakech, grazie anche al supporto e all’alto patronato del re del Marocco, Maometto VI.

La 22esima sessione della Conferenza delle parti contraenti la Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici si svolgerà proprio nella città marocchina dal 7 al 18 novembre. Il vertice mondiale riprenderà in mano le redini di quanto fatto durante la COP21 di Parigi dell'anno scorso, durante la quale erano stati compiuti significativi passi in avanti. 

 

Essa sarà infatti incentrata sul contenuto delle azioni concrete da intraprendere al fine di conseguire le priorità stabilite nella convenzione siglata nella capitale francese dodici mesi prima, soprattutto in termini di adattamento, trasparenza, trasferimento tecnologico, mitigazione, potenziamento delle capacità e delle perdite e degli eventuali danni collaterali, accogliendo ospiti illustri tra i quali il Presidente degli Stati Uniti d'America, Barack Obama, e il cancelliere tedesco Angela Merkel.

L'happening sportivo, che rappresenterà l’evento di apertura della COP22, cioè l’ePrix di Marrakech 2016, si svolgerà il 12 novembre e sarà la prima volta in cui la Formula E farà visita al continente africano, riflettendo la crescente domanda di soluzioni di mobilità sostenibile in tutto il mondo.

Entrando nel dettaglio dell’evento, verrà mostrato un documentario speciale realizzato dalla Formula E nella quale una Spark-Renault SRT_01E compie l'impresa mozzafiato di procedere su uno strato di ghiaccio in Groenlandia per aumentare la consapevolezza dei cambiamenti climatici: il video verrà presentato in anteprima il 13 novembre proprio alla COP22. 

Alejandro Agag, CEO della Formula E, ha dichiarato: "Siamo davvero molto lieti di poter competere a Marrakech: sarà la prima volta che la Formula E gareggerà nel continente africano, il che mostra come siamo stati in grado di evolvere in un campionato veramente globale. L'evento ha un significato ancora maggiore, perché in Marocco saremo uno dei partner ufficiali della COP22. La Formula E comprende appieno le sfide e i rischi presentati dai cambiamenti climatici e così, essere parte integrante del più importante forum creato per affrontare questo problema, è un grande onore". 

Jean Todt, presidente della Federazione Internazionale dell’Automobile, ha aggiunto: "La Formula E è l’esempio perfetto di un campionato FIA capace di riposare sui due pilastri principali delle attività federali, lo sport e la mobilità. Siamo felici del fatto che la Formula E abbia deciso di diventare partner della COP22 in occasione della prima edizione dell'ePrix di Marrakech. Nell’ambito della missione FIA per la promozione dei sistemi di trasporto puliti e disponibili a tutti, stiamo cercando di incoraggiare lo sviluppo e l'adozione di tecnologie sostenibili. La Formula E è un fantastico laboratorio che consentirà lo sviluppo di tecnologie pulite per tutti". 

Said Mouline, direttore dell’Agenzia marocchina per lo sviluppo delle energie rinnovabili e l’efficienza energetica, ha detto: "L’ePrix di Marrakech, valido per la Formula E, che si svolgerà il 12 novembre, è un evento inserito nel programma certificato della COP22 e sarà una magnifica occasione per dimostrare che la mobilità elettrica ha raggiunto un ottimo livello di maturità e che il suo sviluppo rappresenta un dovere e un obiettivo di tutti gli Stati-nazione. La mobilità elettrica sta ora raggiungendo anche l’Africa, dove esistono enormi opportunità...".

condivisioni
commenti
Anche Shanghai si è candidata per un nuovo ePrix

Articolo precedente

Anche Shanghai si è candidata per un nuovo ePrix

Prossimo Articolo

López: “In Marocco parecchie occasioni di sorpasso!”

López: “In Marocco parecchie occasioni di sorpasso!”
Carica commenti
Formula E: a Monaco è grande show ad andamento lento Prime

Formula E: a Monaco è grande show ad andamento lento

L'E-Prix nel Principato ha messo a nudo le inferiorità tecnico-velocistiche delle monoposto elettriche, che però hanno regalato una corsa molto bella sfruttando al meglio le proprie caratteristiche su un tracciato che non è stato pensato apposta per loro.

Formula E
11 mag 2021
Formula E: il flop di Valencia come monito per il futuro Prime

Formula E: il flop di Valencia come monito per il futuro

Lontana dai centri cittadini la Formula E ha evidenziato tutte le sue lacune. L'esperimento di Valencia servirà da lezione per gli organizzatori della categoria che hanno ottenuto un richiamo mediatico enorme, ma per i motivi sbagliati...

Formula E
27 apr 2021
Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma Prime

Formula E: la redenzione di Vergne e Vandoorne a Roma

Nel weekend dell'E-Prix di Roma il pilota della DS Techeetah ed il belga della Mercedes sono riusciti a conquistare due vittorie dopo due incidente che avrebbero potuto gettare tutto al vento. Scopriamo come è stato possibile.

Formula E
13 apr 2021
Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va Prime

Paradosso Formula E: chi vuole sviluppare l'elettrico se ne va

L'addio di Audi per abbracciare una categoria che permetta di sviluppare l'auto e la tecnologia elettrica da zero è un campanello d'allarme preoccupante. E ora anche la Extreme E propone innovazioni che vanno oltre quelle in uso dalla Formula E.

Dakar
9 apr 2021
Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E Prime

Cosa rivela l'impegno di Nissan sul futuro della Formula E

La Casa giapponese ha confermato il proprio impegno nella categoria elettrica anche per i prossimi anni e questo è un chiaro segno che denota come la Formula E non sia solo una ottima piattaforma di marketing.

Formula E
1 apr 2021
Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili! Prime

Formula E: un inizio controverso tra incidenti e missili!

Con la nuova stagione di Formula E che ha preso il via in Arabia Saudita, il campionato è sembrato cercare di recuperare il tempo perduto con un eccesso di azione e polemiche dentro e fuori la pista. Mentre alcuni punti di discussione potrebbero avere gravi ripercussioni, è stata un'apertura di 2021 esplosiva per molte ragioni.

Formula E
4 mar 2021
Chinchero racconta Vergne - Stelle di altri mondi Prime

Chinchero racconta Vergne - Stelle di altri mondi

Stelle di altri mondi è la rubrica in cui Roberto Chinchero, prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta la carriera nel motorsport di piloti che la F1 non hanno potuto fare altro che sognarla nonostante il grande talento o che nel Circus iridato sono state talentuose meteore. Buon ascolto!

Formula E
18 feb 2021
Formula E in crisi: perché ora le Case fuggono? Prime

Formula E in crisi: perché ora le Case fuggono?

Dopo diverse stagioni da catalizzatrice di Case sfruttando l'onda della propulsione elettrica che ha travolto l'automotive, la Formula E si trova a dover far fronte ai recenti addii di Audi e BMW. Ecco quali sono i motivi di questa crisi e quali sono gli scenari futuri per la serie full electric del motorsport.

Formula E
12 feb 2021