Formula 1
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
Formula E
23 nov
-
23 nov
Evento concluso
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
37 giorni
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso

A Kristoffersson Gara 3, Guerrieri è 2° e balza in vetta al WTCR

condivisioni
commenti
A Kristoffersson Gara 3, Guerrieri è 2° e balza in vetta al WTCR
Di:
27 ott 2019, 08:12

Lo svedese domina, l'argentino grazie alla piazza d'onore riscavalca Michelisz nella lotta per il titolo. Un errore finale di Monteiro regala il podio allo spettacolare Ceccon con l'Alfa Romeo. Male Muller, punti per Tarquini.

Johan Kristoffersson si aggiudica senza troppi patemi Gara 3 del FIA WTCR sul Suzuka East Circuit, partendo benissimo dalla pole position e scappando via fin da subito con la sua Volkswagen Golf GTI.

Il pilota della Sébastien Loeb Racing non ha avuto grosse difficoltà ad avere la meglio della Honda Civic Type R di Esteban Guerrieri, che per la gioia dei tifosi locali sale sul secondo gradino del podio. In casa Honda si è giocato di stategia tra i piloti di Munnich Motorsport e KCMG, con Tiago Monteiro che a due giri dalla fine ha lasciato strada a Guerrieri, il quale con la piazza d'onore torna leader della classifica piloti, dato che Norbert Michelisz non è andato oltre il nono posto.

Al via è stato subito caos per la Cupra di Mikel Azcona rimasta bloccata in griglia a causa dello stallo del portacolori di PWR Racing. Alla curva 3 contatto tra Tom Coronel, Ritomo Miyata e l'incolpevole Ma Qing Hua; la Cupra di Coronel è rimasta piantata nella sabbia e la Safety Car è dovuta entrare in azione, uscendo poi di scena al giro 10.

Kristoffersson ha riallungato su Monteiro e Guerrieri, con Thed Bjork a tenere quarta la Lynk & Co 03 della Cyan Racing seguito da quella di Andy Priaulx, in piena lotta con la Hyundai i30 N di Gabriele Tarquini (BRC Racing Team), Rob Huff sulla Volkswagen Golf GTI della Sébastien Loeb Racing.

Dopo una serie di sbadigli (l'East Circuit è censurabile per una gara turismo), il vero capolavoro lo ha compiuto Kevin Ceccon; l'Alfa Romeo Giulietta Veloce di è dimostrata realmente... tale sul rettilineo, tant'è che il pilota del Team Mulsanne-Romeo Ferraris ha dato il via ad una rimonta a dir poco strepitosa passando in sequenza Huff, Tarquini, Priaulx e nel finale pure Bjork, replicando il quarto posto firmato già in Gara 2.

Tarquini ha poi superato Priaulx balzando sesto, mentre Huff ha chiuso ogni porta a Michelisz, a sua volta incalzato dall'Audi RS 3 LMS di Jean-Karl Vernay (Leopard Racing Team WRT).

Il colpo di scena finale si è materializzato con l'uscita della wildcard Ruichiro Tomita, insabbiatosi con l'Audi RS 3 LMS del Team Hitotsuyama. La Safety Car è dovuta tornare in pista proprio all'ultimo giro, ma qui in KCMG hanno commesso un errore di comunicazione via radio e Monteiro, anziché tagliare il traguardo dietro alla Audi R8 di sicurezza, ha imboccato la pit-lane, per cui Ceccon ne ha approfittato per sfilargli il terzo posto.

Kristoffersson vince così davanti a Guerrieri e al bergamasco, tornato in Top3 con l'Alfa Romeo, mentre Monteiro viene classificato quarto davanti a Bjork, Tarquini, Priaulx, Huff, Michelisz e Vernay.

A punti vanno anche Benjamin Leuchter con la terza Volkswagen SLR, Frédéric Vervisch sull'Audi della Comtoyou Racing, Néstor Girolami al volante dell'altra Honda della Munnich Motorsport e la Lynk & Co 03 di Yvan Muller, che beneficia di una penalità di 5" inflitta ad Attila Tassi (schieratosi fuori posizione al via) per rientrare in Top15.

In campionato piloti, Guerrieri si riprende il primato salendo a 288 punti, con Michelisz a 281 e Bjork che riguadagna il terzo posto a 243 scavalcando Muller, che ha 238 punti.

Michelisz è di nuovo in testa con 274 punti, seguito da Guerrieri a 268 e Muller a 237, con Bjork che si rifà vivo salendo a quota 232.

Cla   # Pilota Telaio Giri Tempo Gap Distacco km/h Ritirato Punti
1   14 Sweden Johan Kristoffersson Volkswagen 30 30'07.581     149.7   25
2   86 Argentina Esteban Guerrieri Honda 30 30'10.651 03.070 03.070 148.1   20
3   31 Italy Kevin Ceccon Alfa Romeo 30 30'15.167 07.586 04.516 147.1   16
4   18 Portugal Tiago Monteiro Honda 30 30'17.975 10.394 02.808 148.6   13
5   11 Sweden Thed Björk Lynk & Co 30 30'18.644 11.063 00.669 147.7   11
6   1 Italy Gabriele Tarquini Hyundai 30 30'19.296 11.715 00.652 147.6   10
7   111 Guernsey Andy Priaulx Lynk & Co 30 30'20.126 12.545 00.830 147.2   9
8   12 United Kingdom Robert Peter Huff Volkswagen 30 30'20.685 13.104 00.559 147.3   8
9   5 Hungary Norbert Michelisz Hyundai 30 30'21.445 13.864 00.760 146.8   7
10   69 France Jean-Karl Vernay Audi 30 30'22.419 14.838 00.974 147.2   6
11   88 Netherlands Nick Catsburg Hyundai 30 30'25.921 18.340 03.502 147.9   5
12   33 Germany Benjamin Leuchter Volkswagen 30 30'26.523 18.942 00.602 147.6   4
13   22 Belgium Frédéric Vervisch Audi 30 30'26.833 19.252 00.310 147.8   3
14   29 Argentina Néstor Girolami Honda 30 30'27.351 19.770 00.518 146.3   2
15   100 France Yvan Muller Lynk & Co 30 30'27.533 19.952 00.182 147.8   1
16   8 Brazil Augusto Farfus Hyundai 30 30'28.649 21.068 01.116 148.4    
17   68 France Yann Ehrlacher Lynk & Co 30 30'29.393 21.812 00.744 147.5    
18   9 Hungary Attila Tassi Honda 30 30'29.668 22.087 00.275 146.6    
19   21 France Aurélien Panis CUPRA 30 30'31.057 23.476 01.389 147.9    
20   96 Spain Mikel Azcona CUPRA 30 30'31.582 24.001 00.525 147.9    
21   52 United Kingdom Gordon Shedden Audi 30 30'35.250 27.669 03.668 146.5    
22   19 Jim Ka To   30 30'48.542 40.961 13.292 145.9    
  dnf 7 Japan Ryuichiro Tomita Audi 27 27'33.556 3 Laps 3 Laps 148.2 Ritirato  
  dnf 37 Sweden Daniel Haglöf CUPRA 26 26'48.133 4 Laps 1 Lap 146.5 Ritirato  
  dnf 10 Netherlands Niels Langeveld Audi 24 24'54.294 6 Laps 2 Laps 148.9 Ritirato  
  dnf 55 China Ma Qing Hua Alfa Romeo 11 12'56.611 19 Laps 13 Laps 142.7 Ritirato  
  dnf 25 Morocco Mehdi Bennani Volkswagen 1 01'12.343 29 Laps 10 Laps   Ritirato  
  dnf 77 Ritomo Miyata Audi 0 30 laps       Ritirato  
  dnf 50 Netherlands Tom Coronel CUPRA 0 30 laps       Ritirato  
Prossimo Articolo
Michelisz vince di prepotenza Gara 2 e torna al comando del WTCR

Articolo precedente

Michelisz vince di prepotenza Gara 2 e torna al comando del WTCR

Prossimo Articolo

Ceccon penalizzato, Alfa Romeo giù dal podio del WTCR a Suzuka

Ceccon penalizzato, Alfa Romeo giù dal podio del WTCR a Suzuka
Carica commenti