GT World Challenge Europe Endurance
09 mag
-
10 mag
Canceled
GT World Challenge Europe Sprint
01 mag
-
03 mag
Canceled
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
72 giorni
Formula 1
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
MotoGP
14 mag
-
17 mag
Evento concluso
28 mag
-
31 mag
Prossimo evento tra
1 giorno
WRC
21 mag
-
24 mag
Evento concluso
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
8 giorni
WSBK
G
Imola
08 mag
-
10 mag
Evento concluso
G
Donington Park
03 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
37 giorni
Formula E
05 giu
-
06 giu
Prossimo evento tra
9 giorni
G
Berlin ePrix
20 giu
-
21 giu
Prossimo evento tra
24 giorni
WEC
13 ago
-
15 ago
Prossimo evento tra
78 giorni

Michelisz domina anche sul bagnato a Sepang, trionfo in Gara 1

condivisioni
commenti
Michelisz domina anche sul bagnato a Sepang, trionfo in Gara 1
Di:
15 dic 2019, 08:14

L'ungherese non sbaglia nulla e vince davanti a Panis e Tarquini facendo un altro passo verso il titolo, seppur Guerrieri e Muller (4° e 6°) non mollino. Ottimo De Oliveira in Top5, Björk sbaglia le gomme (come tanti altri) e viene tagliato fuori.

Norbert Michelisz prosegue nel suo stato di grazia a Sepang andando a vincere senza alcun problema Gara 1 del FIA WTCR e compiendo un altro passo verso quel titolo che a questo punto pare ormai nelle sue mani.

In Malesia non tutto è però filato liscio, dato che una insidiosissima pioggia ha cominciato a scendere sul tracciato di Kuala Lumpur mentre i piloti erano in griglia, con diverse scelte e azzardi che alla fine hanno premiato chi ha optato per un mix di gomme slick-rain.

Detto anche della decisione assurda di far partire tutto il plotone delle 30 vetture dietro alla Safety Car (non era certamente necessario), Michelisz non ha avuto alcun problema a fuggire via con una Hyundai i30 N decisamente superiore a tutte le altre TCR del lotto, con Aurélien Panis che invece conquista il suo primo podio al volante della Cupra messa a punto dalla Comtoyou Racing-DHL mantenendo il secondo posto alle spalle del magiaro.

In casa BRC, oltre alla vittoria di "Norbi", si registra la grande rimonta per Gabriele Tarquini, in rimonta dal settimo al terzo posto, piazzatosi davanti ad un Esteban Guerrieri che ha fatto il possibile per mantenere aperte le speranze di Mondiale riportando la Honda Civic Type R della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport dal 9° al 4° posto, così come Yvan Muller, in rimonta dal 16° al 6° con la sua Lynk & Co 03.

Inoltre il francese della Cyan Racing beneficia della "trasparenza" in classifica della wildcard João Paulo De Oliveira, il quale taglia il traguardo davanti a lui con la Honda Civic Type R della KC Motorgroup, ma senza prendere punti come da regolamento. Bravissimo il brasiliano, dal canto suo Muller ha cercato di recuperare per come poteva, tenendo aperto ancora il discorso titolo, cosa che invece non riesce al suo compagno di squadra Thed Björk, 27° dopo aver azzardato la sosta per montare quattro slick e tagliato definitivamente fuori dalla lotta per l'iride.

Dopo i primissimi giri di sportellate e sorpassi, chi aveva optato per le quattro gomme rain o quattro slick ha pagato a carissimo prezzo un azzardo che lo ha spedito nelle retrovie. In questo senso chi ci ha rimesso di più sono sicuramente Mikel Azcona (PWR Racing - Cupra), da 4° a 17°, Néstor Girolami (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport - Honda Civic Type R), da 3° a 22°, Frédéric Vervisch (Comtoyou Racing - Audi RS 3 LMS) da 5° ad ultimo, Augusto Farfus (BRC-Lukoil - Hyundai i30 N), partito 6° e giunto 28° dopo sosta ai box per sostituire le coperture, così come le Alfa Romeo Giulietta Veloce del Team Mulsanne-Romeo Ferraris condotte da Ma Qing Hua e Kevin Ceccon, in bagarre per la Top10 e poi scivolati rispettivamente 18° e 20°.

Tutto ciò ha consentito la rimonta a punti anche alla Cupra della PWR Racing guidata dal rientrante Daniel Haglöf, settimo davanti alla Volkswagen Golf GTI di Johan Kristoffersson (Sébastien Loeb Racing), mentre Nicky Catsburg sulla quarta Hyundai-BRC e Jean Karl Vernay con l'Audi RS 3 LMS del Leopard Team WRT completano la Top10.

A punti vanno anche Andy Priaulx (Cyan Performance Lynk & Co), Mehdi Bennani (Sébastien Loeb Racing - Volkswagen Golf GTI), Attila Tassi (KCMG - Honda Civic Type R), Yann Ehrlacher (Cyan Performance Lynk & Co), Gordon Shedden (Leopard Team WRT - Audi RS 3 LMS) e Benjamin Leuchter (Sébastien Loeb Racing - Volkswagen Golf GTI), classificatosi 16°, ma con il beneficio della trasparenza di De Oliveira.

Per quanto riguarda le altre wildcard, Mitchell Cheah chiude 19° con la Hyundai i30 N del Team Engstler, il suo compagno di squadra Hafizh Syahrin è 25° e Douglas Khoo subito dietro al pilota di MotoGP con la propria Cupra griffata Viper Niza Racing.

La classifica Mondiale Piloti vede ora Michelisz salire a quota 351 punti, con Guerrieri a 324 e Muller a 316, mentre Björk è ufficialmente fuori dalla corsa restando a 288. A questo punto al magiaro basta arrivare davanti all'argentino in Gara 2 per laurearsi Campione.

Fra i team la Cyan Racing Lynk & Co ha 604 punti, contro i 573 della BRC Hyundai N Squadra Corse e i 525 della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport.

Gara 2 è in programma alle 11;15 e Gara 3 alle 13;10, entrambe visibili su Motorsport TV.

Cla   # Pilota Telaio Giri Tempo Gap Distacco km/h Ritirato Punti
1   5 Hungary Norbert Michelisz Hyundai 10 -          
2   21 France Aurélien Panis CUPRA 10 2.446 2.446 2.446      
3   1 Italy Gabriele Tarquini Hyundai 10 10.009 10.009 7.563      
4   86 Argentina Esteban Guerrieri Honda 10 10.878 10.878 0.869      
5   38 Joao Paulo   10 11.287 11.287 0.409      
6   100 France Yvan Muller Lynk & Co 10 12.125 12.125 0.838      
7   37 Sweden Daniel Haglöf CUPRA 10 17.213 17.213 5.088      
8   14 Sweden Johan Kristoffersson Volkswagen 10 20.142 20.142 2.929      
9   88 Netherlands Nick Catsburg Hyundai 10 31.331 31.331 11.189      
10   69 France Jean-Karl Vernay Audi 10 31.772 31.772 0.441      
11   111 Guernsey Andy Priaulx Lynk & Co 10 36.466 36.466 4.694      
12   25 Morocco Mehdi Bennani Volkswagen 10 37.211 37.211 0.745      
13   9 Hungary Attila Tassi Honda 10 40.633 40.633 3.422      
14   68 France Yann Ehrlacher Lynk & Co 10 42.004 42.004 1.371      
15   52 United Kingdom Gordon Shedden Audi 10 43.183 43.183 1.179      
16   33 Germany Benjamin Leuchter Volkswagen 10 45.377 45.377 2.194      
17   96 Spain Mikel Azcona CUPRA 10 58.401 58.401 13.024      
18   55 China Ma Qing Hua Alfa Romeo 10 1'00.734 1'00.734 2.333      
19   27 Mitchell Cheah Hyundai 10 1'03.709 1'03.709 2.975      
20   31 Italy Kevin Ceccon Alfa Romeo 10 1'05.014 1'05.014 1.305      
21   10 Netherlands Niels Langeveld Audi 10 1'07.607 1'07.607 2.593      
22   29 Argentina Néstor Girolami Honda 10 1'10.078 1'10.078 2.471      
23   12 United Kingdom Robert Peter Huff Volkswagen 10 1'17.382 1'17.382 7.304      
24   50 Netherlands Tom Coronel CUPRA 10 1'20.508 1'20.508 3.126      
25   15 Hafizh Syahrin Hyundai 10 1'24.275 1'24.275 3.767      
26   65 Malaysia Douglas Khoo Koh Hui CUPRA 10 1'36.373 1'36.373 12.098      
27   11 Sweden Thed Björk Lynk & Co 10 2'02.312 2'02.312 25.939      
28   8 Brazil Augusto Farfus Hyundai 10 2'22.601 2'22.601 20.289      
  dnf 18 Portugal Tiago Monteiro Honda 6 4 laps       Ritirato  
  dnf 22 Belgium Frédéric Vervisch Audi 2 8 laps       Ritirato  
Prossimo Articolo
Guerrieri: "Obiettivo raggiunto, tutto è apertissimo nel WTCR"

Articolo precedente

Guerrieri: "Obiettivo raggiunto, tutto è apertissimo nel WTCR"

Prossimo Articolo

Bandiera rossa in Gara 2 a Sepang, a fuoco la Hyundai di Catsburg

Bandiera rossa in Gara 2 a Sepang, a fuoco la Hyundai di Catsburg
Carica commenti