Shedden non accetta la penalità: "Tagliando la chicane non ho guadagnato, ho evitato un incidente!"

condivisioni
commenti
Shedden non accetta la penalità:
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
26 giu 2018, 10:00

Lo scozzese del Leopard Lukoil Team è stato punito con 5" in Gara 2 che avrebbe potuto vincere, per cui non le manda a dire ai giudici, mentre Vernay sorride per i punti presi in condizioni difficili.

Gordon Shedden è rimasto molto male per la penalità inflittagli in seguito al taglio di chicane durante Gara 2 del WTCR a Vila Real.

Il pilota dell'Audi Sport Leopard Lukoil Team era partito dalla Pole Position della griglia invertita e si stava difendendo dagli attacchi della Hyundai i30 N TCR di Yvan Muller quando è arrivato lungo alla variante 11-12-13.

L'errore è stato punito con 5" aggiunti al suo tempo di gara che gli hanno fatto perdere la vittoria, conquistata da Mat'o Homola (DG Sport Compétition) con la PEUGEOT 308 TCR, ma questa decisione non gli è andata giù per niente.

“E' ovviamente una delusione - ha detto Shedden - Avevo problemi ai freni e quindi non sono riuscito a rallentare a sufficienza, ma ho capito subito che avrei dovuto andare dritto se avessi voluto evitare un tamponamento a catena inchiodando. Non ho perso tempo, ma non ne ho nemmeno guadagnato, però mi hanno detto che ho tagliato con tutte e quattro le ruote, quindi meritavo la penalità".

Shedden ha anche sottolineato che quella mossa è stata fatta per evitare guai ben peggiori.

“Se avessi provato a fare la chicane probabilmente sarei finito contro il muro e le cose sarebbero potute andare molto peggio. Ho scelto l'opzione più sicura, mi sembrava più corretto. Pazienza, andiamo avanti".

Dopo la sanzione lo scozzese si è ritrovato con la sua Audi RS 3 LMS TCR in sesta piazza, anche perché in seguito all'utilizzo del "joker lap" era rientrato terzo dietro alla Audi della Comtoyou Racing di Aurélien Panis.

"In generale è stato uno dei weekend più caldi di sempre, dove non abbiamo raccolto esattamente quanto speravamo. E' stata una gara strana quella di sabato per via dell'incidente alla partenza. In Qualifica non ero andato bene, ci sono state parecchie bandiere rosse, ma con il caos iniziale ho raggiunto il 9° posto dal 18° cui mi trovavo, quindi bene così. In Gara 2 entrambe le nostre auto hanno terminato in Top10, mentre in Gara 3 ho avuto sfortuna e mi sono ritirato".

Il suo compagno di squadra Jean-Karl Vernay si è invece detto contento dei punti presi terminando quarto, quinto e decimo e salendo al quinto posto della classifica piloti.

"Sabato è andata bene e abbiamo preso buoni punti per il campionato raggiungendo la Top3 in classifica - ha dichiarato il francese - Abbiamo faticato per via delle tante bandiere rosse, ma il 10° tempo in qualifica è buono se consideriamo dove si sono piazzate le altre Audi. Purtroppo ho commesso un errore sul finale andando a sbattere, per cui sono dovuto partire dalla pit lane, il che però si è rivelata una fortuna visto quel che è accaduto nella carambola al via. Molte auto si sono danneggiate e quando siamo ripartiti ero 4°, dunque bene così".

"Anche domenica ho preso punti importanti, il 7° crono della qualifica non è stato male e ho comunque migliorato rispetto alla prima. In Gara 2 non sono partito benissimo, però ho raggiunto il 4° posto, mentre nell'altra ho chiuso 10° e così resto in corsa per il titolo".

Prossimo articolo WTCR
Björk dall'inferno al paradiso: "Ho vinto volando perché la mia Hyundai è stata ricostruita"

Previous article

Björk dall'inferno al paradiso: "Ho vinto volando perché la mia Hyundai è stata ricostruita"

Next article

Primo trionfo per Homola: "Non è facile mantenere la calma se c'è Muller a pressarti"

Primo trionfo per Homola: "Non è facile mantenere la calma se c'è Muller a pressarti"