Adamo: "WTCR come Wargames: unico modo di vincere è non giocare"

Il direttore di Hyundai Motorsport traccia un bilancio post-pandemia sul Mondiale commentando il regolamento e nutrendo ancora perplessità sul futuro, tirando fuori un paragone cinematografico niente male...

Adamo: "WTCR come Wargames: unico modo di vincere è non giocare"

"Non ho mai smesso di lavorare, anche in fase di lockdown, la novità è che dopo qualche mese sono tornato in Italia, semmai!"

Comincia così la nostra chiacchierata con un sorridente Andrea Adamo, direttore di Hyundai Motorsport, che a febbraio avevamo incontrato a Torino e trovato molto critico sulla situazione in cui versava il WTCR.

All'epoca la Casa coreana con base ad Alzenau era in pieno conflitto con i gestori della massima serie turismo, tant'è che ancora c'era solo l'idea di iscrivere le Hyundai i30 N con i team BRC ed Engstler Motorsport, poi perfezionata nel mese successivo.

Il tutto dovuto alla preoccupante situazione delle spese, che per un campionato legato al programma Customer Racing cominciavano ad essere proibitive.

"A gennaio sono stato il primo ad andare in FIA a lamentarmi con Peter Bayer e i responsabili della Touring Car Commission per la direzione che aveva preso il WTCR, dopo che già l'anno scorso, in tempi non sospetti, avevo sollevato serissime critiche, naturalmente sempre costruttive, sull'aumento dei costi", spiega Adamo a Motorsport.com.

"Infatti, se avete notato, hanno anticipato il cambio di regolamento che avevano previsto per il 2021 proprio per avere iscritti perché ce n'erano pochissimi e Hyundai stessa non aveva ancora aderito al Mondiale, visto che i costi erano elevati e fuori budget per noi. E io non ho alcuna intenzione di sprecare soldi".

A metà febbraio è arrivato il comunicato che spiegava tutte le modifiche, dal calo del numero di gare e qualifiche ai costi per i materiali. Poi naturalmente la pandemia di Coronavirus ha rimescolato ulteriormente le carte e oggi abbiamo 16 gare totali suddivise in 6 eventi in Europa.

"Il regolamento è stato cambiato e adattato, tanto di cappello al promoter Eurosport Events perché è stato uno dei primi a riuscire a mettere insieme e presentare un calendario per salvare la stagione, quindi vuol dire che hanno lavorato con cognizione di causa".

"Credo che ci sia ancora del serio lavoro da fare per il 2021 per ridurre ulteriormente le spese. Di per sè, è un campionato legato alle corse clienti, per il quale noi supportiamo i team mettendo a disposizione i nostri piloti pagati da noi. Non credo che in futuro avremo la possibilità di proseguire allo stesso modo, quindi i team dovranno essere in grado di completare il proprio budget con il sostegno degli sponsor".

Che il WTCR sia legato soprattutto alle Case era palese già nel 2018 quando prese il posto del defunto WTCC, ma il problema del gestire una serie di livello globale aumenta se il sistema è a piramide, come appunto sarebbe il TCR.

"Io ormai è da oltre un anno che chiedo a quelli di Eurosport Events cosa abbiano intenzione di fare da grandi. Il WTCR non è il WTCC, a me non piace che si tramuti tutto in un campionato per gli ufficiali perché il concetto TCR nasce come programma clienti. Come nel GT3, ci sono sicuramente team più vicini ai costruttori, ma quello può stare bene".

"Il problema grosso del WTCR oggi, ed è ciò che mi fa venire dubbi sulla nostra partecipazione futura, è che viene anche utilizzato in funzione del Balance of Performance. Spesso i risultati del marchio nel WTCR vanno poi a penalizzare le prestazioni dei clienti delle serie TCR nazionali e regionali".

Il BoP è stato per tutto il 2019 il tallone d'Achille delle Hyundai, che però hanno comunque confermato il Mondiale piloti con Norbert Michelisz dopo Gabriele Tarquini. Ma nel mondo ci sono anche altri piloti che comprano le i30 N e che spesso si ritrovano zavorrati oltre il dovuto, non per "colpa loro".

"La situazione è paradossale, se vinci nel Mondiale fai un dispiacere ai clienti perché avranno auto penalizzate, se invece non vinci nel WTCR risulta che la tua macchina non è competitiva e quindi non viene acquistata".

"Mi sembra di essere nel film "Wargames - Giochi di guerra", che guardavo da ragazzino; nel finale, il protagonista David costringe il Computer di nome Joshua a giocare contro se stesso le partite a Tris per evitare la Guerra Termonucleare Globale. Il Computer non riesce mai a vincere e chiude con la frase 'Strano gioco. L'unica mossa vincente è non giocare'."

"Ecco, ho l'idea che il WTCR sia uno strano gioco e quindi l'unico modo di vincere è non partecipare, perché qualunque cosa tu faccia sbagli. Spendendo anche dei soldi, oltretutto!"

"Io debbo rispondere ai vertici di Hyundai, che investono milioni di euro nei nostri programmi sportivi, per cui è chiaro che la visione dev'essere uguale per entrambe le parti e portare benefici a Hyundai in tutto e per tutto".

Norbert Michelisz, BRC Hyundai N Squadra Corse Hyundai i30 N TCR
Norbert Michelisz, BRC Hyundai N Squadra Corse Hyundai i30 N TCR
1/21

Foto di: WTCR

Augusto Farfus, BRC Hyundai N LUKOIL Racing Team Hyundai i30 N TCR
Augusto Farfus, BRC Hyundai N LUKOIL Racing Team Hyundai i30 N TCR
2/21

Foto di: WTCR

Luca Engstler, Nicky Catsburg, Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team, Hyundai i30 N TCR, Gabriele Tarquini, Norbert Michelisz, BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse, Hyundai i30 N TCR
Luca Engstler, Nicky Catsburg, Engstler Hyundai N Liqui Moly Racing Team, Hyundai i30 N TCR, Gabriele Tarquini, Norbert Michelisz, BRC Hyundai N LUKOIL Squadra Corse, Hyundai i30 N TCR
3/21

Foto di: Hyundai Motorsport

Mauro Guastamacchia, Team Aggressive Italia, Hyundai i30 N TCR
Mauro Guastamacchia, Team Aggressive Italia, Hyundai i30 N TCR
4/21

Foto di: Team Aggressive Italia

José Manuel Sapag, Target Competition, Hyundai i30 N TCR
José Manuel Sapag, Target Competition, Hyundai i30 N TCR
5/21

Foto di: Target Competition

#21 Bryan Herta Autosport W Curb-Agajanian Hyundai Veloster N TCR, TCR: Mason Filippi, Harry Gottsacker
#21 Bryan Herta Autosport W Curb-Agajanian Hyundai Veloster N TCR, TCR: Mason Filippi, Harry Gottsacker
6/21

Foto di: Bryan Herta Autosport

#98 Bryan Herta Autosport W Curb-Agajanian Hyundai Veloster N TCR, TCR: Mark Wilkins, Michael Lewis
#98 Bryan Herta Autosport W Curb-Agajanian Hyundai Veloster N TCR, TCR: Mark Wilkins, Michael Lewis
7/21

Foto di: Bryan Herta Autosport

Ettore Carminati, CRM Motorsport, Hyundai i30 N TCR
Ettore Carminati, CRM Motorsport, Hyundai i30 N TCR
8/21

Foto di: ACI Sport

Norbert Michelisz, BRC Hyundai N Squadra Corse Hyundai i30 N TCR
Norbert Michelisz, BRC Hyundai N Squadra Corse Hyundai i30 N TCR
9/21

Foto di: WTCR

Luca Engstler, Hyundai Team Engstler Hyundai i30 N TCR, Frédéric Vervisch, Comtoyou Team Audi Sport Audi RS 3 LMS
Luca Engstler, Hyundai Team Engstler Hyundai i30 N TCR, Frédéric Vervisch, Comtoyou Team Audi Sport Audi RS 3 LMS
10/21

Foto di: Alexander Trienitz

Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport
Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport
11/21

Foto di: Helena El Mokni / Hyundai Motorsport

Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport
Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport
12/21

Foto di: Helena El Mokni / Hyundai Motorsport

Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport con Sébastien Loeb, Hyundai Motorsport
Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport con Sébastien Loeb, Hyundai Motorsport
13/21

Foto di: Helena El Mokni / Hyundai Motorsport

Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport
Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport
14/21

Foto di: McKlein / Motorsport Images

Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport, Gabriele Tarquini
Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport, Gabriele Tarquini
15/21

Foto di: Marco Congiu

Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport
Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport
16/21

Foto di: McKlein / Motorsport Images

Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport
Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport
17/21

Foto di: Helena El Mokni / Hyundai Motorsport

Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport
Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport
18/21

Foto di: Helena El Mokni / Hyundai Motorsport

Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport
Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport
19/21

Foto di: Helena El Mokni / Hyundai Motorsport

Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport
Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport
20/21

Foto di: Fabien Dufour / Hyundai Motorsport

Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport
Andrea Adamo, Team principal Hyundai Motorsport
21/21

Foto di: Alexander Trienitz

condivisioni
commenti
WTCR: la nuova Safety Car è la Honda Civic Type R Limited Edition
Articolo precedente

WTCR: la nuova Safety Car è la Honda Civic Type R Limited Edition

Prossimo Articolo

WTCR: Magnus tenta il salto Mondiale con l'Audi di RACB-Comtoyou

WTCR: Magnus tenta il salto Mondiale con l'Audi di RACB-Comtoyou
Carica commenti
Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali Prime

Nella tana del Cinghiale: Tarquini raccontato da amici e rivali

Annunciato il suo addio alle corse a tempo pieno, Gabriele Tarquini si appresta ad affrontare una nuova vita dopo tantissimi anni di carriera ed esperienze. Motorsport.com ha parlato con alcuni dei suoi più stretti amici e accerrimi rivali per conoscere aneddoti e restroscena che vi proponiamo in esclusiva.

WTCR
14 nov 2021
Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni Prime

Tarquini: bravura e intelligenza che fanno vincere a 59 anni

Ad Aragón il "Cinghiale" ha ottenuto l'ennesima vittoria di una carriera che pare non fermarsi mai. Ma oltre alle qualità di pilota, l'abruzzese conta sulla passione e una testa che da anni gli consente di restare al top: ecco come.

WTCR
13 lug 2021
Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde) Prime

Monteiro: dalla quasi morte alla resurrezione all'Inferno (Verde)

Il portoghese sul Nordschleife ha inaugurato la stagione 2021 del WTCR con una grandissima vittoria, che è la seconda nella serie dal rientro del 2019 dopo l'incidente che per poco lo ha ucciso. Ecco come è arrivata e perché è molto più reale della precedente.

WTCR
13 giu 2021
WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde) Prime

WTCR: il Paradiso per pochi eletti parte dall'Inferno (Verde)

Il Mondiale Turismo riparte nel weekend con le gare del Nurburgring, ma il sapore è sempre più quello di un campionato riservato esclusivamente agli ufficiali e ai più ricchi, estromettendo di fatto quei team che potevano ambire a qualcosa di grande con il concetto TCR.

WTCR
30 mag 2021
Tarquini: “Capisco Vale: è più facile dire smetto che continuo” Prime

Tarquini: “Capisco Vale: è più facile dire smetto che continuo”

Intervista esclusiva a Gabriele Tarquini, tra i piloti italiani più vincenti e longevi di sempre. In questa seconda chiaccherata in compagnia del portacolori Hyundai, andiamo a ripercorrere la sua carriera dopo il saluto alla Formula 1 e l'approdo nei vari campionati turismo dove si è regalato tanti successi e soddisfazioni. Impossibile, poi, non dedicare un pensiero al difficile avvio di stagione di Valentino Rossi

WTCR
11 mag 2021
WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta Prime

WTCR: l'uscita delle Alfa Romeo è una doppia sconfitta

La Romeo Ferraris non schiererà più le sue Giulietta nella massima serie turismo per via di un regolamento che mette sempre più da parte i privati, confermando ancora una volta la cecità sportiva dei vertici del Biscione.

WTCR
25 mar 2021
Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni Prime

Motorsport senza età: dieci Over 50 ancora vincenti e Campioni

Il bello del motorsport è che spesso si rivela senza età! Fra i tanti veterani del panorama internazionale, ne abbiamo scelti dieci Over50 che ancora riescono a vincere gare e titoli. Ecco i loro nomi e profili in ordine anagrafico.

WTCR
24 mar 2021
Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Formula 1
1 mar 2021