Formula 1
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
MotoGP
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
WRC
03 ott
-
06 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Prossimo evento tra
9 giorni
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
G
Losail
24 ott
-
26 ott
Prossimo evento tra
9 giorni
WEC
30 ago
-
01 set
Evento concluso
04 ott
-
06 ott
Evento concluso

Ma e l'Alfa Romeo sul podio: "Però con incidenti inaccettabili"

condivisioni
commenti
Ma e l'Alfa Romeo sul podio: "Però con incidenti inaccettabili"
Di:
17 set 2019, 12:00

La grande prova del pilota cinese a Ningbo e le belle rimonte di Ceccon hanno galvanizzato la Romeo Ferraris, che però ha dovuto fare uno sforzo clamoroso per rimettere in sesto la Giulietta distrutta nelle varie collisioni.

Ma Qing Hua rientra a casa da Ningbo con l'amarezza di non aver raccolto quanto meritato. In Cina le gare del FIA WTCR hanno visto l'idolo locale grande protagonista con la Alfa Romeo Giulietta Veloce, già un razzo fin dalle prove libere e confermatosi tale anche in qualifica.

Il sabato del portacolori del Team Mulsanne-Romeo Ferraris era andato molto bene, con il secondo posto alle spalle di Yvan Muller, a lungo inseguito ed insidiato dal giovane di Shanghai, che però non ha trovato il varco giusto per sopravanzare la Lynk & Co del francese.

“Questa è una pista molto critica per le gomme, specialmente quando sei al fianco di uno come Yvan – ha detto Ma – Sai che non è facile, lui non ha sbagliato nulla e con il passo così simile era durissima superarlo. Comunque sono felice ed orgoglioso di aver chiuso secondo e ringrazio il team e quelli che mi sostengono".

Le speranze di replicare il bel risultato domenica sono andate in fumo già in Qualifica 2, quando l'Alfa di Ma è arrivata alle spalle della Honda di Néstor Girolami, che però non l'ha visto chiudendogli brutalmente la porta e mandandolo in testacoda, con il risultato che la Giulietta #55 è stata accreditata solamente del 12° tempo.

“L’auto andava meglio di sabato ed ero fiducioso, non so cosa sia successo con Girolami. Di solito i piloti non fanno questi errori in qualifica, io stavo lampeggiando i fari e pensavo mi avesse visto. Ho creduto mi lasciasse spazio, invece niente e la cosa mi ha sorpreso. Potevo essere in pole position..."

E partire da centro gruppo significa rischiare sempre qualcosa di troppo, come infatti è accaduto. Un ruvido contatto in Gara 2 ha piegato la sospensione posteriore destra della macchina di Opera, i cui ragazzi hanno compiuto un lavoro eccellente per rimandarla in pista per Gara 3 (pur partendo dalla pit-lane). Purtroppo anche in quest'ultimo round, Ma non è riuscito ad arrivare alla fine.

"La squadra ha fatto un grande lavoro nella notte tra sabato e domenica per migliorare, e anche tra Gara 2 e 3 per riparare i danni, sono veramente orgoglioso di loro, hanno fatto una magia, non so come, ma ci sono riusciti. Alla Romeo Ferraris sono davvero fantastici, peccato che oggi non fosse decisamente la mia giornata. In qualifica è andata come è andata, Gara 2 è stata roba da pazzi, mentre in Gara 3... che dire... Stavo facendo i miei sorpassi, capisco la gente che vuole difendersi e quelli che vogliono recuperare, ma venirti addosso così non è accettabile. Ho ricevuto botte durissime e sono rimasto a mani vuote".

Anche Kevin Ceccon non è stato da meno, rimontando dalle retrovie. In Gara 1 il bergamasco è stato retrocesso in fondo alla griglia per la sostituzione del motore, mentre in Gara 2 e 3 si è ritrovato fanalino di cosa a causa di una brutta qualifica. Questo non ha fermato il pilota della Giulietta #31, che ha recuperato terreno con grinta fino a raggiungere la zona punti in entrambi i round di domenica.

“Quella di Ningbo era una di quelle piste dove sapevamo di poter contare su una vettura competitiva, e le performance generali del week-end lo hanno dimostrato - spiega Ceccon - Tuttavia è stato frustrante partire dal fondo della griglia per tutte e tre le gare, ma è stato molto divertente lottare recuperando posizioni fino alla doppia Top-10 di domenica. In oltre un anno di lavoro insieme a Romeo Ferraris non avevamo mai avuto un problema, ci è capitato nella giornata sbagliata, ma questo non ci ha impedito di farci notare. Adesso non vedo l’ora di tornare a Suzuka, una pista che lo scorso anno ci ha regalato emozioni incredibili e dove spero potremmo ancora essere competitivi per le posizioni di alta classifica”.

“Questo di Ningbo è stato un fine settimana ricco di emozioni, tanto positive, quanto negative - ha aggiunto Michela Cerruti, Operations Manager di Romeo Ferraris, che ha voluto anche sottolineare la bella prova dell'Alfa Romeo condotta al successo da Max Mugelli nel campionato italiano - La vittoria nel TCR Italy ed il podio nel FIA WTCR sono sicuramente i momenti più belli e che ci regalano gratificazione per il lavoro che facciamo".

"Dall’altra c’è la frustrazione di aver visto il lavoro di tutto il nostro staff vanificato dalla leggerezza di altri piloti. Quanto avvenuto in qualifica in Cina, e poi ripetutosi in gara, in un campionato come questo, penso sia inaccettabile. Non entro nel merito della questione perché i commissari hanno già dato una punizione esemplare, ma questo non ha restituito a noi e a Ma la possibilità di lottare al vertice".

"Sono altrettanto amareggiata per il problema avuto sulla vettura di Kevin, il primo in due anni di mondiale, che lo ha costretto da fondo griglia in tutte e tre le gare. Ma al pari dei nostri meccanici, che hanno ricostruito una macchina disintegrata in 20 minuti, ha dimostrato grande carattere e determinazione, mettendo a segno delle gare fantastiche. Inoltre, la maturità dimostrata nella comprensione di quanto avvenuto, ci è di spinta per il prossimo appuntamento, a Suzuka, dove lo scorso anno abbiamo conquistato la prima vittoria nel mondiale”.

Scorrimento
Lista

Podio: il vincitore della gara Yvan Muller, Cyan Racing Lynk & Co 03 TCR, secondo classificato Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR, terzo classificato Mikel Azcona, PWR Racing CUPRA TCR

Podio: il vincitore della gara Yvan Muller, Cyan Racing Lynk & Co 03 TCR, secondo classificato Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR, terzo classificato Mikel Azcona, PWR Racing CUPRA TCR
1/16

Foto di: WTCR

Top 3 dopo le qualifiche: Pole sitter Yvan Muller, Cyan Racing Lynk & Co 03 TCR, Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR, Mikel Azcona, PWR Racing CUPRA TCR

Top 3 dopo le qualifiche: Pole sitter Yvan Muller, Cyan Racing Lynk & Co 03 TCR, Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR, Mikel Azcona, PWR Racing CUPRA TCR
2/16

Foto di: WTCR

Podio: il vincitore della gara Yvan Muller, Cyan Racing Lynk & Co 03 TCR, secondo classificato Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR, terzo classificato Mikel Azcona, PWR Racing CUPRA TCR

Podio: il vincitore della gara Yvan Muller, Cyan Racing Lynk & Co 03 TCR, secondo classificato Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR, terzo classificato Mikel Azcona, PWR Racing CUPRA TCR
3/16

Foto di: WTCR

Thed Björk, Cyan Racing Lynk & Co 03 TCR, Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR, Yann Ehrlacher, Cyan Performance Lynk & Co 03 TCR

Thed Björk, Cyan Racing Lynk & Co 03 TCR, Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR, Yann Ehrlacher, Cyan Performance Lynk & Co 03 TCR
4/16

Foto di: WTCR

Kevin Ceccon, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR

Kevin Ceccon, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
5/16

Foto di: WTCR

Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR

Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
6/16

Foto di: WTCR

Kevin Ceccon, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR

Kevin Ceccon, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
7/16

Foto di: WTCR

Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR, Néstor Girolami, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR

Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR, Néstor Girolami, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
8/16

Foto di: WTCR

Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR

Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
9/16

Foto di: WTCR

Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR

Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
10/16

Foto di: WTCR

Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR

Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
11/16

Foto di: WTCR

Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR

Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
12/16

Foto di: WTCR

Kevin Ceccon, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR

Kevin Ceccon, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
13/16

Foto di: WTCR

Kevin Ceccon, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR

Kevin Ceccon, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
14/16

Foto di: WTCR

Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR

Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
15/16

Foto di: WTCR

Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR

Ma Qing Hua, Team Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
16/16

Foto di: WTCR

Prossimo Articolo
Un estintore manda in... fumo i sogni cinesi di Guerrieri

Articolo precedente

Un estintore manda in... fumo i sogni cinesi di Guerrieri

Prossimo Articolo

Geely Group apre finalmente le vendite della Lynk & Co 03 TCR

Geely Group apre finalmente le vendite della Lynk & Co 03 TCR
Carica commenti