Mosley: "La Formula 1 dovrebbe cancellare la stagione 2020"

L’ex Presidente della FIA Max Mosley pensa che la Formula 1 dovrebbe cancellare l’intera stagione 2020 a causa della pandemia del Coronavirus.

Mosley: "La Formula 1 dovrebbe cancellare la stagione 2020"

La Formula 1 è stata costretta a cancellare o rimandare i primi nove gran premi della stagione a causa della rapida propagazione del COVID-19 in tutto il mondo. Il Gran Premio di Francia al Paul Ricard è stata l’ultima gara ad essere messa in dubbio dopo che il Presidente francese Emmanuel Macron ha esteso il divieto di assembramenti fino a metà luglio.

Senza una certezza sulla fine di questa pandemia, Mosley crede che sarebbe meglio cancellare l’intera stagione 2020 per poter mettere fine all’incertezza che sta corrodendo team, organizzatori e collaboratori. Parlando con l’agenzia di stampa tedesca DPA sul suggerimento di cancellare la stagione, Mosley ha dichiarato: “In questo modo i team e gli organizzatori avrebbero certezze e potrebbero fare dei piani ed attuare delle misure. Al momento sono in un limbo e molti stanno perdendo soldi”.

Leggi anche:

“Aspettando, si rischia di peggiorare le cose, senza avere la certezza di poter vincere qualcosa. Non c’è sicurezza che le gare possano riprendere a luglio ed in realtà sembra sempre più improbabile”.

Mosley non crede che disputare i gran premi a porte chiuse, come suggerito da Direttore Sportivo della Formula 1 Ross Brawn, possa essere una soluzione fattibile: “Sarebbe un disastro finanziario per la maggior parte degli organizzatori. Fino a che non sappiamo cosa succederà nel mondo con questa pandemia, non è possibile fare dei piani razionali per la Formula 1”.

La Formula 1 “deve agire ora”

In un’intervista esclusiva con Motorsport.com, il presidente della Formula E Alejandro Agag aveva dichiarato che la Formula 1 avrebbe sfruttato la crisi del Coronavirus come un’opportunità per incrementare le riforme finanziarie dello sport e ridurre ulteriormente il già pianificato budget cap di 150 milioni di dollari.

Mosley, che è stato Presidente della FIA dal 1993 al 2009, fa da eco alle affermazioni di Agag, che aveva affermato che la Formula 1 attuale non sta facendo molto per migliorare la salute a lungo termine di questo sport.

Leggi anche:

“Dubito che il problema della disparità possa essere risolto, perché le proposte di budget sono fuori portata per la maggior parte dei team minori. Ci sono troppe deroghe alle regole proposte”.

Ha chiesto alla Formula 1 ed alla FIA: “Devono agire ora e cogliere questa occasione per riorganizzare e ristrutturare la Formula 1 per poter avere delle basi finanziarie più solide in vista del futuro”.

condivisioni
commenti
Todt convinto: la FIA è pronta a gestire le irregolarità in F1
Articolo precedente

Todt convinto: la FIA è pronta a gestire le irregolarità in F1

Prossimo Articolo

Il mio lavoro in F1: ingegnere di Kimi Raikkonen in Alfa Romeo

Il mio lavoro in F1: ingegnere di Kimi Raikkonen in Alfa Romeo
Carica commenti
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021