WTCR, Tarquini guardingo: "C'è l'incognita gomme per tutti"

condivisioni
commenti
WTCR, Tarquini guardingo: "C'è l'incognita gomme per tutti"
Di:

Il "Cinghiale" è pronto per tornare in azione nel Mondiale Turismo, che comincia questo weekend a Zolder con le nuove gomme Goodyear che dovranno essere "scoperte" da tutti. Michelisz concentrato per difendere il titolo, BRC punta ancora sulla forza della Hyundai.

Finalmente si torna in pista per cominciare la stagione 2020 del FIA WTCR e il BRC Racing Team è carichissimo con la coppia di Campioni del Mondo, Norbert Michelisz e Gabriele Tarquini.

Per la squadra di Cherasco si tratta del terzo anno nella massima serie turismo con le Hyundai i30 N supportate da Hyundai Motorsport Customer Racing e l'obiettivo dichiarato è quello di confermarsi al vertice della classifica piloti, ma anche di vincere il titolo riservato ai team, perso per un soffio sia nel 2018 che nel 2019.

A Zolder nel fine settimana ci saranno le prime due gare di una stagione fin qui d'attesa, ma che ora vedrà tutti i concorrenti darsi battaglia in sei eventi nell'arco di due mesi.

“Il team è impaziente di tornare in pista dopo la lunga pausa del WTCR - ha dichiarato il Team Principal della BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse, Gabriele Rizzo - Questa stagione, con sei eventi così ravvicinati, sarà una sfida, ma abbiamo speso il periodo di stop a lavorare e prepararci al meglio".

"Il calendario revisionato vede alcuni circuiti per noi nuovi, e ci aspettiamo un finale di stagione emozionante nella gara di casa all’ Adria International Raceway. Il nostro obbiettivo comune è un’altra stagione di successi per le Hyundai i30 N TCR".

Michelisz si presenta da Campione in carica, pronto a difendere il Mondiale vinto a dicembre con un rinnovato entusiasmo e consapevolezza di potersela sempre giocare per il vertice.

“Non vedo l’ora che arrivi la gara di Zolder. Sono passati ormai più di otto mesi dall’ultimo weekend di gara WTCR, mi manca molto la competizione - dice l'ungherese - È stato bello tornare in macchina per i test, ma la mentalità è diversa. Sono convinto del lavoro svolto a casa e fiducioso per l’inizio della stagione. Mi piace Zolder, mette i freni a dura prova, e serve un buon equilibrio con la vettura. Il mio obbiettivo come campione in carica è di vincere ancora e sento il team molto motivato a supportarmi”.

Chi invece deve riscattarsi è Tarquini, che dopo il Mondiale vinto nel 2018 ha affrontato una scorsa annata più in salita; il "Cinghiale" è però sempre motivatissimo per un'altra sfida nuova della sua invidiabile carriera.

"La prima gara sarà per tutti un’incognita. È difficile prevedere quanto saremo competitivi con le Hyundai i30 N TCR prima della sessione di Zolder - ammette l'abruzzese - Ho corso qui due volte in passato, non è il mio circuito preferito, ma in calendario abbiamo un bel mix di piste interessanti. Abbiamo fatto alcuni test per adattare le vetture ai nuovi pneumatici, ci auguriamo di avere lo stesso successo delle scorse due stagioni”.

Dylan O'Keeffe debutta nel WTCR a Zolder con la Renault

Articolo precedente

Dylan O'Keeffe debutta nel WTCR a Zolder con la Renault

Prossimo Articolo

WTCR, Alfa Romeo raddoppia: ecco la wildcard Luca Filippi!

WTCR, Alfa Romeo raddoppia: ecco la wildcard Luca Filippi!
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie TCR , WTCR
Evento Zolder
Location Zolder
Piloti Gabriele Tarquini , Norbert Michelisz
Team Hyundai Motorsport , BRC Racing Team
Autore Francesco Corghi