F1 | Caos sorpassi ad Austin. Masi: "Ne parleremo in Messico"

Michael Masi, direttore di gara della F1, spiega i casi spinosi legati ai sorpassi di Raikkonen, Alonso e Giovinazzi, gestiti in maniera differente da commissari di gara e i team stessi. Se ne parlerà in Messico.

F1 | Caos sorpassi ad Austin. Masi: "Ne parleremo in Messico"

Il Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 ha regalato tanto spettacolo in pista, ma anche alcune decisioni controverse da parte dei commissari di gara che hanno suscitato più di un malumore tra i piloti nel corso della gara, generando non poca confusione anche a livello di interpretazione del regolamento sportivo.

Fernando Alonso, Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi sono stati protagonisti di duelli molto interessanti, senza esclusione di colpi, con cui hanno cercato di cogliere la decima posizione, poi sfumata per tutti e tre a causa di diverse vicissitudini.

La lente d'ingrandimento dei commissari di gara è però finita sulle manovre di sorpasso che sono avvenute tra i tre in Curva 1. Il primo di questi è stato Kimi Raikkonen, il quale ha attaccato Alonso all'esterno e, sfruttando parte della via di fuga, è riuscito a superare l'asturiano dell'Alpine.

I commissari hanno notato la manovra ma, sebbene Alonso abbia più volte chiesto indirettamente a loro via radio di intimare Raikkonen a ridargli la posizione, questi hanno ritenuto che il pilota dell'Alfa Romeo abbia compiuto una manovra legittima, all'interno del regolamento.

Dopo pochi giri Alonso ha attaccato il compagno di squadra di Raikkonen, Antonio Giovinazzi. Fernando ha fatto una manovra simile a quella di Raikkonen per superare l'italiano, ma i commissari di gara gli hanno poi ordinato di cedere la posizione all'italiano.

 

Il duello si è poi ripresentato a parti invertite, con Giovinazzi che ha passato Alonso uscendo dalla pista e sfruttando la via di fuga. Anche in questo caso i commissari hanno detto a Giovinazzi di cedere la posizione ad Alonso.

A fine gara lo stesso Alonso si è detto sorpreso di quanto accaduto in pista, con Raikkonen non investigato mentre lui e Giovinazzi sono stati costretti a cedere la posizione per lo stesso tipo di sorpasso. Parlando dell'accaduto a fine gara, il direttore Michael Masi ha spiegato che le circostanze dei sorpassi non erano chiare e che questo argomento sarà oggetto di discussione al Gran Premio del Messico.

"Posso capire la frustrazione di Alonso. La chiamata per ciò che riguarda lui e Kimi è stata certamente marginale. Parleremo certamente alla prossima riunione con tutti i piloti di quanto accaduto, perché penso che ci fossero due parti della storia, diciamo così".

"Ovviamente c'è il sorpasso e la forzatura di farlo fuori pista, poi c'è l'elemento successivo al sorpasso stesso. E' qualcosa di cui parleremo alla prossima riunione".

Masi ha notato come Raikkonen sia sfuggito a eventuali richiami dei commissari di cedere la posizione guadagnata perché spinto fuori pista dallo stesso Alonso.

"In quel frangente è stato notato il sorpasso e la parte successiva, ma è stata ritenuta marginale. A quel punto è stato deciso di lasciare tutto com'era. Ma certamente questa sarà una parte della discussione che avremo in Messico con i piloti".

Masi ha poi ricordato come la sua chiamata ai team, quella di cedere la posizione, sia un suggerimento per evitare di incorrere in sanzioni: "La mia chiamata ai team è una raccomandazione. Possono scegliere di non seguirla e, se scelgono di farlo, non ho il potere di dare ordini. Io dico: 'Vi suggerisco di fare questo'. E se scelgono di non farlo, lo riferisco ai commissari perché lo vedano. E loro giudicheranno di conseguenza".

Leggi anche:

"Io non ho sentito i messaggi radio di Fernando dopo i sorpassi. Lui ha superato Giovinazzi e il mio suggerimento è stato dato alla squadra ed era quello di restituire la posizione, cosa che poi è avvenuta. La stessa cosa è accaduta un paio di giri dopo con Antonio che ha superato Fernando. L'istruzione è stata data ad Alfa Romeo, quella di restituire la posizione".

condivisioni
commenti
F1 | Alonso perplesso dalle decisioni FIA ad Austin
Articolo precedente

F1 | Alonso perplesso dalle decisioni FIA ad Austin

Prossimo Articolo

Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis"

Podcast F1 | Bobbi: "Max ha gestito il posteriore meglio di Lewis"
Carica commenti
Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi Prime

Video F1 | Lewis e Max mostrano i limiti di Masi

Michael Masi è ancora una volta protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il Direttore Gara della F1 ha mostrato tutti i propri evidenti limiti nela conduzione di un infuocato GP dell'Arabia Saudita, con Hamilton e Verstappen che certamente non gli hanno reso la vita facile, ma che hanno cotribuito a mettere in mostra tutte le problematiche di un arbitro che pare sempre più inadeguato al ruolo che ricopre

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato" Prime

Pagelle F1 | Minardi: "Bocciato Masi che ormai è delegittimato"

Nella domenica saudita a far discutere, ancora una volta, è Michael Masi. Un atteggiamento discutibile e che mette in evidenza la difficoltà nel gestire il dentro e il fuori la pista di un mondiale che si deciderà ad Abu Dhabi. Ecco l'analisi di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi, in questo nuovo video di Motorsport.com.

Formula 1
6 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Hamilton bravo ad evitare le malizie di Max"

Max Verstappen e Lewis Hamilton hanno offerto uno spettacolo al limite della sportività. L'inglese, tuttavia, è stato più accorto e scaltro dell'olandese, che in un'altra epoca della F1 avrebbe rischiato grosso una volta raggiunto il parco chiuso

Formula 1
6 dic 2021
Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione Prime

Come reagiscono i team di Formula 1 a situazioni di pressione

OPINIONE: La pressione è tutta su Red Bull e Mercedes mentre la stagione 2021 di Formula 1 si prepara alla sua doppietta finale. Il consulente tecnico di Motorsport.com ed ex ingegnere McLaren F1 Tim Wright spiega come le rispettive squadre affronteranno quello che sarà un fattore cruciale nell'esito del campionato piloti e costruttori.

Formula 1
5 dic 2021
F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori Prime

F1 | I benefici potenziali di perdere il titolo Costruttori

Vincere il titolo Costruttori comporta un vantaggio da un punto di vista economico, ma con le nuove regole introdotte dalla F1 i team meglio piazzati devono scontare limitazioni in galleria del vento e al CFD.

Formula 1
5 dic 2021
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Formula 1
4 dic 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021