Alfa Romeo, dallo 'sgarbo' al trionfo: "Ecco il nostro valore!"

Ad Aragón Vernay si è visto togliere la Pole di Gara 3 per i track limits, quando però altri sono stati graziati, ma in Gara 1 ha riportato al successo la Giulietta del Team Mulsanne-Romeo Ferraris dopo tanto tempo dal primo gradino del podio per entrambi.

Alfa Romeo, dallo 'sgarbo' al trionfo: "Ecco il nostro valore!"

E' stato un weekend trionfale (ma lo diciamo subito, avrebbe potuto esserlo ancora di più) per Jean-Karl Vernay al MotorLand Aragón, dove in Gara 1 del FIA WTCR ha riportato al successo assoluto l'Alfa Romeo.

Il francese si è mostrato in forma fin dalle Qualifiche del sabato, dove ha piazzato la Giulietta Veloce in Top3 in Q1, per poi agguantare anche la Q3 e addirittura la Pole Position.

Purtroppo nel post-sessione, i commissari lo hanno punito cancellandogli il crono da primato perché ottenuto andando oltre i track limits: questione di centimetri che il portacolori del Team Mulsanne-Romeo Ferraris ha accettato, ma replicando anche che la regola deve essere applicata allo stesso modo per tutti.

"Le Qualifiche sono state fantastiche, terzo tempo per Gara 1 e Pole per Gara 3, un bel regalo per il mio compleanno, ma soprattutto per la squadra, che ancora una volta ha dimostrato essere capace di grande consistenza e bravura - ha commentato Vernay, che nelle Libere 2 aveva anche visto volare via la ruota anteriore sinistra - Lì c'è stato un problema e non ero sicuro che fosse risolvibile in tempo per le Qualifiche; invece il team ha sistemato tutto, quindi un bel grazie ai ragazzi. Quando ci siamo presentati al via della sessione ero molto tranquillo e rilassato, sapevo di avere una possibilità e l'ho sfruttata".

In realtà la cancellazione del tempo lo ha relegato quarto sulla griglia di Gara 3, ma il colpaccio "Jay Kay San" lo ha fatto in Gara 1, quando è partito alla grandissima superando subito i rivali e scappando via verso un successo che gli mancava da Macao 2018.

"Era passato tanto tempo, troppo! Volevo vincere e sono felicissimo. Prima della gara, mentre ero in macchina, mi sono detto 'se arrivo sul podio mi toccherà andare in conferenza stampa, ma non parlerò perché sono ancora molto scocciato per quanto accaduto in Qualifica'. Magari è stata una reazione stupida, però è vero anche che sabato abbiamo subìto un torto e secondo me la penalità non è stata data in maniera corretta. Mi spiego: se sono io a sbagliare, è giusto che paghi, ma deve essere così per tutti. Comunque ora meglio guardare avanti".

Dopo lo sfogo, riferito al fatto che Gilles Magnus ha praticamente sfruttato ogni metro di pista ed oltre senza minimamente essere investigato dai giudici, il transalpino spiega come ha riportato al successo l'Alfa Romeo costruita ad Opera.

"Quando mi sono svegliato ero già concentrato sulla gara, infatti sono partito benissimo; non si è deciso tutto lì, ma di fatto gran parte del lavoro era già svolto. Urrutia era molto veloce e sono sicurissimo che volesse vincere anche lui, infatti continuava a spingere. Ma non ho fatto errori e ho provato a sfruttare il potenziale della mia auto meglio che potevo. Ho costruito un margine di sicurezza e gestito la situazione. Il primo giro è stato molto difficile perché col poteriore non c'era aderenza. In Gara 1 sicuramente era la situazione peggiore per le gomme".

"Sono veramente contento ed orgoglioso di quanto fatto, visto che siamo un piccolo team. Il livello qui è fantastico, nessuno sbaglia e quindi bisogna restare sempre molto concentrati".

Gara 2 è durata appena qualche curva, visto che i ripetuti contatti hanno danneggiato la Giulietta #69, che però in Gara 3 il sesto posto con le unghie e con i denti lo ha centrato, dando modo a Vernay di mantenere il primato nel WTCR Trophy riservato ai privati e salire terzo nella classifica piloti assoluta.

“Sapevamo che questo momento sarebbe arrivato anche quest’anno, ed il fatto che sia successo su un circuito nuovo per tutti, per me aggiunge ancora più valore a questa performance - ha aggiunto Michela Cerruti, responsabile della Romeo Ferraris - Abbiamo costruito in una giornata un grande lavoro dal punto di vista tecnico ed in qualifica Jean-Karl ha conquistato un mezzo successo a mio avviso, che ha completato perfettamente nelle gare di domenica. Senza la sfortuna del contatto che lo ha costretto al ritiro in Gara 2, avremmo raccolto ancora più punti, che sommati a quelli che ci sono stati tolti in Slovacchia ed Ungheria per delle decisioni della direzione gara, ci avrebbero visti matematicamente in lotta per il titolo con l’ultimo round ancora da disputare".

"Sono molto fiera di quello che abbiamo conquistato, se pensiamo che non era nei nostri piani essere al via della stagione FIA WTCR 2020 ad inizio anno, ma che con grande dedizione ed umiltà abbiamo costruito quella che forse è la miglior stagione della nostra esperienza nel mondiale turismo. Aver ottenuto il terzo successo nella serie di riferimento per vetture turismo è una grande emozione per tutti noi che ci ripaga degli enormi sforzi fatti per essere qui”.

Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
1/17

Foto di: WTCR

Podio: il vincitore della gara Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR, secondo classificato Santiago Urrutia, Cyan Performance Lynk & Co 03 TCR, terzo classificato Gilles Magnus, Comtoyou Racing Audi RS3 LMS
Podio: il vincitore della gara Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR, secondo classificato Santiago Urrutia, Cyan Performance Lynk & Co 03 TCR, terzo classificato Gilles Magnus, Comtoyou Racing Audi RS3 LMS
2/17

Foto di: WTCR

Podio: il vincitore della gara Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR, secondo classificato Santiago Urrutia, Cyan Performance Lynk & Co 03 TCR, terzo classificato Gilles Magnus, Comtoyou Racing Audi RS3 LMS
Podio: il vincitore della gara Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR, secondo classificato Santiago Urrutia, Cyan Performance Lynk & Co 03 TCR, terzo classificato Gilles Magnus, Comtoyou Racing Audi RS3 LMS
3/17

Foto di: WTCR

Rob Huff, SLR VW Motorsport Volkswagen Golf GTI TCR, Andy Priaulx, Cyan Performance Lynk & Co 03 TCR, Jean-Karl Vernay, Leopard Racing Team Audi Sport Audi RS 3 LMS
Rob Huff, SLR VW Motorsport Volkswagen Golf GTI TCR, Andy Priaulx, Cyan Performance Lynk & Co 03 TCR, Jean-Karl Vernay, Leopard Racing Team Audi Sport Audi RS 3 LMS
4/17

Foto di: WTCR

Il vincitore della gara Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
Il vincitore della gara Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
5/17

Foto di: WTCR

Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
6/17

Foto di: WTCR

Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
7/17

Foto di: WTCR

Pole sitter Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR, Gilles Magnus, Comtoyou Racing Audi RS3 LMS, Thed Björk, Cyan Performance Lynk & Co 03 TCR
Pole sitter Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR, Gilles Magnus, Comtoyou Racing Audi RS3 LMS, Thed Björk, Cyan Performance Lynk & Co 03 TCR
8/17

Foto di: WTCR

Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
9/17

Foto di: WTCR

Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
10/17

Foto di: WTCR

Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
11/17

Foto di: WTCR

Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
12/17

Foto di: WTCR

Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
13/17

Foto di: WTCR

Yvan Muller, Cyan Racing Lynk & Co 03 TCR , Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
Yvan Muller, Cyan Racing Lynk & Co 03 TCR , Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
14/17

Foto di: WTCR

Mikel Azcona, Zeng? Motorsport Services KFT CUPRA León Competición TCR, Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
Mikel Azcona, Zeng? Motorsport Services KFT CUPRA León Competición TCR, Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
15/17

Foto di: WTCR

Podio: il vincitore della gara Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
Podio: il vincitore della gara Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
16/17

Foto di: WTCR

Podio: Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
Podio: Jean-Karl Vernay, Mulsanne Alfa Romeo Giulietta TCR
17/17

Foto di: WTCR

condivisioni
commenti
WTCR: Bjork-Urrutia firmano la doppietta Lynk & Co in Gara 3
Articolo precedente

WTCR: Bjork-Urrutia firmano la doppietta Lynk & Co in Gara 3

Prossimo Articolo

Tarquini ritrova il podio, ma il WTCR non andrà più a Hyundai

Tarquini ritrova il podio, ma il WTCR non andrà più a Hyundai
Carica commenti
Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali Prime

Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali

Annunciato il suo addio alle corse a tempo pieno, Gabriele Tarquini si appresta ad affrontare una nuova vita dopo tantissimi anni di carriera ed esperienze. Motorsport.com ha parlato con alcuni dei suoi più stretti amici e accerrimi rivali per conoscere aneddoti e restroscena che vi proponiamo in esclusiva.

WTCR
14 nov 2021
Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni Prime

Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni

Ad Aragón il "Cinghiale" ha ottenuto l'ennesima vittoria di una carriera che pare non fermarsi mai. Ma oltre alle qualità di pilota, l'abruzzese conta sulla passione e una testa che da anni gli consente di restare al top: ecco come.

WTCR
13 lug 2021
Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde) Prime

Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde)

Il portoghese sul Nordschleife ha inaugurato la stagione 2021 del WTCR con una grandissima vittoria, che è la seconda nella serie dal rientro del 2019 dopo l'incidente che per poco lo ha ucciso. Ecco come è arrivata e perché è molto più reale della precedente.

WTCR
13 giu 2021
WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde) Prime

WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde)

Il Mondiale Turismo riparte nel weekend con le gare del Nurburgring, ma il sapore è sempre più quello di un campionato riservato esclusivamente agli ufficiali e ai più ricchi, estromettendo di fatto quei team che potevano ambire a qualcosa di grande con il concetto TCR.

WTCR
30 mag 2021
Tarquini: “Capisco Vale: è più facile dire smetto che continuo” Prime

Tarquini: “Capisco Vale: è più facile dire smetto che continuo”

Intervista esclusiva a Gabriele Tarquini, tra i piloti italiani più vincenti e longevi di sempre. In questa seconda chiaccherata in compagnia del portacolori Hyundai, andiamo a ripercorrere la sua carriera dopo il saluto alla Formula 1 e l'approdo nei vari campionati turismo dove si è regalato tanti successi e soddisfazioni. Impossibile, poi, non dedicare un pensiero al difficile avvio di stagione di Valentino Rossi

WTCR
11 mag 2021
WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta Prime

WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta

La Romeo Ferraris non schiererà più le sue Giulietta nella massima serie turismo per via di un regolamento che mette sempre più da parte i privati, confermando ancora una volta la cecità sportiva dei vertici del Biscione.

WTCR
25 mar 2021
Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni Prime

Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni

Il bello del motorsport è che spesso si rivela senza età! Fra i tanti veterani del panorama internazionale, ne abbiamo scelti dieci Over50 che ancora riescono a vincere gare e titoli. Ecco i loro nomi e profili in ordine anagrafico.

WTCR
24 mar 2021
Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Formula 1
1 mar 2021