Priaulx contro Catsburg: "Espelletelo!". Guerra tra BRC e Cyan!

L'incidente tra il pilota inglese e quello olandese non è andato giù al portacolori di Lynk & Co, ma il team di Cherasco si difende (anche a ragione) e chiede più equilibrio nelle decisioni e nella comunicazione.

Priaulx contro Catsburg: "Espelletelo!". Guerra tra BRC e Cyan!

E' guerra aperta tra il BRC Racing Team e la Cyan Racing dopo le gare del FIA WTCR a Suzuka. La squadra di Cherasco ha conquistato la vittoria con Norbert Michelisz nel secondo round giapponese andato in scena sabato, dunque l'ungherese resta in corsa per il titolo piloti, ma a far discutere - oltre le già note querelle sul Balance of Performance - ora è anche il comportamento dei piloti in pista.

L'episodio controverso si è verificato in Gara 1 venerdì, quando un contatto tra la Hyundai i30 N di Nicky Catsburg e la Lynk & Co di Andy Priaulx ha mandato la 03 del britannico a muro alla curva 1. L'olandese in quel frangente si trovava alle spalle di Michelisz, 14°, con "Norbi" che lo ha lasciato passare sperando potesse raggiungere Priaulx per insidiarlo, risalendo posizioni in ottica campionato.

Arrivati in fondo al dritto, Catsbrug ha attaccato il portacolori di Cyan Performance buttandosi all'interno, ma il rivale lo ha chiuso e la tamponata è stata inevitabile. A prima vista è parso chiaro che la colpa fosse del ragazzo di BRC, ma osservando le immagini riprese da dietro, sembra altresì evidente che Priaulx si sposti frenando in anticipo (anche in riferimento alla vettura di Yann Ehrlacher che lo precede, così come quelle di Yvan Muller e Gabriele Tarquini), traendo in inganno Catsburg senza che questi potesse evitare la collisione, come poi lo stesso Nicky ha cercato di spiegare nel post-gara.

“Ero dietro ad Andy Priaulx e molto più veloce, per cui ovviamente ho provato a passarlo – racconta Catsburg – Ha fatto una pazzia alla curva 1, si è spostato in frenata staccando in anticipo e ovviamente ci siamo toccati perché non potevo prevedere che facesse così. E’ un peccato perché è finito fuori e non è certo mia intenzione sbattere a muro la gente, specialmente uno come Andy con cui ho un ottimo rapporto. Capisco che sia molto arrabbiato ora, ma penso che l’errore sia suo e ci difenderemo parlando coi commissari. Vediamo cosa succederà, la mia opinione è che la mossa sia stata quasi intenzionale, non so. Non so cosa aggiungere, non me l’aspettavo e mi auguro che tutto si chiarisca”.

La difesa non è servita a molto ai portacolori di Hyundai Motorsport perché i commissari hanno ritenuto Catsburg colpevole penalizzandolo e facendolo finire fuori dalla zona punti.

Ma a far scalpore sono state soprattutto le dichiarazioni di Priaulx, che non le ha mandate a dire agli avversari, rei di tramare un complotto nei suoi confronti per favorire Michelisz.

“E’ stata chiaramente una mossa intenzionale perché si sono scambiati la posizione con Michelisz per buttarmi fuori - è l'opinione dell'inglese, per altro rimasto a bordo pista inveendo contro Catsburg al suo passaggio (mossa che gli è costata una multa) - E’ la cosa più antisportiva che abbia mai visto in vita mia. Ha sfruttato l’auto del compagno per guadagnare posizioni in un modo pericolosissimo. Come pilota ufficiale non penso si debbano compiere gesti del genere, non sono un bell’esempio per i giovani. Se avessi ucciso un commissario, o mi fossi fatto male, o avessi colpito Ehrlacher? Non sappiamo cosa sarebbe potuto accadere con una condotta simile. Penso che uno così dovrebbe essere escluso per il resto della stagione”.

Il Team Principal del BRC Racing Team, Gabriele Rizzo, ha cercato di buttare acqua sul fuoco per spegnere le polemiche, anche se l'amarezza per quanto si sta consumando in pista e fuori in questa stagione è piuttosto elevata.

"In Giappone abbiamo avuto un weekend bello e difficile, recuperando dalle difficoltà del venerdì dove le nostre auto hanno sofferto sul bagnato, prendendo molti punti in gara. Siamo ancora in lizza per i titoli a due eventi dal termine e sono molto fiero di quel che sta facendo il team con il suo duro lavoro per trarre il massimo. Cerchiamo di restare concentrati così fino alla fine. Però la condotta della Cyan Racing, che è più che altro costruttore ufficiale Lynk & Co, è inaccettabile per come trattano gli episodi in pista e fuori. Rispettiamo le decisioni dei commissari e spero che non servano altri commenti a riguardo. Siamo dispiaciuti che il promoter della serie abbia dato risalto alla cosa ulteriormente in favore di Lynk & Co, bisognerebbe bilanciare queste cose per correttezza nei confronti di stampa, fan e addetti ai lavori, cosa che in questo fine settimana non c'è stata".

A questo punto c'è da augurarsi che in vista di Macao e Sepang si possa "respirare" un'aria più pulita. Per altro c'è anche da segnalare che fra i due litiganti il... terzo gode, poiché la leadership del campionato è tornata nelle mani di Esteban Guerrieri, che con la Honda ora guida la classifica piloti.

condivisioni
commenti
Ceccon penalizzato, Alfa Romeo giù dal podio del WTCR a Suzuka

Articolo precedente

Ceccon penalizzato, Alfa Romeo giù dal podio del WTCR a Suzuka

Prossimo Articolo

E' polemica per Ceccon e Alfa Romeo dopo il podio perso a Suzuka

E' polemica per Ceccon e Alfa Romeo dopo il podio perso a Suzuka
Carica commenti
Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni Prime

Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni

Ad Aragón il "Cinghiale" ha ottenuto l'ennesima vittoria di una carriera che pare non fermarsi mai. Ma oltre alle qualità di pilota, l'abruzzese conta sulla passione e una testa che da anni gli consente di restare al top: ecco come.

WTCR
13 lug 2021
Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde) Prime

Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde)

Il portoghese sul Nordschleife ha inaugurato la stagione 2021 del WTCR con una grandissima vittoria, che è la seconda nella serie dal rientro del 2019 dopo l'incidente che per poco lo ha ucciso. Ecco come è arrivata e perché è molto più reale della precedente.

WTCR
13 giu 2021
WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde) Prime

WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde)

Il Mondiale Turismo riparte nel weekend con le gare del Nurburgring, ma il sapore è sempre più quello di un campionato riservato esclusivamente agli ufficiali e ai più ricchi, estromettendo di fatto quei team che potevano ambire a qualcosa di grande con il concetto TCR.

WTCR
30 mag 2021
Tarquini: “Capisco Vale: è più facile dire smetto che continuo” Prime

Tarquini: “Capisco Vale: è più facile dire smetto che continuo”

Intervista esclusiva a Gabriele Tarquini, tra i piloti italiani più vincenti e longevi di sempre. In questa seconda chiaccherata in compagnia del portacolori Hyundai, andiamo a ripercorrere la sua carriera dopo il saluto alla Formula 1 e l'approdo nei vari campionati turismo dove si è regalato tanti successi e soddisfazioni. Impossibile, poi, non dedicare un pensiero al difficile avvio di stagione di Valentino Rossi

WTCR
11 mag 2021
WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta Prime

WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta

La Romeo Ferraris non schiererà più le sue Giulietta nella massima serie turismo per via di un regolamento che mette sempre più da parte i privati, confermando ancora una volta la cecità sportiva dei vertici del Biscione.

WTCR
25 mar 2021
Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni Prime

Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni

Il bello del motorsport è che spesso si rivela senza età! Fra i tanti veterani del panorama internazionale, ne abbiamo scelti dieci Over50 che ancora riescono a vincere gare e titoli. Ecco i loro nomi e profili in ordine anagrafico.

WTCR
24 mar 2021
Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Formula 1
1 mar 2021
Podcast, Adamo oltre il titolo WRC: "COVID, la mia sfida più difficile" Prime

Podcast, Adamo oltre il titolo WRC: "COVID, la mia sfida più difficile"

La nostra intervista fatta al team director di Hyundai Motorsport, Andrea Adamo, in versione podcast. Buon ascolto!

WRC
29 dic 2020