La Renault non ferma la sua crescita

La Renault non ferma la sua crescita

Per il dt Allison la R30 è più veloce di sette decimi al giro rispetto al Bahrain

James Allison, direttore tecnico del team Renault F1, non può che essere soddisfatto del terzo posto conseguito da Robert Kubica nel Gp di Monaco, che ha visto la squadra di Enstone ridurre il divario dalla Mercedes nello lotta per il quarto posto nel campionato Costruttori, avendo recuperato ben nove lunghezze ai tedeschi. La Renault a Monaco ha ottenuto il secondo podio stagionale. In pochi ci avrebbero scommesso ad inizio stagione? “Sì è proprio vero, la cosa più bella di qusto risultato è che ce lo siamo guadagnato sul campo. Anche in Australia abbiamo conquistato il podio, ma quel risultato era il frutto più delle circostanze del caso, mentre a Monaco, la vettura è stata competitiva per tutto il weekend, e Robert è stato certamente più veloce di Vettel in gara. Non può che essere una bella sensazione...”. Anche se la R30 ha mostrato un buon passo in Spagna, è stata una delle più veloci vetture a Monaco. Perché? “Barcellona e Monaco sono due circuiti molto diversi. Quella del Principato è una pista dove il pilota può fare una grande differenza e Robert era in forma eccezionale per tutto il weekend. Certo conta avere un buon carico aerodinamico nella prestazione, ma quello di Montecarlo è un circuito in cui si possono esaltare le qualità meccaniche di una monoposto più che su altre piste e la nostra R30 crediamo sia particolarmente forte in questo campo”. La fiducia all'interno della squadra è in crescita gara dopo gara... “Siamo alla sesta gara della stagione, e abbiamo fatto continui progressi sulla macchina. Anche in Spagna, dove abbiamo vissuto uno dei nostri peggiori Gp dell'anno, abbiamo visto che il ritmo di gara della monoposto era migliorato rispetto al Gp precedente e stiamo migliorando anche rispetto ai nostri avversari. Tutti i membri del team sono impegnatissimi a non fermare questa progressione: in fabbrica stiamo preparando altre novità per continuare a crescere”. Si può stimare la crescita della R30 rispetto alla prima gara in Bahrain? “Con gli ultimi sviluppi che abbiamo introdotto al Gp di Monaco si può parlare di circa sette decimi di secondo”. Riuscirete a mantenere il tasso di sviluppo nelle prossime settimane e mesi? "La risposta è 'sì'. Abbiamo portato un consistente aggiornamento per ogni gara, come a Monaco, anche se si trattava di un back-to-back, e ci aspettiamo di fare lo stesso ad ogni evento di quest'anno. Inoltre ci sono uno o due progetti in cantiere che ci possono permettere di fare grandi passi in avanti. La gente sta cominciando a parlare della rinascita della Renault. Avete la stessa sensazione? "Abbiamo avuto una brutta stagione lo scorso anno, e vogliamo mettercela alle spalle il più velocemente possibile. Penso che abbiamo fatto una buona partenza, ma siamo ancora ben lontani dove dovremmo essere - come si può vedere dal divario che ancora ci separa dalla Red Bull su un circuito più normale. Ma ci stiamo certamente muovendo nella giusta direzione, e speriamo di poter rispettare le nostre attese, che sono molto elevate".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie