Formula 1
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
38 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso

Festa Honda a Vila Real, Tassi centra la prima pole per Gara 3 davanti a Monteiro

condivisioni
commenti
Festa Honda a Vila Real, Tassi centra la prima pole per Gara 3 davanti a Monteiro
Di:
7 lug 2019, 11:05

I piloti della KCMG hanno dettato legge con le Civic battendo le Lynk & Co di Ehrlacher e Muller, con Huff in Top5. Bene Vernay sull'Audi, Hyundai salvata dal solo Catsburg, Ma Qing Hua in pole per Gara 2 con l'Alfa Romeo affiancato da Guerrieri, sbaglia Ceccon.

Storica Qualifica per la Honda e il team KCMG a Vila Real, dove Attila Tassi ha conquistato la prima Pole Position per Gara 3 in carriera nel FIA WTCR e Tiago Monteiro ritrova la prima fila davanti al suo pubblico.

Sull'ostico tracciato da 4,785km portoghese, il giovanissimo ungherese ha condotto magistralmente la sua Honda Civic Type R ottenendo il miglior crono nelle tre sessioni, firmando l'1'59"808 che gli ha permesso di battere per 0"141 l'idolo locale, festeggiatissimo considerando che lo scorso anno qui non aveva corso per via dei postumi dell'infortunio patito a fine 2017 nel tremendo botto dei test di Barcellona.

La doppietta di vetture costruite dalla JAS Motorsport relega in seconda fila le Lynk & Co 03 della Cyan Racing, con Yann Ehrlacher che scatterà terzo affiancato dallo zio Yvan Muller, mentre Rob Huff si deve accontentare del quinto posto al volante della Volkswagen Golf GTI preparata dalla Sébastien Loeb Racing.

Ha sfiorato la battaglia della Q3 Jean-Karl Vernay, unica Audi RS 3 LMS a risultare competitiva nel calvario delle vetture dei Quattro Anelli. Il portacolori del Leopard Team WRT conclude sesto precedendo la Hyundai i30 N di Nicky Catsburg (BRC-Lukoil) e la Cupra di un ottimo Mikel Azcona (PWR Racing).

Esteban Guerrieri andrà a caccia del riscatto in Gara 2, dove la griglia invertita lo vedrà scattare dalla prima fila dopo che il pilota della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport ha piazzato la sua Honda Civic Type R in nona posizione; peggio è andata al suo compagno di squadra Néstor Girolami, undicesimo per entrambi i round.

Sorrisi e lacrime anche in casa Team Mulsanne-Romeo Ferraris: dopo aver centrato il secondo crono andando sotto i 2', Kevin Ceccon ha commesso un errore in avvio di Q2 sbattendo violentemente contro le barriere della curva 4. Illeso il bergamasco - classificato 12° - e distrutta sul lato di destra la Alfa Romeo Giulietta Veloce, con sessione interrotta per oltre 20' per riparare il guard-rail.

Dall'altro lato del box tricolore è festa per il decimo posto di Ma Qing Hua, terzo in Q1 e decimo in Q2, il che significa Pole Position della griglia invertita di Gara 2 per il cinese e grandissima occasione di dare l'assalto al suo secondo successo dell'anno.

La classifica è risultata cortissima già dalla Q1, dove clamorosamente sono state eliminate le altre tre Hyundai i30 N della BRC, prima su tutte quella del vincitore di Gara 1, Norbert Michelisz, solamente 16° e seguito dal compagno di squadra e Campione in carica Gabriele Tarquini, mentre Augusto Farfus - ieri a podio - ha commesso un errore centrando le barriere alla curva 4 rompendo la sospensione anteriore destra e ritrovandosi 20°.

Primi a masticare amarissimo per aver fallito l'ingresso in Q2 (questione di millesimi) sono l'Audi RS 3 LMS di Frédéric Vervisch (Comtoyou Racing), Johan Kristoffersson con la Volkswagen Golf GTI della Sébastien Loeb Racing e Thed Björk sulla Lynk & Co 03 della Cyan Racing, rispettivamente fra il 13° e il 15° posto.

Niente da fare nemmeno per il compagno di squadra di quest'ultimo, Andy Priaulx, 18° con alle spalle la Cupra di Aurélien Panis (Comtoyou Racing-DHL). Gordon Shedden si ferma 21° con la seconda Audi RS 3 LMS del Leopard Team WRT, seguito dalle Volkswagen Golf GTI della Sébastien Loeb Racing di Benjamin Leuchter e Mehdi Bennani, dalle Cupra di Tom Coronel (Comtoyou Racing-DHL) - che ha rotto la trasmissione dopo un solo giro - e Daniel Haglöf (PWR Racing), e dall'Audi RS 3 LMS di Niels Langeveld (Comtoyou Racing).

Per altro c'è da segnalare che Bennani, Leuchter, Kristoffersson, Coronel, Haglöf, Farfus e Panis si sono visti pure cancellare il loro miglior tempo per non aver rispettato i track limits nelle chicane 11-12-13 e 19-20.

CLASSIFICA Q1

Cla # Pilota Chassis Giri Tempo Gap Distacco km/h Punti
1 9 Hungary Attila Tassi Honda 10 1'59.584     143.748  
2 31 Italy Kevin Ceccon Alfa Romeo 10 1'59.634 0.050 0.050 143.688  
3 55 China Ma Qing Hua Alfa Romeo 9 1'59.760 0.176 0.126 143.537  
4 18 Portugal Tiago Monteiro Honda 10 1'59.766 0.182 0.006 143.529  
5 86 Argentina Esteban Guerrieri Honda 9 1'59.833 0.249 0.067 143.449  
6 29 Argentina Néstor Girolami Honda 10 1'59.868 0.284 0.035 143.407  
7 88 Netherlands Nick Catsburg Hyundai 10 1'59.916 0.332 0.048 143.350  
8 96 Spain Mikel Azcona CUPRA 7 1'59.934 0.350 0.018 143.328  
9 68 France Yann Ehrlacher Lynk & Co 11 2'00.032 0.448 0.098 143.211  
10 12 United Kingdom Robert Peter Huff Volkswagen 10 2'00.048 0.464 0.016 143.192  
11 100 France Yvan Muller Lynk & Co 11 2'00.050 0.466 0.002 143.190  
12 69 France Jean-Karl Vernay Audi 11 2'00.053 0.469 0.003 143.186  
13 22 Belgium Frédéric Vervisch Audi 11 2'00.056 0.472 0.003 143.183  
14 14 Sweden Johan Kristoffersson Volkswagen 9 2'00.062 0.478 0.006 143.176  
15 11 Sweden Thed Björk Lynk & Co 11 2'00.233 0.649 0.171 142.972  
16 5 Hungary Norbert Michelisz Hyundai 10 2'00.242 0.658 0.009 142.961  
17 1 Italy Gabriele Tarquini Hyundai 10 2'00.475 0.891 0.233 142.685  
18 111 Guernsey Andy Priaulx Lynk & Co 11 2'00.541 0.957 0.066 142.607  
19 21 France Aurélien Panis CUPRA 10 2'00.650 1.066 0.109 142.478  
20 8 Brazil Augusto Farfus Hyundai 6 2'00.779 1.195 0.129 142.326  
21 52 United Kingdom Gordon Shedden Audi 10 2'01.119 1.535 0.340 141.926  
22 33 Germany Benjamin Leuchter Volkswagen 11 2'01.167 1.583 0.048 141.870  
23 25 Morocco Mehdi Bennani Volkswagen 8 2'01.217 1.633 0.050 141.811  
24 50 Netherlands Tom Coronel CUPRA 6 2'01.305 1.721 0.088 141.708  
25 37 Sweden Daniel Haglöf CUPRA 6 2'01.727 2.143 0.422 141.217  
26 10 Netherlands Niels Langeveld Audi 10 2'01.956 2.372 0.229 140.952  

CLASSIFICA Q2

Cla # Pilota Chassis Giri Tempo Gap Distacco km/h Punti
1 9 Hungary Attila Tassi Honda 5 1'59.445     143.915  
2 100 France Yvan Muller Lynk & Co 6 1'59.643 0.198 0.198 143.677  
3 18 Portugal Tiago Monteiro Honda 5 1'59.722 0.277 0.079 143.582  
4 12 United Kingdom Robert Peter Huff Volkswagen 6 1'59.734 0.289 0.012 143.568  
5 68 France Yann Ehrlacher Lynk & Co 6 1'59.761 0.316 0.027 143.535  
6 69 France Jean-Karl Vernay Audi 6 1'59.918 0.473 0.157 143.347  
7 88 Netherlands Nick Catsburg Hyundai 5 1'59.936 0.491 0.018 143.326  
8 96 Spain Mikel Azcona CUPRA 6 1'59.955 0.510 0.019 143.303  
9 86 Argentina Esteban Guerrieri Honda 6 1'59.992 0.547 0.037 143.259  
10 55 China Ma Qing Hua Alfa Romeo 5 2'00.219 0.774 0.227 142.989  
11 29 Argentina Néstor Girolami Honda 6 2'00.515 1.070 0.296 142.637  
12 31 Italy Kevin Ceccon Alfa Romeo 3          

CLASSIFICA Q3

Cla # Pilota Chassis Giri Tempo Gap Distacco km/h Punti
1 9 Hungary Attila Tassi Honda   1'59.808     143.479 5
2 18 Portugal Tiago Monteiro Honda   1'59.949 0.141 0.141 143.310 4
3 68 France Yann Ehrlacher Lynk & Co   2'00.122 0.314 0.173 143.104 3
4 100 France Yvan Muller Lynk & Co   2'00.286 0.478 0.164 142.909 2
5 12 United Kingdom Robert Peter Huff Volkswagen   2'00.424 0.616 0.138 142.745 1

 

 

 

Prossimo Articolo
Tragedia in Cyan Racing, un tecnico di 21 anni muore per un malore a Vila Real

Articolo precedente

Tragedia in Cyan Racing, un tecnico di 21 anni muore per un malore a Vila Real

Prossimo Articolo

Prima gioia per Azcona e la Cupra in Gara 2, Ma sul podio con l'Alfa Romeo

Prima gioia per Azcona e la Cupra in Gara 2, Ma sul podio con l'Alfa Romeo
Carica commenti