Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Gara
WTCR Pau-Ville

WTCR | Pau: dominio di Azcona con la Hyundai-BRC in Gara 2

Incidente al via tra Michelisz e Tassi, lo spagnolo passa al comando e fa il vuoto davanti alle Lynk & Co di Urrutia e Ma. Berthon e Guerrieri in Top5 dopo la foratura di Ehrlacher, bella rimonta di Huff, punti per Girolami e Muller.

Mikel Azcona, BRC Hyundai N Squadra Corse, Hyundai Elantra N TCR

Mikel Azcona ha letteralmente dominato Gara 2 del FIA WTCR sul Circuit de Pau, che sotto un bel sole ha regalato emozioni fin dallo spegnimento dei semafori.

Al via subito un brivido, dato che il poleman della griglia invertita, Norbert Michelisz, non ha un buono spunto e va a chiudere la porta ad Attila Tassi che era al suo fianco e in procinto di passarlo alla curva 1.

Contatto tra la Hyundai Elantra N della BRC e la Honda Civic Type R del Liqui Moly Team Engstler, con Tassi schiacciato sul muro e Michelisz che si intraversa perpendicolarmente lasciando un pertugio nel quale si infilano praticamente tutti.

Il Campione 2019 deve rientrare ai box e ritirarsi, Tassi lo segue, ma riesce a ripartire, mentre i contatti di centro gruppo mandano K.O. le Audi RS 3 LMS di Gilles Magnus e Mehdi Bennani (Comtoyou Racing).

La Safety Car entra in pista per consentire la pulizia dei detriti, poi lascia il via libera al giro 3 per ricominciare a combattere; Azcona non ha scaldato bene le gomme della sua Hyundai e si ritrova sotto attacco della Lynk & Co 03 di Santiago Urrutia, che cerca disperatamente un varco.

Lo spagnolo della BRC è perfetto nella difesa e l'uruguagio di Cyan Performance deve arrendersi, vedendo scappare via la Elantra N del Bi-Campione Europeo, il quale impone un ritmo indiavolato che nessuno riesce a tenere.

Urrutia cerca di accontentarsi, mentre alle sue spalle il Campione in carica - Yann Ehrlacher - incappa nella foratura all'anteriore destra della propria Lynk & Co dovendo rientrare ai box di Cyan Racing a cambiarla al giro 11 abbandonando l'ultimo gradino del podio.

Dietro all'ormai solitario Azcona e ad Urrutia, sale quindi Ma Qing Hua con la seconda Lynk & Co di Cyan Performance, seguito dall'Audi di Nathanaël Berthon (Comtoyou-DHL).

Dopo l'exploit di Gara 1, Esteban Guerrieri e Néstor Girolami ottengono invece il quinto e settimo posto con le Honda Civic Type R costruite da JAS Motorsport e griffate ALL-INKL.COM Münnich Motorsport.

Fra loro c'è Yvan Muller al volante dell'altra Lynk & Co 03 TCR di Cyan Racing, con un combattivo Rob Huff capace di risalire dal 13° posto fino all'8° sulla Cupra Leon Competicion di Zengő Motorsport, tirandosi dietro la Lynk & Co di Thed Björk (Cyan Performance) e la Honda di Tiago Monteiro (Liqui Moly Team Engstler) a completare la Top10.

A punti concludono pure Dániel Nagy sulla seconda Cupra della Zengő Motorsport, Tom Coronel con l'Audi di Comtoyou-DHL e Tassi, più il rientrato in azione Ehrlacher che è 15° dietro alla Wildcard Éric Cayrolle sull'Audi di Elite Motorsport/Comtoyou.

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente WTCR | Pau: doppietta Honda con Girolami-Guerrieri in Gara 1
Prossimo Articolo WTCR | Il BRC Racing Team punta al podio al Nurburgring

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia