WTCR: grande Pole di Girolami con la Honda al Nordschleife

L'argentino migliora in un finale bellissimo dove Ehrlacher prende bandiera ed è secondo, mentre Tassi, Björk e Coronel salgono in Top5 davanti all'ottimo Azcona. Berthon è in pole per la griglia invertita di Gara 1, affiancato da Vernay che porta nona l'Alfa Romeo. Male Muller, Magnus ha problemi.

WTCR: grande Pole di Girolami con la Honda al Nordschleife

Néstor Girolami è stato autore di una tornata magnifica sul Nürburgring Nordschleife, andando a conquistare la Pole Position per Gara 2 del FIA WTCR.

Il pilota della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport ha fermato il cronometro sull'8'51"802 con la sua Honda Civic Type R proprio nell'ultimo tentativo a disposizione, ma l'argentino deve anche ringraziare l'enorme errore commesso dalla Cyan Racing, che ha spedito la Lynk & Co 03 di Yann Ehrlacher troppo tardi in pista facendo prendere al francese bandiera a scacchi, senza quindi poter tentare di mantenere il primato che fino a quel momento aveva.

Ehrlacher è secondo per 1"163, mentre si conferma in formissima Attila Tassi, il più rapido delle Prove Libere, che con la Honda della ALL-INKL.DE Münnich Motorsport si classifica terzo a 2"289 dalla vetta, e che verrà affiancato in seconda fila dalla Lynk & Co di Thed Björk (Cyan Performance).

La prima Audi RS 3 LMS della Comtoyou Racing è quinta grazie a Tom Coronel, che precede un ottimo Mikel Azcona al volante della Cupra Leon Competición preparata dalla Zengő Motorsport e da Santiago Urrutia, che deve ringraziare la Cyan Racing per aver sistemato la sua Lynk & Co dopo l'incidente delle Libere 2.

Solo ottavo Esteban Guerrieri al volante dell'altra Honda della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport, con Jean-Karl Vernay che invece partirà nono sulla Alfa Romeo Giulietta Veloce del Team Mulsanne-Romeo Ferraris.

Come a Zolder, il francese avrà di nuovo la grande occasione di scattare dalla prima fila della griglia invertita di Gara 1, la cui pole va a Nathanaël Berthon, che proprio in Belgio aveva ottenuto il primato assoluto, ma buttando via tutto per essere scattato in anticipo con l'Audi della Comtoyou Racing.

Mastica amarissimo Yvan Muller, beffato per 0"604 nella bagarre per la partenza al palo del primo round e ora davanti a due partenze dall'undicesima casella dello schieramento con la Lynk & Co di Cyan Racing.

Problemi per Gilles Magnus, primo ad essersi lanciato completando però lentamente la tornata in quasi 12'. Il belga del Comtoyou-RACB National Team ha lamentato "mancanza di potenza" alla sua Audi RS 3 LMS via radio, ma in un finale concitato è comunque riuscito a tornare in azione e a classificarsi 12°, davanti alla Honda di Tiago Monteiro (ALL-INKL.DE Münnich Motorsport).

Quattordicesima abbiamo invece la seconda Cupra della Zengő Motorsport con sopra Gábor Kismarty-Lechner. Peggio è andata al suo compagno di squadra Bence Boldizs, squalificato perché la sua vettura ha superato i limiti di rumore imposti, guaio che aveva già avuto nelle Libere e che evidentemente il team ungherese non è riuscito a risolvere a dovere.

Qualifiche da dimenticare per Jack Young (Vuković Motorsport), insabbiatosi nella parte GP Strecke del tracciato e relegato al 13° posto con la sua Renault Mégane R.S., con la quale era riuscito a completare almeno una tornata. Il nordirlandese, fermo alla curva 7, ha causato il "Code 60" che ha costretto molti ad abortire il giro, per cui la direzione gara gli ha cancellato il crono e dovrà partire dalle retrovie.

Cla # Pilota Telaio Giri Tempo Gap Distacco km/h Punti
1 29 Argentina Néstor Girolami Honda 2 8'51.802     171.794  
2 68 France Yann Ehrlacher Lynk & Co 1 8'52.965 1.163 1.163 171.419  
3 9 Hungary Attila Tassi Honda 2 8'54.091 2.289 1.126 171.058  
4 11 Sweden Thed Björk Lynk & Co 2 8'54.870 3.068 0.779 170.809  
5 31 Netherlands Tom Coronel Audi 2 8'55.087 3.285 0.217 170.740  
6 96 Spain Mikel Azcona CUPRA 1 8'55.241 3.439 0.154 170.690  
7 12 Uruguay Santiago Urrutia Lynk & Co 2 8'55.307 3.505 0.066 170.669  
8 86 Argentina Esteban Guerrieri Honda 2 8'55.590 3.788 0.283 170.579  
9 69 France Jean-Karl Vernay Alfa Romeo 2 8'56.264 4.462 0.674 170.365  
10 17 France Nathanaël Berthon Audi 2 8'56.377 4.575 0.113 170.329  
11 100 France Yvan Muller Lynk & Co 2 8'56.981 5.179 0.604 170.137  
12 16 Belgium Gilles Magnus Audi 2 8'58.999 7.197 2.018 169.500  
13 18 Portugal Tiago Monteiro Honda 2 9'02.573 10.771 3.574 168.384  
14 99 Gabor Kismarty-Lechner CUPRA 1 10'40.456 1'48.654 1'37.883 142.649  
15 7 Jack Young Renault 1          
16 55 Bence Boldizs CUPRA 0          
condivisioni
commenti
WTCR, Nordschleife: Tassi è un fulmine nelle Libere
Articolo precedente

WTCR, Nordschleife: Tassi è un fulmine nelle Libere

Prossimo Articolo

WTCR: Urrutia penalizzato, Muller in Pole per Gara 1

WTCR: Urrutia penalizzato, Muller in Pole per Gara 1
Carica commenti
Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali Prime

Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali

Annunciato il suo addio alle corse a tempo pieno, Gabriele Tarquini si appresta ad affrontare una nuova vita dopo tantissimi anni di carriera ed esperienze. Motorsport.com ha parlato con alcuni dei suoi più stretti amici e accerrimi rivali per conoscere aneddoti e restroscena che vi proponiamo in esclusiva.

WTCR
14 nov 2021
Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni Prime

Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni

Ad Aragón il "Cinghiale" ha ottenuto l'ennesima vittoria di una carriera che pare non fermarsi mai. Ma oltre alle qualità di pilota, l'abruzzese conta sulla passione e una testa che da anni gli consente di restare al top: ecco come.

WTCR
13 lug 2021
Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde) Prime

Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde)

Il portoghese sul Nordschleife ha inaugurato la stagione 2021 del WTCR con una grandissima vittoria, che è la seconda nella serie dal rientro del 2019 dopo l'incidente che per poco lo ha ucciso. Ecco come è arrivata e perché è molto più reale della precedente.

WTCR
13 giu 2021
WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde) Prime

WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde)

Il Mondiale Turismo riparte nel weekend con le gare del Nurburgring, ma il sapore è sempre più quello di un campionato riservato esclusivamente agli ufficiali e ai più ricchi, estromettendo di fatto quei team che potevano ambire a qualcosa di grande con il concetto TCR.

WTCR
30 mag 2021
Tarquini: “Capisco Vale: è più facile dire smetto che continuo” Prime

Tarquini: “Capisco Vale: è più facile dire smetto che continuo”

Intervista esclusiva a Gabriele Tarquini, tra i piloti italiani più vincenti e longevi di sempre. In questa seconda chiaccherata in compagnia del portacolori Hyundai, andiamo a ripercorrere la sua carriera dopo il saluto alla Formula 1 e l'approdo nei vari campionati turismo dove si è regalato tanti successi e soddisfazioni. Impossibile, poi, non dedicare un pensiero al difficile avvio di stagione di Valentino Rossi

WTCR
11 mag 2021
WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta Prime

WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta

La Romeo Ferraris non schiererà più le sue Giulietta nella massima serie turismo per via di un regolamento che mette sempre più da parte i privati, confermando ancora una volta la cecità sportiva dei vertici del Biscione.

WTCR
25 mar 2021
Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni Prime

Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni

Il bello del motorsport è che spesso si rivela senza età! Fra i tanti veterani del panorama internazionale, ne abbiamo scelti dieci Over50 che ancora riescono a vincere gare e titoli. Ecco i loro nomi e profili in ordine anagrafico.

WTCR
24 mar 2021
Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Formula 1
1 mar 2021