WTCR: si va a Zolder, c'è l'azione legale contro il Salzburgring

condivisioni
commenti
WTCR: si va a Zolder, c'è l'azione legale contro il Salzburgring
Di:

Come anticipato da Motorsport.com, il primo evento della stagione 2020 si terrà in Belgio e non in Austria, come sempre a porte chiuse e con possibilità per i team di svolgere i test collettivi. Il promoter però tuona contro la pista di Salisburgo, che ha scelto per conto suo di non portare avanti la manifestazione.

Il FIA WTCR comincerà la stagione 2020 la prossima settimana a Zolder, come Motorsport.com aveva annunciato qualche giorno fa.

Nella serata di lunedì è arrivata l'ufficialità anche da parte del promoter, Eurosport Events, che si è visto costretto a cambiare il sito della gara d'apertura dell'anno a causa della rinuncia del Salzburgring.

A quanto pare, dal circuito austriaco hanno scelto di non portare avanti l'iniziativa, per cui la massima serie turismo ha dovuto trovare molto velocemente una alternativa, accordandosi col tracciato belga per il weekend del 12-13 settembre, con i team che potranno svolgere i test collettivi il 10.

In questo senso, François Ribeiro ha dichiarato che verrà intrapresa una azione legale nei confronti del circuito di Salisburgo, reo di aver disatteso gli accordi mettendo in difficoltà non solo il suo campionato, ma tutti i partecipanti che avevano già prenotato voli e hotel.

“Stavamo organizzando le ultime cose per il Salzburgring, quando gli organizzatori locali ci hanno comunicato la loro decisione di non correre, presa unilateralmente a meno di tre settimane dall'inizio - spiega il promoter francese - Questo ha creato una serie di problemi logistici e seri inconvenienti ai team, con grossi danni economici e di reputazione. Il dipartimento legale di Eurosport si sta muovendo e presenterà le carte alla Corte di Londra contro il Salzburgring per proteggere i nostri interessi".

"Per fortuna Zolder era disponibile, è una pista che collabora con noi da tempo e ha già accolto numerosi eventi internazionali. Si andrà a porte chiuse, ovviamente, ma ci aspettiamo un grande weekend di spettacolo perché il Belgio ha una grande tradizione con le corse turismo e c'è molto interesse verso il WTCR".

"Praticamente non c'era più tempo, dovevamo trovare un posto che rispettasse le nostre aspettative e che avesse le specifiche ideali per ospitare il primo evento dell'anno, visto che sono mesi che cercavamo una pista per cominciare degnamente il 2020 del WTCR. Zolder racchiude tutto questo, ringraziamo il Presidente FIA, Jean Todt, e la Federazione per averci dato l’ok così in fretta, oltre agli addetti ai lavori per la comprensione”.

WTCR: il primo round del 2020 spostato dal Salzburgring a Zolder

Articolo precedente

WTCR: il primo round del 2020 spostato dal Salzburgring a Zolder

Prossimo Articolo

Renault debutta nel WTCR con Young e la Vukovic Motorsport

Renault debutta nel WTCR con Young e la Vukovic Motorsport
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WTCR
Location Zolder
Autore Francesco Corghi