Formula 1
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
38 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso

Hungaroring, Libere 2: Guerrieri mantiene in vetta la Honda

condivisioni
commenti
Hungaroring, Libere 2: Guerrieri mantiene in vetta la Honda
Di:
27 apr 2019, 08:38

Pista umida e temperature più basse non fermano la Civic dell'argentino, che si tiene dietro Panis e Muller, con Michelisz quarto e Kristoffersson che riporta in Top5 la Volkswagen. Bene Girolami e Tassi, Vernay migliore Audi, Tarquini decimo, indietro le Alfa Romeo in una classifica corta. Ancora problemi coi track limits.

All'Hungaroring la mattina di sabato si è presentata con temperature molto più fredde rispetto a ieri e la pista inumidita dalla pioggia caduta nella notte, ma la Honda si conferma ugualmente competitiva anche in condizioni differenti.

Le Prove Libere 2 del FIA WTCR hanno infatti visto ancora una volta svettare la Civic Type R della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport grazie all'1'52"913 realizzato da Esteban Guerrieri, che nel corso dei 30' di sessione ha abbassato il limite segnato ieri pomeriggio dal suo compagno di squadra Néstor Girolami, fermatosi ora sesto.

Dopo le buone cose dimostrate ieri, Aurélien Panis si conferma molto rapido con la Cupra della Comtoyou Racing chiudendo secondo per soli 0"044, mentre Yvan Muller porta al terzo posto la Lynk & Co 03 della Cyan Racing tenendosi dietro la Hyundai i30 N dell'idolo locale Norbert Michelisz (BRC).

Un bel salto in avanti lo compie Johan Kristoffersson al volante della Volkswagen Golf GTI: il concorrente della Sébastien Loeb Racing è il più veloce delle macchine tedesche, che da oggi possono beneficiare di una riduzione di 10kg sul BoP imposto dal Dipartimento Tecnico del TCR.

Detto di Girolami sesto, alle sue spalle c'è l'altro pilota di casa, Attila Tassi, con la prima delle Honda Civic Type R della KCMG, seguito da Jean-Karl Vernay, che svetta fra le Audi RS 3 LMS con quella del Leopard Team WRT.

In Top10 abbiamo anche la Lynk & Co 03 di Yann Ehrlacher e la Hyundai i30 N del Campione in carica Gabriele Tarquini, che si tiene dietro le Audi RS 3 LMS di Gordon Shedden (Leopard Team WRT) e Frédéric Vervisch (Comtoyou Racing), la Cupra di Mikel Azcona (PWR Racing), la Lynk & Co 03 di Thed Björk (Cyan Racing) e le Hyundai i30 N della BRC-Lukoil affidate a Nicky Catsburg ed Augusto Farfus.

Soffrono le Alfa Romeo Giulietta Veloce del Team Mulsanne-Romeo Ferraris, con Kevin Ceccon 20° e Ma Qing Hua 24°, i quali accusano distacchi oltre il secondo in una classifica che comunque risulta piuttosto corta se teniamo conto che in 1"1 ci sono appunto i primi 20.

Anche in questa occasione i track limits hanno creato non pochi problemi, il che risulterà una variabile da non sottovalutare in qualifica. A perdere il loro miglior giro per essere andati "oltre le righe" sono stati in sequenza Andy Priaulx (Lynk & Co 03 - Cyan Racing), Vervisch, Catsburg, Tamas Tenke (Cupra - Zengo Motorsport), Ceccon, Michelisz, Ma, Farfus e Girolami.

Alle 11;45 si svolgeranno le qualifiche per definire l'ordine di partenza di Gara 1, prevista per le 15;15.

Cla # Pilota Chassis Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 86 Argentina Esteban Guerrieri Honda 11 1'52.913     139.679
2 21 France Aurélien Panis Seat 10 1'52.957 0.044 0.044 139.624
3 100 France Yvan Muller Lynk & Co 10 1'53.151 0.238 0.194 139.385
4 5 Hungary Norbert Michelisz Hyundai 10 1'53.215 0.302 0.064 139.306
5 14 Sweden Johan Kristoffersson Volkswagen 11 1'53.364 0.451 0.149 139.123
6 29 Argentina Néstor Girolami Honda 12 1'53.399 0.486 0.035 139.080
7 9 Hungary Attila Tassi Honda 12 1'53.400 0.487 0.001 139.079
8 69 France Jean-Karl Vernay Audi 12 1'53.433 0.520 0.033 139.038
9 68 France Yann Ehrlacher Lynk & Co 10 1'53.437 0.524 0.004 139.034
10 1 Italy Gabriele Tarquini Hyundai 12 1'53.713 0.800 0.276 138.696
11 52 United Kingdom Gordon Shedden Audi 13 1'53.826 0.913 0.113 138.558
12 22 Belgium Frédéric Vervisch Audi 11 1'53.878 0.965 0.052 138.495
13 96 Spain Mikel Azcona Seat 11 1'53.886 0.973 0.008 138.485
14 11 Sweden Thed Björk Lynk & Co 10 1'53.902 0.989 0.016 138.466
15 88 Netherlands Nick Catsburg Hyundai 10 1'53.910 0.997 0.008 138.456
16 8 Brazil Augusto Farfus Hyundai 10 1'53.914 1.001 0.004 138.451
17 37 Sweden Daniel Haglöf Seat 12 1'53.923 1.010 0.009 138.440
18 111 Guernsey Andy Priaulx Lynk & Co 11 1'53.977 1.064 0.054 138.375
19 31 Italy Kevin Ceccon Alfa Romeo 12 1'54.054 1.141 0.077 138.281
20 33 Germany Benjamin Leuchter Volkswagen 11 1'54.355 1.442 0.301 137.917
21 50 Netherlands Tom Coronel Seat 9 1'54.387 1.474 0.032 137.879
22 25 Morocco Mehdi Bennani Volkswagen 11 1'54.391 1.478 0.004 137.874
23 12 United Kingdom Robert Peter Huff Volkswagen 11 1'54.686 1.773 0.295 137.519
24 55 China Ma Qing Hua Alfa Romeo 13 1'54.809 1.896 0.123 137.372
25 18 Portugal Tiago Monteiro Honda 11 1'55.100 2.187 0.291 137.025
26 10 Netherlands Niels Langeveld Audi 9 1'55.239 2.326 0.139 136.859
27 23 Tamas Tenke Seat 12 1'57.185 4.272 1.946 134.587
Prossimo Articolo
BoP: calato di 10kg il peso delle Volkswagen, aumenta la zavorra per chi ha il cambio DSG

Articolo precedente

BoP: calato di 10kg il peso delle Volkswagen, aumenta la zavorra per chi ha il cambio DSG

Prossimo Articolo

Zampata di Néstor Girolami, Honda in pole position per Gara 1

Zampata di Néstor Girolami, Honda in pole position per Gara 1
Carica commenti