Bourdais conquista la pole per la 1000 km di Spa

Bourdais conquista la pole per la 1000 km di Spa

Tre Peugeot nelle prime quattro posizioni - seconda l'Audi di Bernhard

La Peugeot ha prenotato il successo nella 1000 Km di Spa, secondo appuntamento della Le Mans Series che si disputa domani e che rappresenta per squadre e piloti un ottimo terreno di preparazione per l'evento più importante della stagione, la 24 Ore di Le Mans in programma a metà giugno. La Casa francese ha centrato la pole con la 908 HDi pilotata dall'ex di F.1 Sebastien Bourdais, che ha fermato il cronometro sul tempo di 1'57""884, un tempo eccellente se si considera che la pole dello scorso anno era stata conquistata dalla 908 HDi di Pagenaud in 2'01"056, e che nel frattempo i regolamenti tecnici sono stati rivisti per redurre le prestazioni delle vetture. La Peugeot è stata di ben 7/10 di secondo più veloce della prima delle inseguitrici, e cioè la grande rivale Audi, che ha appunto siglato il secondo tempo con la R15 TDi plus di Bernhard. Va comunque considerato che la Peugeot ha scelto di mettere in campo le sue vetture in una configurazione aerodinamica più adatta alla pista belga, e cioè ad alto carico, mentre l'Audi ha preferito una configurazione più "scarica", per fare esperienza in vista della 24 Ore di Le Mans, visto che il tracciato francese è ben più veloce e richiede dunque vetture più "scorrevoli". La scelta della Casa tedesca è dovuta al fatto che la sua R15 TDI plus è una vettura del tutto nuova, che finora ha disputato una sola gara, la 8 Ore del Paul Ricard a inizio aprile, mentre la 908 HDI ha già 4 anni di gare alle spalle; pertanto i tecnici di Ingolstadt in questo momento preferiscono fare quanta più esperienza possibile sulla loro vettura in funzione della gara più importante che li attende, la maratona francese, appunto. Le 908 HDI hanno quindi siglato anche il terzo e quarto tempo, rispettivamente con Sarrazin e l'ottimo Lapierre del team "semiufficiale" Oreca. Solo il 6° crono per Kristensen con la TDI plus numero 7, il danese ha comunque dimostrato di essere in buona ripresa dopo l'operazione subita a metà gennaio al tallone di Achille del piede sinistro. Prestazione scarsa, invece, per le due Lola B10/60 del team Rebellion; Nicolas Prost, figlio del puricampoine mondiale di F.1 Alain, ha piazzato la prima in nona posizione, con il tempo di 2'02"845; il normalmente ben più veloce Boullion è risultato solo 11°, con il tempo di 2'03"143. Più veloce di lui è stato addirittura Watts (10° tempo in 2'03"135) con la Acura-Honda HPD ARX-01 del team Strakka, una vettura della classe sport-prototipi più piccola, la Lmp2. La vettura giapponese - ma di fatto del tutto americana, sviluppata in Usa da Nick Wirth - si è dimostrata ancora una volta del tutto superiori alle rivali della sua classe, lasciando a ben 2"5 la prima delle inseguitrici, la Lola-HPD di Erdos del team RML. In Lmp2 buono il rientro in campo di Francioni, dopo circa 6 mesi di inattività; l'italiano, alla guida della Lola B09-Judd del Racing Box ha siglato il 5° tempo di classe, davanti al compagno di squadra Giacompo Piccini; da notare, comunque, che la prima vettura è stata equipaggiata per la prima volta con le gomme Dunlop, mentre l'altra è rimasta con le Pirelli. Impressionanti in GT1 la pole di Leinders con la Ford GT del Marc VDS e il secondo tempo di Mutsch realizzato con un'analoga vettura del Matech. Leinders è stato di ben 1"3 più veloce e continuano a destare perplessità le notevoli prestazioni delle vetture americane, oltretutto penalizzate dopo il successo a inizio stagione nel Mondiale GT1 FIA. Ancora un "strano" incidente, invece, per l'equipaggio tutto femminile del Matech, a causa di un incidente di Rachel Frey, mentre nel FIA GT1 ad Abu Dhabi era stata la Gachnang ad andare a sbattere, in seguito a un problema tecnico, e si era fratturata una gamba. In GT2 la Ferrari F430 di Melo dell'AF Corse l'ha spuntata di un soffio sulla Porsche 997 GT3RSR di Lieb del Felbermyr. In gara, comunque, la vettura italiana potrebbe accusare un maggior consumo, come si è visto nella prima gara della stagione al Paul Ricard. Solo il 7° tempo di classe per la prima delle due BMW M3 V8 del team ufficiale Schnitzer; a realizzarlo è stato Dirk Werner, mentre l'altra si è piazzata 11esima, con Dirk Muller. Solo il 13° tempo anche per Fisichella, insieme ad Alesi e Vilander con l'altra F340 dell'AF Corse; l'ex di F.1 ha accusato noie di assetto e il team sta lavorando per risolvere il problema. In grassetto i piloti che hanno realizzato il tempo 1. Peugeot - Peugeot 908 HDi-FAP Lamy-Bourdais-Pagenaud 1'57"884 2. Audi Sport - Audi R15 TDI Bernhard-Dumas-Rockenfeller 1'58"519 3. Peugeot - Peugeot 908 HDi-FAP Montagny-Sarrazin-Minassian 1'59"421 4. Oreca - Peugeot 908 HDi FAP Panis-Lapierre-Duval 1'59"623 5. Audi Joest - Audi R15 TDI Fassler-Lotterer-Treluyer 1'59"707 6. Audi Joest - Audi R15 TDI Capello-Kristensen-McNish 1'59"795 7. Peugeot - Peugeot 908 HDi-FAP Gené-Wurz-Davidson 1'59"989 8. Signature Plus - Lola Aston Martin Ragues-Mailleux-Ickx 2'02"413 9. Rebellion - Lola B10/60 Coupé-Rebellion Prost-Jani 2'02"845 10. Strakka - HPD ARX-01 Leventis-Watts-Kane 2'03"135 11. Rebellion - Lola B10/60 Coupé-Rebellion Belicchi-Boullion 2'03"143 12. RML - Lola HPD Coupé Erdos-Newton-Wallace 2'05"681 13. Oak - Pescarolo-Judd Lahaye-Nicolet 2'07"159 14. Quifel-ASM - Ginetta-Zytek 09S Amaral-Pla 2'07"342 15. Racing Box - Lola B09 Coupé-Judd Francioni-Pirri 2'08"309 16. Racing Box - Lola B09 Coupé-Judd Geri-A.Piccini-G.Piccini 2'08"398 17. Oak - Pescarolo-Judd Hein-Moreau 2'09"104 18. KSM - Lola B08/47-Judd De Pourtales-Noda-Kennard 2'09"795 19. Hope Polevision - FLM-Oreca 09 Verdonck-Pillon-Capillaire 2'13"743 20. Race Performance - Radical SR9-Judd M.Frey-Meichtry-Bruneau 2'13"912 21. Boutsen Energy - FLM-Oreca 09 Kraihamer-De Crem-Delhez 2'14"278 22. Applewood Seven - FLM-Oreca 09 Toulemonde-Zollinger-Zampatti 2'14"284 23. Hope Polevision - FLM-Oreca 09 Zacchia-Moro-Kaufmann 2'15"611 24. Pegasus - Courage-Oreca LC75-AER Schell-Metz-Da Rocha 2'16"832 25. Marc VDS - Ford GT Leinders-Palttala-De Donker 2'17"316 26. DAMS - FLM-Oreca 09 Barlesi-Cicognani-Chalandon 2'17"345 27. Matech - GT Mutsch-Beche-Hirschi 2'18"730 28. Alphand Aventures - Corvette C6.R Jousse-Gregoire-Hart 2'19"377 29. Young Driver AMR - Aston Martin DBR9 Enge-Nygaard-Kox 2'19"595 30. AF Corse - Ferrari F430 GT Bruni-Melo 2'20"336 31. Felbermayr Proton - Porsche 997 GT3 RSR Lieb- Lietz 2'20"416 32. CRS - Ferrari F430 GT Kirkaldy-Mullen 2'20"811 33. AF Corse - Ferrari F430 GT Perez Companc-Russo 2'20"941 34. CRS - Ferrari F430 GT Ehret-Quaife-Kaffer 2'21"905 35. Atlas FX-Team Full Speed - Saleen S7-R Schroyen-Van Dam-Lako 2'21"110 36. Team Felbermayr Proton - Porsche 997 GT3 RSR Long-Ragginger-Ried 2'21"173 37. BMW Schnitzer - BMW M3 J.Müller-D.Werner-Alzen 2'21"257 38. IMSA - Porsche 997 GT3 RSR Narac-Pilet 2'21"328 39. Prospeed - Porsche 997 GT3 RSR Holzer-Westbrook 2'21"403 40. JMW - Aston Martin V8 Vantage Bell-Turner2'21"420 41. Matech - Ford GT Allemann-Frey-Zimmer 2'21"422 42. BMW Schnitzer - BMW M3 Priaulx-D.Müller-Farfus 2'21"509 43. Spyker Squadron Spyker C8 Laviolette GT2-R Dumbreck-Coronel 2'21"564 44. AF Corse - Ferrari F430 GT Fisichella-Vilander-Alesi 2'21"750 45. Hankook Farnbacher - Ferrari F430 GT Farnbacher-Simonsen 2'22"334 46. Larbre - Saleen S7-R Gardel-Goueslard-Rees 2'21"918 47. JMB - FLM-Oreca 09 Kutemann-Basso-Hartshorne 2'24"505 48. Prospeed - Porsche 997 GT3 RSR Van Splunteren-Hommerson-Machiels 2'25"468 49. Bruichladdich - Ginetta-Zytek 09S Ojjeh-Greaves-Ebbesvik 59"59"999

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ELMS
Piloti Sébastien Bourdais
Articolo di tipo Ultime notizie