F1: bocciato dai team il parco chiuso dal venerdì

Ross Brawn aveva lanciato l'idea di allargare il parco chiuso già al venerdì mattina, obbligando le squadre a mostrare le monoposto dotate delle ultime novità tecniche ai media in una specifica sessione di divulgazione della tecnica. Come immaginavamo i team si sono opposti e tutto rimarrà come è oggi.

F1: bocciato dai team il parco chiuso dal venerdì

I team hanno deciso di reagire a muso duro: alcune proposte che Liberty ha lanciato per il prossimo anno sono state bocciate dalle squadre.

Fra le idee che Ross Brawn, direttore sportivo di F1, aveva portato alla ribalta c’era che i team avrebbero dovuto mettere a disposizione dei media le monoposto al venerdì mattina già nella configurazione con la quale avrebbero affrontato il weekend di gara, per spiegare quali sarebbero state le novità tecniche introdotte.

L’intenzione dei promotori del campionato era di rendere più comprensibili al grande pubblico le nuove soluzioni tecniche frutto di enormi investimenti, cercando di aggirare la maniacale riservatezza delle squadre che, al contrario, cercano di mantenere il segreto il più a lungo il possibile.

La sessione “show and tell” è già sparita dai radar del 2022: tutt’al più i team emetteranno un comunicato nel quale faranno un accenno alle parti nuove che le vetture adotteranno in pista.

Ma l’azione più energica delle squadre, secondo AMUS, c’è stata nel sabotare che il parco chiuso scattasse già a inizio evento, prima ancora che le F1 fossero entrate in pista. Ricordiamo che l’anno prossimo i GP si accorceranno di un giorno perché le verifiche si svolgeranno al venerdì mattina e le due sessioni di prove libere (quando non ci sarà la Sprint Qualifying) si disputeranno entrambe al pomeriggio.

Leggi anche:

I tecnici, quindi, avranno la facoltà di modificare liberamente le monoposto fino all’inizio delle qualifiche esattamente come accade oggi, senza stravolgere una metodologia di lavoro che ha funzionato fino ad ora. Il parco chiuso era stato introdotto nel 2003 con l’intento di ridurre i costi e limitare la preparazione di vetture pensate per la qualifica.

Se quel concetto poteva essere condiviso, l’apertura al parco chiuso generalizzato avrebbe reso determinante la delibera delle macchine al simulatore, togliendo valore alle prove libere se non per cercare la messa a punto con le soluzioni scelte.

Per fortuna questo tentativo di disintegrare il DNA della F1 è stato fermato dalle squadre e qualche idea strampalata è tornata nel cassetto, come la malefica pensata di invertire la griglia nella garetta del sabato. Stiamo vivendo una delle stagioni più belle della storia dei GP, eppure c’è l’ansia di voler cambiare tutto, anche quello che funziona…

condivisioni
commenti
Verstappen: "Correre a Le Mans? Mi piacerebbe. Magari con Jos"
Articolo precedente

Verstappen: "Correre a Le Mans? Mi piacerebbe. Magari con Jos"

Prossimo Articolo

Alpine: è atteso l'annuncio di Szafnauer, Brivio torna in MotoGP?

Alpine: è atteso l'annuncio di Szafnauer, Brivio torna in MotoGP?
Carica commenti
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021