Formula 1
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
89 giorni
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
34 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
12 dic
-
14 dic
FP3 in
05 Ore
:
50 Minuti
:
53 Secondi

Zampata di Néstor Girolami, Honda in pole position per Gara 1

condivisioni
commenti
Zampata di Néstor Girolami, Honda in pole position per Gara 1
Di:
27 apr 2019, 10:43

Con una prestazione fantastica nel finale, l'argentino batte Muller, mentre Guerrieri è terzo dopo una marea di sofferenze. Bene Panis, in seconda fila con la Cupra davanti alle Lynk & Co di Ehrlacher e Bjork, Kristoffersson settimo su VW, Hyundai nona con Farfus. Indietro Tarquini e le Alfa Romeo.

Néstor Girolami piazza la zampata finale con un giro fantastico compiuto nei minuti conclusivi della Prima Qualifica del FIA WTCR all'Hungaroring che significa Pole Position per Gara 1 di oggi pomeriggio.

La sessione è stata combattutissima e l'argentino della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport conferma che la Honda Civic Type R si trova bene sul tortuoso tracciato magiaro.

Dopo un inizio ad inseguire, Girolami ha firmato l'1'52"586 che gli vale la partenza al palo, beffando per 0"171 un Yvan Muller che a lungo aveva assaporato il primato con la Lynk & Co 03. Il francese della Cyan Racing si è comunque detto soddisfatto, anche perché dietro di lui c'è l'altra Honda Civic Type R della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport con sopra Esteban Guerrieri. Per l'argentino è stata una Qualifica soffertissima nella quale si è visto cancellare per due volte il miglior giro a causa dei track limits superati, dovendo così realizzarne uno "in tranquillità" per avere almeno un tempo cronometrato, e poi un ultimo cercando di fare attenzione a non sbagliare.

Chi è andato molto forte, come visto già ieri, è stato Aurélien Panis, unico dei piloti Cupra a riuscire a concludere in Top10. Il francese della Comtoyou Racing si ferma a 0"3 dalla vetta e davanti alle Lynk & Co 03 di Yann Ehrlacher e Thed Björk. Il francese era stato in Top3 per parecchio tempo, poi nel finale i miglioramenti degli altri lo hanno retrocesso, mentre il suo collega di casa Cyan Racing rialza la testa dopo Prove Libere dure.

Il "dimagrimento" di 10kg grazie al nuovo Balance of Performance giova alle Volkswagen Golf GTI, nello specifico a quella di Johan Kristoffersson, settimo e più bravo di tutti i piloti griffati Sébastien Loeb Racing. In realtà il team francese ha visto sudare parecchio Mehdi Bennani (12°), Rob Huff (17°) e Benjamin Leuchter (25°), per cui il lavoro da fare sarà ancora tanto per risalire.

Anche le Audi RS 3 LMS non hanno brillato gran che, seppur Jean-Karl Vernay inizialmente avesse dato l'impressione di potersela giocare coi migliori. Il portacolori del Leopard Team WRT chiude ottavo, con l'auto dei Quattro Anelli condotta da Frédéric Vervisch (Comtoyou Racing) che invece è decima.

Fra loro si piazza in extremis Augusto Farfus, prima delle Hyundai i30 N della BRC. Il brasiliano ha migliorato all'ultimo tentativo, ma resta palese il calvario delle auto coreane della squadra di Cherasco, rallentate dal BoP poco favorevole. La conferma arriva dal 13° e 14° segnati da Norbert Michelisz e Gabriele Tarquini, e Nicky Catsburg che addirittura è 20°.

Brutte anche le qualifiche delle Honda Civic Type R della KCMG: dopo le buone cose delle prove libere, Attila Tassi non è riuscito a ripetersi cogliendo solo il 18° crono, ma peggio è andata al suo compagno Tiago Monteiro, appena 23°.

Il tracciato ungherese non è certamente fra i più graditi alle Alfa Romeo Giulietta Veloce, tant'è che Kevin Ceccon e Ma Qing Hua non riescono ad andare oltre al 19° e 21° tempo con le vetture del Team Mulsanne-Romeo Ferraris.

Come detto in precedenza, i track limits continuano ad essere un guaio notevole per tutti. In una classifica cortissima (19 piloti in 1") in diversi si sono visti cancellare il tempo; oltre al già citato Guerrieri, anche Girolami, Ehrlacher, Ceccon, Michelisz, Farfus, Catsburg, Leuchter, Monteiro ed Andy Priaulx (Cyan Racing - Lynk & Co) hanno dovuto ripetere la tornata per qualificarsi. Il problema però è più ampio perché parliamo veramente di questione di centimetri, ma ormai da anni si preferisce adottare il sistema di cancellazione del crono più che tornare alle consone vie di fuga in terra che garantivano una bella penalità a chi sbagliava.

Il via di Gara 1 (12 giri) è in programma alle ore 15;15.

Cla # Pilota Chassis Giri Tempo Gap Distacco km/h Punti
1 29 Argentina Néstor Girolami Honda 12 1'52.586     140.084  
2 100 France Yvan Muller Lynk & Co 12 1'52.757 0.171 0.171 139.872  
3 86 Argentina Esteban Guerrieri Honda 12 1'52.893 0.307 0.136 139.703  
4 21 France Aurélien Panis Seat 9 1'52.955 0.369 0.062 139.627  
5 68 France Yann Ehrlacher Lynk & Co 11 1'53.042 0.456 0.087 139.519  
6 11 Sweden Thed Björk Lynk & Co 11 1'53.065 0.479 0.023 139.491  
7 14 Sweden Johan Kristoffersson Volkswagen 11 1'53.158 0.572 0.093 139.376  
8 69 France Jean-Karl Vernay Audi 12 1'53.217 0.631 0.059 139.304  
9 8 Brazil Augusto Farfus Hyundai 12 1'53.267 0.681 0.050 139.242  
10 22 Belgium Frédéric Vervisch Audi 9 1'53.274 0.688 0.007 139.234  
11 37 Sweden Daniel Haglöf Seat 9 1'53.286 0.700 0.012 139.219  
12 25 Morocco Mehdi Bennani Volkswagen 11 1'53.289 0.703 0.003 139.215  
13 5 Hungary Norbert Michelisz Hyundai 11 1'53.290 0.704 0.001 139.214  
14 1 Italy Gabriele Tarquini Hyundai 10 1'53.298 0.712 0.008 139.204  
15 111 Guernsey Andy Priaulx Lynk & Co 12 1'53.397 0.811 0.099 139.083  
16 96 Spain Mikel Azcona Seat 12 1'53.486 0.900 0.089 138.973  
17 12 United Kingdom Robert Peter Huff Volkswagen 10 1'53.496 0.910 0.010 138.961  
18 9 Hungary Attila Tassi Honda 12 1'53.548 0.962 0.052 138.898  
19 31 Italy Kevin Ceccon Alfa Romeo 11 1'53.659 1.073 0.111 138.762  
20 88 Netherlands Nick Catsburg Hyundai 10 1'53.690 1.104 0.031 138.724  
21 55 China Ma Qing Hua Alfa Romeo 11 1'53.780 1.194 0.090 138.614  
22 10 Netherlands Niels Langeveld Audi 12 1'53.845 1.259 0.065 138.535  
23 18 Portugal Tiago Monteiro Honda 11 1'53.903 1.317 0.058 138.465  
24 52 United Kingdom Gordon Shedden Audi 12 1'54.048 1.462 0.145 138.289  
25 33 Germany Benjamin Leuchter Volkswagen 10 1'54.078 1.492 0.030 138.252  
26 50 Netherlands Tom Coronel Seat 11 1'54.213 1.627 0.135 138.089  
27 23 Tamas Tenke Seat 13 1'57.067 4.481 2.854 134.722  
Prossimo Articolo
Hungaroring, Libere 2: Guerrieri mantiene in vetta la Honda

Articolo precedente

Hungaroring, Libere 2: Guerrieri mantiene in vetta la Honda

Prossimo Articolo

Néstor Girolami e la Honda sono perfetti nel trionfo di Gara 1 all'Hungaroring

Néstor Girolami e la Honda sono perfetti nel trionfo di Gara 1 all'Hungaroring
Carica commenti