Ehrlacher e Guerrieri firmano la doppietta Honda: "Abbiamo lavorato per la squadra"

Il duo della Münnich Motorsport ha dominato Gara 1 in Ungheria, poi entrambi si sono difesi in una difficile domenica dove comunque le Civic hanno detto la loro. Un po' più in difficoltà Thompson, che però cresce alla distanza.

Ehrlacher e Guerrieri firmano la doppietta Honda: "Abbiamo lavorato per la squadra"
Yann Ehrlacher, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Yann Ehrlacher, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR, Zsolt Szabó, Zengo Motorsport Cupra TCR
James Thompson, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Yann Ehrlacher, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Yann Ehrlacher, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Yann Ehrlacher, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Gabriele Tarquini, BRC Racing Team Hyundai i30 N TCR, Norbert Michelisz, BRC Racing Team Hyundai i30 N TCR, Esteban Guerrieri, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Yann Ehrlacher, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Yann Ehrlacher, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Race winner Yann Ehrlacher, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR with Norbert Michelisz, BRC Racing Team Hyundai i30 N TCR, Esteban Guerrieri, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Race winner Yann Ehrlacher, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Podio: Yann Ehrlacher, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR con Dominik Greiner, Team manager ALL-INKL.COM Münnich Motorsport
Pole position per Norbert Michelisz, BRC Racing Team Hyundai i30 N TCR with Esteban Guerrieri, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Esteban Guerrieri, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR
Yann Ehrlacher, ALL-INKL.COM Münnich Motorsport Honda Civic Type R TCR

Buon sangue non mente. Yann Ehrlacher è sicuramente stato il miglior pilota Honda in quel di Budapest, dove il nipote di Yvan Muller ha centrato la sua prima vittoria stagionale in Gara 1 con una bellissima prestazione.

Il francese ha sfruttato al meglio le scaramucce davanti a lui al via, quando il suo compagno di squadra Esteban Guerrieri è venuto a contatto con le Hyundai i30 N TCR di Norbert Michelisz e Gabriele Tarquini alla curva 2.

Questo ha spalancato la porta al ragazzo della ALL-INKL.COM Münnich Motorsport, che ne ha approfittato per piazzare la propria Civic Type R TCR FK7 al comando fino alla bandiera a scacchi.

"Partire quinti in una gara così tirata certamente non mi poteva far sperare di vincere. Direi che sono stato fortunato abbastanza, poi è vero che sono partito molto bene superando subito Thed Bjork, ma alla curva 2 è successo di tutto e mi si è aperta la porta per prendere il comando", ha spiegato il transalpino.

"Da lì si è trattato di controllare, sicuramente avere dietro il tuo compagno di squadra vuol dire combattere con un avversario, però abbiamo lavorato bene per il team controllando la situazione. E' bello vincere in Ungheria sulla pista dove ha il record mio zio, anche perché c'era pure lui e l'ho battuto".

Le cose non sono andate meglio alla domenica, dove comunque un piazzamento a punti è arrivato, consentendo ad Ehrlacher di issarsi secondo in classifica di campionato a -36 dal leader Tarquini.

"Purtroppo in Gara 2 c'è stato un problema e ho perso parecchi punti, ma i ragazzi della squadra hanno fatto un grande lavoro per rimandarmi in pista in Gara 3. Essere secondo in campionato è sicuramente meglio che 15°! Un mese fa nemmeno me lo sarei immaginato, non sapevo neanche di poter correre, per cui ora dobbiamo mantenere questo trend anche al Nordschleife".

Dal canto suo, Guerrieri si è detto molto soddisfatto della bella prestazione in Gara 1, anche se l'esito finale è dovuto soprattutto all'episodio di cui è stato principale protagonista.

"In Gara 1 sono partito molto bene, arrivando forse un po' lungo alla prima curva, probabilmente perché avevamo un assetto aerodinamico più scarico. "Norbi" era al mio fianco alla curva 2, ho frenato sullo sporco e questo ci ha fatti finire tutti larghi coinvolgendo anche Tarquini. In questo modo Yann ne ha approfittato".

"Sono stato fortunato a non perdere troppe posizioni, a parte quella guadagnata da Yann, per cui il secondo posto è un bel risultato. Abbiamo mantenuto un buon passo e il team ci ha detto di non darci fastidio, logicamente, visto che le Hyundai erano dietro. Dovevamo prendere tanti punti e ci siamo riusciti, per cui sono contento della doppietta".

Anche per l'argentino la giornata di domenica non è stata entusiasmante, seppur qualche punticino sia stato raccolto.

"Nella Seconda Qualifica il passo era buono, mi è dispiaciuto non aver potuto fare meglio. In Gara 2 sono partito settimo e ho chiuso quinto, poi speravo di lottare per il podio in Gara 3, ma ho sbagliato al via e mi hanno penalizzato. Durante la bandiera rossa ho azzardato a montare le gomme da pioggia, si è rivelata una scelta totalmente errata e quindi è stato impossibile rimontare".

Punti importanti in Ungheria li ha presi anche James Thompson, che però si è trovato prima in difficoltà con il set-up dell'auto e poi coinvolto in qualche bagarre di troppo.

“Sabato è successo un po' di tutto perché mi sono ritrovato spesso fra Yann ed Esteban durante le libere, poi in qualifica ed in gara ho perso terreno e non è stato semplice capire il perché. Inoltre alla curva 1 Lessennes mi ha tamponato facendomi perdere posizioni e punti, ma fortunatamente l'auto non si è danneggiata troppo", ha detto l'inglese.

"Domenica la macchina è migliorata durante la giornata. Se avessi utilizzato il set-up di Gara 3 in qualifica probabilmente sarei arrivato alla Q3. In Gara 2 non ho voluto dare fastidio ad Esteban perché lui correrà tutto il campionato ed io no, per cui debbo solamente prendere punti per la squadra. Il passo era ottimo e soprattutto non ci sono stati altri incidenti".

condivisioni
commenti
Tarquini: "Dovevo passare primo al via, ho l'esperienza per non sbagliare"
Articolo precedente

Tarquini: "Dovevo passare primo al via, ho l'esperienza per non sbagliare"

Prossimo Articolo

Björk: "C'è tempo per recuperare, non sono preoccupato"

Björk: "C'è tempo per recuperare, non sono preoccupato"
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Monteiro risorge all'Inferno (Verde) Prime

Le migliori gare del 2021: Monteiro risorge all'Inferno (Verde)

Nel 2017 ha visto la morte in faccia, nel 2018 ha lottato per tornare e il 2021 del portoghese nel WTCR è cominciato come meglio non potesse sognare: trionfo da Campionissimo al Nordschleife, sulla pista più dura e assassina del mondo.

WTCR
13 gen 2022
Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali Prime

Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali

Annunciato il suo addio alle corse a tempo pieno, Gabriele Tarquini si appresta ad affrontare una nuova vita dopo tantissimi anni di carriera ed esperienze. Motorsport.com ha parlato con alcuni dei suoi più stretti amici e accerrimi rivali per conoscere aneddoti e restroscena che vi proponiamo in esclusiva.

WTCR
14 nov 2021
Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni Prime

Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni

Ad Aragón il "Cinghiale" ha ottenuto l'ennesima vittoria di una carriera che pare non fermarsi mai. Ma oltre alle qualità di pilota, l'abruzzese conta sulla passione e una testa che da anni gli consente di restare al top: ecco come.

WTCR
13 lug 2021
Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde) Prime

Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde)

Il portoghese sul Nordschleife ha inaugurato la stagione 2021 del WTCR con una grandissima vittoria, che è la seconda nella serie dal rientro del 2019 dopo l'incidente che per poco lo ha ucciso. Ecco come è arrivata e perché è molto più reale della precedente.

WTCR
13 giu 2021
WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde) Prime

WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde)

Il Mondiale Turismo riparte nel weekend con le gare del Nurburgring, ma il sapore è sempre più quello di un campionato riservato esclusivamente agli ufficiali e ai più ricchi, estromettendo di fatto quei team che potevano ambire a qualcosa di grande con il concetto TCR.

WTCR
30 mag 2021
Tarquini: “Capisco Vale: è più facile dire smetto che continuo” Prime

Tarquini: “Capisco Vale: è più facile dire smetto che continuo”

Intervista esclusiva a Gabriele Tarquini, tra i piloti italiani più vincenti e longevi di sempre. In questa seconda chiaccherata in compagnia del portacolori Hyundai, andiamo a ripercorrere la sua carriera dopo il saluto alla Formula 1 e l'approdo nei vari campionati turismo dove si è regalato tanti successi e soddisfazioni. Impossibile, poi, non dedicare un pensiero al difficile avvio di stagione di Valentino Rossi

WTCR
11 mag 2021
WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta Prime

WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta

La Romeo Ferraris non schiererà più le sue Giulietta nella massima serie turismo per via di un regolamento che mette sempre più da parte i privati, confermando ancora una volta la cecità sportiva dei vertici del Biscione.

WTCR
25 mar 2021
Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni Prime

Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni

Il bello del motorsport è che spesso si rivela senza età! Fra i tanti veterani del panorama internazionale, ne abbiamo scelti dieci Over50 che ancora riescono a vincere gare e titoli. Ecco i loro nomi e profili in ordine anagrafico.

WTCR
24 mar 2021