Zandvoort, Libere 1: Ehrlacher e Guerrieri davanti con le Honda

condivisioni
commenti
Zandvoort, Libere 1: Ehrlacher e Guerrieri davanti con le Honda
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
19 mag 2018, 10:59

I ragazzi della Münnich Motorsport partono subito molto bene tenendosi dietro l'Audi di Shedden e l'ottimo Comte con la Peugeot. Huff in Top5, bene anche Vervisch e Homola, le Hyundai soffrono il BoP e sono lontanissime.

Doppietta per la ALL-INKL.COM Münnich Motorsport nelle prime Prove Libere della WTCR Race of Netherlands, con Yann Ehrlacher e Esteban Guerrieri che hanno chiuso in vetta alla classifica in quel di Zandvoort.

I due si sono alternati al comando nei 30' a disposizione dei piloti, con il francese che alla fine ferma il cronometro sull'1'44"967 battendo per 0"032 la Honda Civic Type R TCR FK7 del suo compagno di squadra argentino.

Terzo posto per il Leopard Lukoil Team grazie a Gordon Shedden, che al volante della sua Audi RS 3 LMS TCR ha preceduto la Peugeot 308 TCR della DG Sport Compétition condotta dall'ottimo Aurélien Comte, reduce da un test svolto a Zolder per tentare di risolvere i problemi alla vettura del Leone.

In Top5 abbiamo anche Rob Huff con la Volkswagen Golf GTI TCR della Sébastien Loeb Racing, il quale si è messo alle spalle le Audi RS 3 LMS TCR di Comtoyou Racing e Leopard Lukoil Team affidate a Frédéric Vervisch e Jean-Karl Vernay.

In casa DG Sport Compétition c'è da registrare anche la buona prestazione dell'altra Peugeot 308 TCR di Mat'o Homola, ottavo con dietro James Thompson sulla terza Honda Civic Type R TCR FK7 della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport. La Top10 viene completata dalla Cupra TCR di Pepe Oriola (Team OSCARO by Campos Racing).

Il cambiamento di BoP sembra aver influito parecchio, dato che le Hyundai i30 N TCR hanno tutte chiuso fuori dai primi dieci. Il migliore delle auto coreane è stato Thed Björk, undicesimo a 0"8 dal leader, mentre il suo compagno di squadra Yvan Muller è solo 17°. Indietro anche i piloti del BRC Racing Team, con Norbert Michelisz 16° e Gabriele Tarquini 19°.

L'idolo locale Tom Coronel termina 22° sulla Honda della Boutsen Ginion Racing, mentre le due wildcard, ossia il Principe Bernhard van Oranje-Nassau e Michael Verhagen, chiudono 23° e 25° con le Audi RS 3 LMS TCR della Bas Koeten Racing.

Fabrizio Giovanardi ha invece ottenuto il 24° crono sull'Alfa Romeo Giulietta TCR del Team Mulsanne/Romeo Ferraris; non è andata altrettanto bene al suo collega Gianni Morbidelli, fermato da un guasto al servosterzo.

Da segnalare anche che dopo gli incidenti del Nürburgring Nordschleife, Morbidelli e Tarquini hanno sostituito il motore sulle rispettive vetture, ma senza incappare in penalità essendogli stata riconosciuta la causa di forza maggiore.

FIA WTCR - Zandvoort: FP1

Prossimo Articolo
Tarquini: "Non ricordo più Zandvoort, ma spero di essere in forma"

Articolo precedente

Tarquini: "Non ricordo più Zandvoort, ma spero di essere in forma"

Prossimo Articolo

Zandvoort, Libere 2: ancora Guerrieri-Ehrlacher, vola Comte

Zandvoort, Libere 2: ancora Guerrieri-Ehrlacher, vola Comte
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WTCR
Evento Zandvoort
Location Zandvoort
Piloti Esteban Guerrieri , Yann Ehrlacher
Team Münnich Motorsport
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Prove libere