Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Gara
FIA F3 Silverstone

F3 | Doppio Lindblad a Silverstone, Minì torna in cima alla classifica

Dopo un digiugno che durava dal 2017, quando vinse George Russell in GP3, un pilota britannico è tornato a vincere a Silverstone. Arvid Lindblad ha infatti centrato un doppio trionfo vincendo sia la Sprint Race che la Feature Race, grazie anche all'azzardo della slick. Nella gara di domenica chiude secondo Minì, che sale in testa alla classifica.

Arvid Lindblad, Prema Racing

Un weekend britannico nel segno dei piloti britannici. Se in Formula 1 a trionfare è stato Lewis Hamilton, con la “Union Jack” sventola sul podio, anche la Formula 3 ha regalato un bel weekend ai tifosi sugli spalti grazie al doppio successo di Arvid Lindblad, capace di imporsi sia nella Sprint Race che nella Feature Race.

Una doppia vittoria che gli permette anche di rilanciarsi in ottica campionato, perché ora il britannico si è portato in seconda posizione in classifica, a soli sei punti dal leader Gabriele Minì, autore di una bella Feature Race alla domenica giocata sulla scommessa della slick.

Non è stato un weekend altrettanto fortunato per Luke Browning e Lorenzo Fornaroli, con l’inglese che ora è scivolato al terzo posto in classifica, complice anche un contatto nella gara della domenica che lo ha portato a finire fuori dai punti. Con ancora sei gare da disputare, il campionato è ancora aperto, ma da ora in poi sarà fondamentale fare punti importanti in ogni appuntamento, puntando anche sulla costanza di rendimento.

Arvid Lindblad, Prema Racing

Arvid Lindblad, Prema Racing

Foto di: Red Bull Content Pool

Sprint race: Lindblad vince dominando

Il weekend britannico ha regalato tanta pioggia, tanto da spingere la Formula 3 addirittura a posticipare la sprint race del sabato mattina facendola scalare alla fine della giornata, dopo tutti gli altri impegni delle altre categorie.

Con la nuova partenza posticipata nel tardo pomeriggio, è stato Arvid Lindblad a centrare la vittoria nell’appuntamento di casa, diventando il primo pilota britannico a vincere dopo George Russell nel 2017. Inoltre, Lindblad è stato il primo pilota britannico a vincere a Silverstone dall’inizio della nuova era della F3, dato che, quando vinse Russell, si chiamava ancora GP3.

Il pilota della Prema era partito secondo dalla seconda casella, ma una buona partenza gli ha permesso di scavalcare subito il polesitter Noel Leon (Van Amersfoort Racing), a sua volta scivolato anche dietro a Matias Zagazeta negli scambi iniziali. Dietro di lui, tuttavia, una serie di collisioni ha impedito alla gara di svilupparsi, spingendo la direzione gara a chiamare l’ingresso della vettura di sicurezza.

L’episodio più importante è stato un pesante incidente per Max Esterson (AIX) e Oliver Goethe (Campos) alla Copse, con i due che sono arrivati al contatto durante l’approccio alla curva ad alta velocità prima di finire nella ghiaia contro le barriere costituite da pneumatici. Dopo l'intervento della vettura di sicurezza, la classifica ha subito subito uno scossone, perché il leader del campionato Luke Browning si è ritrovato in difficoltà dopo un contatto con Tim Tramntiz in curva 4: l’inglese è infatti stato colpito dopo un bloccaggio da parte del pilota della MP Motorsport, il che ha poi portato alla foratura dell’anteriore sinistra. Browning è rientrato ai box per sostituire gli pneumatici, ma ha poi chiuso la gara fuori dai punti.

L'ultimo incidente è avvenuto nel dodicesimo giro, quando Alex Dunne (MP Motorsport) e Charlie Wurz (Jenzer) si sono scontrati lungo il Wellington Straight: il pilota dell’accademia McLaren ha cercato il sorpasso sull’erba, andando a cercare un varco che in realtà l’austriaco stava già chiudendo. I due sono arrivati così al contatto, con Wurz che è stato costretto al ritiro, mentre Dunne è riuscito a proseguire, finendo però fuori dalla zona punti.

Nel frattempo, davanti Lindblad ha continuato ad allungare sugli inseguitori, portando il suo vantaggio sui rivali a oltre sei secondi. Il britannico ha così centrato il suo terzo trionfo stagionale davanti a Leon e Zagazeta, che ha ottenuto i suoi primi punti nel corso di questa stagione. Buon risultato anche per Voisin, quarto, davanti a Tsolov, Minì, Montoya, Meguetounif, Van Hoepen e Fornaroli.

Arvid Lindblad, Prema Racing

Arvid Lindblad, Prema Racing

Foto di: Red Bull Content Pool

Feature Race: doppio Lindblad con la slick

Anche nella Feature Race, la gara è stata nel segno di Arvid Lindblad, autore di una corsa giocata su una scelta strategica che ha pagato proprio sul finale, permettendogli di conquistare la sua quarta vittoria stagionale davanti a un ottimo Gabriele Minì.

La pioggia battente caduta sul tracciato prima della partenza ha visto tutti i piloti, tranne la coppia Rodin Callum Voisin e Piotr Wisnicki, passare alle gomme da bagnato per il giro di formazione, anche se diversi piloti, tra cui il trio Prema Lindblad, Gabriele Mini e Dino Beganovic, si sono in realtà subito fermati dopo il giro per montare le slick dato il progressivo asciugarsi della pista.

Al contrario, il capo classifica Luke Browning ha continuato con le gomme da bagnato, con la pioggia che continuava ad alternarsi a periodi di calma, rendendo difficile comprendere quale gomma scegliere senza prendersi rischi. In quel momento, però, la slick sembrava potenzialmente garantire qualcosa in più, tanto che Voisin ha assunto il comando prima di un breve intervento della Safety Car dopo quattro giri. Tuttavia, questa condizione è durata solo pochi minuti perché, dopo un incidente che ha coinvolto Sophia Floersch (Van Amersfoort Racing), la quale ha dovuto evitare un rientro in pista da parte di Alex Dunne (MP Motorsport) con una vettura fuori controllo sul rettilineo che porta a curva sei, il ritorno della pioggia ha nuovamente ribaltato la situazione.

Nel frattempo, tra l’altro, a Voisin era stata assegnata anche una penalità di 10 secondi a causa di un sorpasso completato fuori dalla pista. Lo stesso Voisin, così come Lindblad e Minì che montavano le gomme slick, sono scivolati indietro in coda al gruppo a causa di uno scroscio di pioggia, mentre Browning ha sfruttato le coperture da bagnato per salire al comando.

Arvid Lindblad, Prema Racing

Arvid Lindblad, Prema Racing

Foto di: Red Bull Content Pool

La gara è stata nuovamente neutralizzata quando Dunne e Sebastian Montoya (Campos) sono arrivati a sbattere contro le barriere prima dell’ingresso della pit lane nel tentativo di evitare un testacoda del pilota AIX Joshua Dufek a Stowe.

La riduzione dell’intensità della pioggia ha permesso di iniziare a creare una linea asciutta, con Voisin che è passato di nuovo dal 22° posto al comando in soli due giri, completando la sua rimonta con una manovra su Browning a Chapel. Tuttavia, Voisin non è stato l’unico a rendersi conto di una bella risalita verso la parte alta della classifica, perché Lindblad e Mini, sfruttando anche loro la gomma da asciutto, hanno sfruttato la linea asciutta per spingere e rimontare dal fondo fino rispettivamente al secondo e il terzo posto dopo aver superato Browning.

Voisin è arrivato al traguardo davanti a Lindblad e Mini, ma è stato retrocesso al terzo posto a causa della penalità di 10 secondi. Grazie alla vittoria Mini è salito in testa al campionato con sei punti di vantaggio su Lindblad, che a sua volta è di una lunghezza davanti a Browning.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F3 | Austria: Browning vince la Feature Race e torna al comando

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia