Tarquini: "Poca potenza, dura rimontare da così indietro"

Il "Cinghiale" all'Hungaroring ha sofferto tantissimo con una Hyundai gravata di zavorra e rallentata dal BoP, raccogliendo solo qualche punticino in Gara 1 grazie alla sua proverbiale grinta.

Tarquini: "Poca potenza, dura rimontare da così indietro"

Non è stato il weekend sperato per Gabriele Tarquini in quel dell'Hungaroring, dove nelle gare del FIA WTCR tutte le Hyundai hanno sofferto parecchio.

In particolare, il portacolori della BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse si è ritrovato con la strada in salita già dalle prove, con una Elantra N gravata del peso di compensazione e pure con la potenza ridotta al 97.5% dal nuovo Balance of Performance.

Questo ha comportato che nelle Qualifiche il solo Norbert Michelisz - che conosce il tracciato di Budapest come le sue tasche - riuscisse a passare tutti i turni, mentre Tarquini non è andato oltre il 17° crono.

"Non è stato un gran weekend per noi, anche se speravamo di ripetere le belle prestazioni di 2018 e 2019. Questo ci ha causato la perdita di tanti punti ed è un peccato perché la macchina non era male", spiega l'abruzzese.

"Ma purtroppo abbiamo sofferto tantissimo la zavorra che ci tiriamo dietro dagli eventi precedenti e soprattutto il calo di potenza imposto dal BoP. Questo ci ha fatto mancare il passo fin dalle Libere e in Qualifica ho provato a fare del mio meglio con grande sofferenza, ma quando ti trovi in certe situazioni sei costretto a spingere al limite. Volevamo essere almeno in Q2, io sono andato oltre il dovuto nel tirare e ho commesso un paio di errori all'ultimo giro che mi hanno relegato al 17° posto".

Il "Cinghiale" è uscito come suo solito da animale da gara quale è, recuperando fino al 12° posto nel primo round fra diverse sportellate. Nel secondo, invece, è tutto finito in pochi km, cosa che spesso accade quando ti trovi nel traffico delle retrovie.

"In Gara 1 la macchina era la migliore dall'inizio del fine settimana, avevo un buon passo e ho potuto lottare con chi mi precedeva. Ho ricevuto un colpo sul posteriore che mi ha scombinato un po' le geometrie; qui non è mai facile superare, ma tutto sommato sono stato contento del cambio di assetto che mi ha consentito di combattere per recuperare".

"Gara 2 è durata pochissimo, al via non sono stato un gran che, poi alla curva 3 mi sono trovato in mezzo al marasma generale. Qualcuno mi ha tamponato mandandomi largo e sono finito contro un'altra auto, rompendo tutta la parte anteriore. Purtroppo non c'è stato nulla da fare e mi sono dovuto ritirare".

"In generale, in cuor mio già dopo le Qualifiche ero convinto che il weekend fosse finito. Quando parti da centro gruppo è sempre durissima rimontare senza avere problemi".

Il Team Principal della BRC, Gabriele Rizzo, ha aggiunto: "Non abbiamo ottenuto i risultati che speravamo ad inizio weekend, per cui sfrutteremo la pausa per cercare di migliorare. Ci sono ancora quattro eventi e tanti punti in palio, è il momento di rimboccarci le maniche e lavorare a testa bassa per tornare più forti nella seconda metà di stagione".

condivisioni
commenti
WTCR: Urrutia domina Gara 2 all'Hungaroring
Articolo precedente

WTCR: Urrutia domina Gara 2 all'Hungaroring

Prossimo Articolo

Buon esordio nel WTCR per Baldan: "Cresciuto ad ogni sessione"

Buon esordio nel WTCR per Baldan: "Cresciuto ad ogni sessione"
Carica commenti
Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali Prime

Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali

Annunciato il suo addio alle corse a tempo pieno, Gabriele Tarquini si appresta ad affrontare una nuova vita dopo tantissimi anni di carriera ed esperienze. Motorsport.com ha parlato con alcuni dei suoi più stretti amici e accerrimi rivali per conoscere aneddoti e restroscena che vi proponiamo in esclusiva.

WTCR
14 nov 2021
Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni Prime

Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni

Ad Aragón il "Cinghiale" ha ottenuto l'ennesima vittoria di una carriera che pare non fermarsi mai. Ma oltre alle qualità di pilota, l'abruzzese conta sulla passione e una testa che da anni gli consente di restare al top: ecco come.

WTCR
13 lug 2021
Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde) Prime

Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde)

Il portoghese sul Nordschleife ha inaugurato la stagione 2021 del WTCR con una grandissima vittoria, che è la seconda nella serie dal rientro del 2019 dopo l'incidente che per poco lo ha ucciso. Ecco come è arrivata e perché è molto più reale della precedente.

WTCR
13 giu 2021
WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde) Prime

WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde)

Il Mondiale Turismo riparte nel weekend con le gare del Nurburgring, ma il sapore è sempre più quello di un campionato riservato esclusivamente agli ufficiali e ai più ricchi, estromettendo di fatto quei team che potevano ambire a qualcosa di grande con il concetto TCR.

WTCR
30 mag 2021
Tarquini: “Capisco Vale: è più facile dire smetto che continuo” Prime

Tarquini: “Capisco Vale: è più facile dire smetto che continuo”

Intervista esclusiva a Gabriele Tarquini, tra i piloti italiani più vincenti e longevi di sempre. In questa seconda chiaccherata in compagnia del portacolori Hyundai, andiamo a ripercorrere la sua carriera dopo il saluto alla Formula 1 e l'approdo nei vari campionati turismo dove si è regalato tanti successi e soddisfazioni. Impossibile, poi, non dedicare un pensiero al difficile avvio di stagione di Valentino Rossi

WTCR
11 mag 2021
WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta Prime

WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta

La Romeo Ferraris non schiererà più le sue Giulietta nella massima serie turismo per via di un regolamento che mette sempre più da parte i privati, confermando ancora una volta la cecità sportiva dei vertici del Biscione.

WTCR
25 mar 2021
Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni Prime

Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni

Il bello del motorsport è che spesso si rivela senza età! Fra i tanti veterani del panorama internazionale, ne abbiamo scelti dieci Over50 che ancora riescono a vincere gare e titoli. Ecco i loro nomi e profili in ordine anagrafico.

WTCR
24 mar 2021
Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Formula 1
1 mar 2021