Formula 1
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
38 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso

Vittoria preziosa per Guerrieri in Gara 2 a Zandvoort fra gli sbadigli

condivisioni
commenti
Vittoria preziosa per Guerrieri in Gara 2 a Zandvoort fra gli sbadigli
Di:
19 mag 2019, 11:50

Il pilota della Honda beneficia della pole della griglia invertita per tenersi dietro le Volkswagen di Leuchter e Kristoffersson, mentre Catsburg ed Azcona sono in Top5 nella noia mortale. Muller sbaglia e crolla nono, punti per Tarquini, Alfa Romeo indietro.

Esteban Guerrieri conquista una preziosissima vittoria in chiave campionato imponendosi al termine di una Gara 2 del FIA WTCR da sbadigli a Zandvoort.

Ancora una volta la pista olandese si conferma inadatta e troppo stretta per consentire battaglie, tant'è che l'argentino della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport ha sfruttato al meglio la partenza dalla pole position della griglia invertita per tenere la sua Honda Civic Type R davanti alle due Volkswagen Golf GTI della Sébastien Loeb Racing condotte da Benjamin Leuchter e Johan Kristoffersson, per la prima volta sul podio in questa stagione.

Gli unici cambiamenti sono avvenuti nel corso del primo giro, quando Yvan Muller è riuscito a soffiare la quinta posizione a Mikel Azcona infilandolo alla prima frenata, mentre nelle retrovie Attila Tassi si è scomposto all'ingresso della "Scheivlak" traendo in inganno Tom Coronel. Il pilota della Comtoyou Racing non ha potuto evitare di tamponare la Honda Civic Type R del ragazzo portacolori della KCMG spedendolo nella sabbia e causando l'ingresso della Safety Car.

L'auto di sicurezza è rimasta in pista fino al giro 4, quando alla ripartenza Guerrieri è stato bravissimo a spingere a fondo per allungare sulla coppia Leuchter-Kristoffersson, mentre Muller ha commesso un banalissimo errore che gli è costato piuttosto caro. Il francese della Cyan Racing ha messo due ruote della sua Lynk & Co 03 sull'erba all'ultima curva scivolando dal 5° al 9° posto dietro al compagno Yann Ehrlacher, poi nulla è più cambiato per i restanti 10 giri.

Guerrieri ha resistito alle pressioni delle Golf fino alla bandiera a scacchi festeggiando un successo importante che gli consente di allungare in classifica piloti, mentre Nicky Catsburg centra il quarto posto al volante della Hyundai i30 N della BRC-Lukoil davanti alla Cupra della PWR Racing condotta da Azcona e ai suoi compagni di squadra Augusto Farfus e Norbert Michelisz.

A seguire abbiamo Ehrlacher e Muller, con Néstor Girolami che va a completare la Top10 al volante della seconda Honda Civic Type R griffata ALL-INKL.COM Münnich Motorsport. Rob Huff conclude undicesimo sulla terza Volkswagen Golf GTI della Sébastien Loeb Racing, mentre Thed Björk (Cyan Racing) perde quattro posizioni con una partenza da dimenticare e si ritrova dietro all'inglese con la sua Lynk & Co 03.

Qualche punto lo raccoglie a fatica anche Gabriele Tarquini (BRC) portando la sua Hyundai i30 N tredicesima mettendosi alle spalle la Cupra di Aurélien Panis (Comtoyou Racing) e l'Audi RS 3 LMS di Jean-Karl Vernay (Leopard Racing Team WRT).

Gara difficile per le Alfa Romeo Giulietta Veloce del Team Mulsanne-Romeo Ferraris: Kein Ceccon è riuscito a risalire 20°, mentre Ma Qing Hua è fanalino di coda e per entrambi non arriva nessun punto.

Cla   # Pilota Chassis Giri Tempo Gap Distacco km/h Ritirato Punti
1   86 Argentina Esteban Guerrieri Honda 14 -         25
2   33 Germany Benjamin Leuchter Volkswagen 14 0.263 0.263 0.263     20
3   14 Sweden Johan Kristoffersson Volkswagen 14 0.711 0.711 0.448     16
4   88 Netherlands Nick Catsburg Hyundai 14 1.659 1.659 0.948     13
5   96 Spain Mikel Azcona CUPRA 14 2.035 2.035 0.376     11
6   8 Brazil Augusto Farfus Hyundai 14 2.433 2.433 0.398     10
7   5 Hungary Norbert Michelisz Hyundai 14 5.379 5.379 2.946     9
8   68 France Yann Ehrlacher Lynk & Co 14 6.128 6.128 0.749     8
9   100 France Yvan Muller Lynk & Co 14 7.428 7.428 1.300     7
10   29 Argentina Néstor Girolami Honda 14 7.781 7.781 0.353     6
11   12 United Kingdom Robert Peter Huff Volkswagen 14 8.094 8.094 0.313     5
12   11 Sweden Thed Björk Lynk & Co 14 8.656 8.656 0.562     4
13   1 Italy Gabriele Tarquini Hyundai 14 9.247 9.247 0.591     3
14   21 France Aurélien Panis CUPRA 14 9.884 9.884 0.637     2
15   69 France Jean-Karl Vernay Audi 14 11.118 11.118 1.234     1
16   25 Morocco Mehdi Bennani Volkswagen 14 11.464 11.464 0.346      
17   10 Netherlands Niels Langeveld Audi 14 12.626 12.626 1.162      
18   111 Guernsey Andy Priaulx Lynk & Co 14 13.267 13.267 0.641      
19   37 Sweden Daniel Haglöf CUPRA 14 13.734 13.734 0.467      
20   31 Italy Kevin Ceccon Alfa Romeo 14 14.327 14.327 0.593      
21   22 Belgium Frédéric Vervisch Audi 14 14.631 14.631 0.304      
22   52 United Kingdom Gordon Shedden Audi 14 17.185 17.185 2.554      
23   18 Portugal Tiago Monteiro Honda 14 17.534 17.534 0.349      
24   50 Netherlands Tom Coronel CUPRA 14 17.978 17.978 0.444      
25   55 China Ma Qing Hua Alfa Romeo 14 18.526 18.526 0.548      
  dnf 9 Hungary Attila Tassi Honda   -       Ritirato  
Prossimo Articolo
Lynk & Co ancora davanti, un favoloso Muller si prende di forza la Pole Position per Gara 3

Articolo precedente

Lynk & Co ancora davanti, un favoloso Muller si prende di forza la Pole Position per Gara 3

Prossimo Articolo

La Lynk & Co di Muller trovata irregolare in Q3, la pole di Gara 3 va ad Ehrlacher

La Lynk & Co di Muller trovata irregolare in Q3, la pole di Gara 3 va ad Ehrlacher
Carica commenti