WTCR 2019: confermate 30 gare, a punti andranno i Top15 di 32 piloti

condivisioni
commenti
WTCR 2019: confermate 30 gare, a punti andranno i Top15 di 32 piloti
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
05 dic 2018, 22:42

Nella prossima stagione avremo ancora 10 eventi con la novità del gran finale a Sepang, mentre sono stati rivisti i sistemi di punteggio anche per le qualifiche. Si torna a lavorare su tre giorni.

Il Consiglio Mondiale FIA si è riunito oggi a San Pietrobugo, in Russia, e la FIA Touring Car Commission ha proposto diverse novità per il WTCR – FIA World Touring Car Cup che sono state approvate.

Cominciamo dal calendario, con la stagione 2019 che sarà ancora una volta formata da 10 eventi per un totale di 30 gare, con gran finale previsto sull'inedito tracciato di Sepang, in Malesia, dove uno dei tre round verrà corso in notturna. Il tracciato di Kuala Lumpur ha ospitato dal 1999 al 2017 la Formula 1 e porterà a termine la prossima annata in un weekend condiviso con il FIM Endurance World Championship di moto.

Si inizia in Marocco per poi trasferirsi in Ungheria, Slovacchia, Olanda, Germania, Portogallo, Cina, Giappone e Macao, prima della Malesia, la cui data verrà annunciata a breve dal promoter Eurosport Events. Rispetto al 2018, è saltato l'evento di Wuhan, che avrebbe coinciso con altri già organizzati nella città cinese.

Ci sono delle novità importantissime, invece, per quanto riguarda iscrizioni e punteggi. Per bilanciare la partecipazione dei costruttori (Alfa Romeo, Audi, Cupra, Honda, Hyundai, Peugeot e Volkswagen, ai quali si aggiunge anche Lynk & Co per il 2019), ci potranno essere massimo 4 auto per marchio e 2 per team.

Questo ha portato ad un cambiamento nell'assegnazione dei punti, che ora vedrà premiati i Top15 di ogni gara sulla scala di 25-20-16-13-11-10-9-8-7-6-5-4-3-2-1. Lo stesso sistema si applicherà anche per la classifica dei team, mentre le Wildcard risulteranno "trasparenti".

Nel 2018 i punti in qualifica venivano dati solo nella seconda, mentre nel 2019 si assegneranno anche alla Top5 della prima, sempre secondo la scala 5-4-3-2-1.

Per preservare l'equità delle attività in pista e dell'aumento dei costi, nel 2019 ci saranno ulteriori restrizioni sui test. Non si potrà provare su alcun circuito del calendario WTCR prima di un weekend di gara, ad eccezione di quelli ufficiali organizzati dal promoter promoter Eurosport Events e delle sessioni in preparazione alla 24h del Nürburgring Nordschleife.

Per evitare di avere tempi troppo ristretti, si torna a lavorare su tre giorni, con le Prove Libere 1 che saranno allungate a 45' per garantire più tempo in pista a piloti e team.

Nella Seconda Qualifica, l'ordine della Q3 cambia. Il pilota che ha ottenuto il miglior tempo in Q2 potrà decidere quando partire nell'ultima manche riservata ai Top5 della seconda. In questo modo non si dovrà necessariamente attendere il turno degli altri quattro accusando cali di temperature di gomme, motore e freni che potevano influire sulle prestazioni. In questo caso sono state accolte le richieste dei piloti.

Infine, 10 braccialetti per ogni auto verranno consegnati ai rispettivi staff registrati presso la FIA prima di ogni evento: queste saranno le persone che potranno lavorare sulla macchina durante i fine settimana.

Calendario 2019 del WTCR – FIA World Touring Car Cup
Round 1-3: WTCR Race of Morocco, Circuit Moulay El Hassan, Marrakech (5-7 aprile)
Round 4-6: WTCR Race of Hungary, Hungaroring (26-28 aprile)
Round 7-9: WTCR Race of Slovakia, Slovakia Ring (10-12 maggio)
Round 10-12: WTCR Race of Netherlands, Zandvoort (17-19 maggio)
Round 13-15: WTCR Race of Germany, Nürburgring Nordschleife (20-22 giugno)
Round 16-18: WTCR Race of Portugal, Vila Real (5-7 luglio)
Round 19-21: WTCR Race of China, Ningbo (13-15 settembre)
Round 22-24: WTCR Race of Japan, Suzuka (25-27 ottobre)
Round 25-27: WTCR Race of Macau, Circuito da Guia (14-17 novembre)
Round 28-30: WTCR Race of Malaysia, Sepang (TBA)

Prossimo Articolo
Tarquini e Michelisz confermati con le Hyundai per il 2019, si aggiungono Farfus e Catsburg

Articolo precedente

Tarquini e Michelisz confermati con le Hyundai per il 2019, si aggiungono Farfus e Catsburg

Prossimo Articolo

Andy Priaulx è il terzo pilota scelto da Lynk & Co Cyan Racing per il 2019

Andy Priaulx è il terzo pilota scelto da Lynk & Co Cyan Racing per il 2019
Carica commenti

Su questo articolo

Serie TCR , WTCR
Autore Francesco Corghi