WTCR | Allarme gomme, Muller tuona: "Correre? Non voglio morire!"

I tanti cedimenti delle coperture Goodyear sul Nordschleife hanno creato problemi e paure fin dalle Prove Libere, con l'alsaziano che non si nasconde e dice apertamente che la situazione è troppo pericolosa per correre domani.

WTCR | Allarme gomme, Muller tuona: "Correre? Non voglio morire!"
Carica lettore audio

E' di nuovo allarme gomme al Nürburgring Nordschleife, dove si sono appena concluse le Qualifiche del FIA WTCR.

Fin dalle Prove Libere di giovedì, una marea di concorrenti ha riportato forature e cedimenti degli pneumatici forniti da Goodyear alla massima serie turismo.

Una situazione che si era già vista nel 2016 (quando le coperture erano le Yokohama per le TC1 dell'allora FIA WTCC) e che pare ripetersi in questo weekend, dove l'Inferno Verde è uno spauracchio più che mai in ogni suo punto dei 25,378km.

Mentre dal gommista statunitense comunicano che è tutto sotto controllo, specificando che i problemi sono derivati dalle condizioni del tracciato, la FIA ha scelto di assegnare a tutti i concorrenti 2 gomme in più e far girare i piloti per 15' prima delle Qualifiche, in modo da sistemare meglio le rispettive vetture in base alle indicazioni fornite dai tecnici di Goodyear.

Tra quelli che hanno avuto ancora grattacapi con le gomme c'è Yvan Muller, impossibilitato a fare un giro veloce al completo perché nel primo tentativo ha forato nuovamente, per poi avere delle vibrazioni nel secondo.

Yvan Muller, Cyan Racing Lynk & Co, Lynk & Co 03 TCR

Yvan Muller, Cyan Racing Lynk & Co, Lynk & Co 03 TCR

Photo by: WTCR

"Purtroppo nel primo giro ho avuto un'altra foratura, quindi ho dovuto alzare il piede. Col team abbiamo deciso di uscire per una seconda tornata, visto che ero indietro", spiega il pilota della Cyan Racing.

I suoi colleghi, Santiago Urrutia ed Yann Ehrlacher in quel momento erano al primo e secondo posto con le loro Lynk & Co 03, ma sono rimasti fermi per precauzione.

Decisione presa malissimo dal francese, che ha iniziato ad inveire con urla e parolacce verso il muretto, mentre il suo ingegnere cercava si spiegargli la situazione.

Nel frattempo hanno migliorato le Audi di Mehdi Bennani e Gilles Magnus superando l'uruguaio e il Campione in carica, con Muller che invece non è andato oltre il 10° posto.

Nel post-sessione, l'alsaziano non si è nascosto e ha tuonato in conferenza stampa sulla situazione.

Yvan Muller, Cyan Racing Lynk & Co, Lynk & Co 03 TCR

Yvan Muller, Cyan Racing Lynk & Co, Lynk & Co 03 TCR

Photo by: WTCR

"I miei compagni erano messi meglio in classifica e quindi sono rimasti ai box per non rischiare, un peccato perché avrebbero potuto fare la Pole Position, ma io dovevo cercare di migliorare".

"Quando sono entrato in pista e ho iniziato a spingere, ecco di nuovo una vibrazione. Come ha detto Santiago, vista la situazione, in gara sarà una questione di sopravvivenza".

"Personalmente, dico subito che non sono sicuro di correre domani in queste condizioni, non voglio morire".

Dalla Goodyear, raccolte le lamentele e analizzati i dati, hanno emesso un comunicato ammettendo che ci possono essere problemi, ma sulla lunga durata e non nella distanza che è prevista per il WTCR.

"Durante le qualifiche del WTCR Race of Germany sul Nürburgring Nordschleife, due costruttori (Honda e Lynk & Co) hanno riportato danni agli pneumatici, mentre altri tre (Audi, Cupra e Hyundai) non ne hanno segnalati".

"Per raccogliere dati, abbiamo introdotto un lotto di produzione diverso per questa sessione. Non sono state riscontrate differenze nelle prestazioni o nella durata tra i due lotti".

"Nell'ambito delle analisi, abbiamo confrontato i dati del WTCR con quelli forniti dai team Goodyear nelle sessioni di prove per la 24 Ore del Nürburgring, che fa parte dello stesso evento".

"In quello endurance, abbiamo riscontrato un problema con i pneumatici su un gruppo di 32 vetture (tra cui sette TCR). Queste auto percorrono in genere fino a nove giri in uno stint, tre volte la distanza di una gara WTCR".

"Lavoriamo costantemente con i team del WTCR per garantire che seguano le nostre raccomandazioni tecniche per la stagione 2022".

"Continueremo a consigliare tutti i team sull'assetto e sull'uso dei cordoli, mantenendo anche il processo di raccolta dati per sostenere la nostra filosofia di miglioramento continuo".

Le due gare sono in programma sabato alle 10;00 e alle 12;35 sulla distanza di 3 giri, dunque vedremo se verranno presi provvedimenti dagli addetti ai lavori e alla sicurezza.

Leggi anche:
condivisioni
commenti
WTCR | Nordschleife: Pole da record di Bennani, doppietta Audi
Articolo precedente

WTCR | Nordschleife: Pole da record di Bennani, doppietta Audi

Prossimo Articolo

WTCR | Caos gomme, niente gare al Nurburgring per sicurezza!

WTCR | Caos gomme, niente gare al Nurburgring per sicurezza!