Ribeiro: "Con Volvo aumenta il livello del campionato"

Il boss di Eurosport è soddisfatto dell'ingresso degli svedesi, ma dice anche che c'è qualcun altro interessato...

François Ribeiro, Capo di Eurosport Events, ha parlato della decisione di Volvo di partecipare alla prossima stagione del WTCC con il team Polestar Cyan Racing, avendo siglato un accordo pluriennale.

Cosa significa per il WTCC l'ingresso della Polestar Cyan Racing?
"E' ottimo per il WTCC, per i fan della Volvo in tutto il mondo, per la FIA e per Eurosport Events. Significa che avremo cinque costruttori nella serie a partire dal prossimo anno, il che è un valore aggiunto per il campionato perché avrà un nuovo marchio di grande tradizione motoristica, il quale vorrà mettersi in mostra con tecnologie e risultati attraverso il suo team, la Polestar. L'introduzione dei regolamenti TC1 da parte della FIA, e l'ingresso della Citroën, hanno aumentato il livello tecnico-sportivo del WTCC. La novità non ha spaventato nessuno, anzi, abbiamo avuto marchi come LADA e Honda ben contenti di buttarsi a capofitto in questa nuova avventura dalle grandi performance. Ora anche Volvo ha deciso di affrontare la nuova sfida del WTCC costruendo una nuova TC1, utilizzando il modello S60. Si mettono alla prova in una serie molto competitiva e di alto livello, e il WTCC avrà un tocco in più di blu-ciano, il colore tipico delle Volvo."

Come avete fatto a convincere la Polestar a prendersi un impegno pluriennale nel WTCC?
"Il primo contatto con Volvo avvenne nel 2011, quando la Polestar schierò la C30 per valutare un futuro impegno nel WTCC. Le norme precedenti non consentivano la partecipazione del modello S60, ma appena arrivate le regole TC1 da parte della FIA, la Polestar si è subito interessata presenziando alle riunioni tecniche con gli altri costruttori. So che erano molto interessati, ma all'epoca era un team privato. Abbiamo pazientemente atteso che Volvo e Polestar si unissero per capire anche gli sviluppi del WTCC, incluse regole nuove, mercati e calendari."

La Polestar ha posto qualche condizione per entrare?
"C'è una commissione FIA Touring Car con un gruppo di lavoro tecnico-sportivo. Quando ti iscrivi al campionato devi passare da loro, non puoi pretendere di cambiare qualcosa che già c'è, devi attenerti e adattarti alle regole."

Se la Polestar non fosse entrata pensi che ci sarebbe stato il rischio di perdere alcuni dei costruttori già presenti?
"Avere nuovi costruttori è una sfida durissima per un Campionato Mondiale FIA e nessuno potrà mai garantire quello che sarà il loro lavoro. Tutti i costruttori del WTCC hanno accolto positivamente l'ingresso di Volvo-Polestar, il livello tecnico del campionato cresce. E' un'altra novità che certamente aumenterà l'appeal della serie. Se non ti piace la competizione, allora stai lontano dal motorsport."

Recentemente avete annunciato il nuovo "MAC3" per il 2016, specificando che ci saranno tre vetture per squadra. Come farà la Polestar, che ha detto di schierare due sole auto?
"La Polestar Cyan Racing potrà partecipare al "MAC3" quando iscriveranno una terza vettura. E' solo una questione di tempo, al momento perderanno l'occasione per prendere punti con il "MAC3", ma dubito che aspetteranno molto prima di avere un'altra macchina perché certamente vorranno lottare per il Mondiale Costruttori contro i loro avversari."

Cosa ti aspetti dalla Polestar per il 2016?
"Avere un buon design, telaio, motore e sviluppo è un'ottima cosa per il team, ma non significa raggiungere buone performance subito. La Polestar Cyan Racing avrà molto da lavorare e imparare per battere gli altri costruttori del WTCC. So che vorrebbero riportare in Svezia il Titolo e penso che ce la faranno un giorno. L'impegno non mancherà, anche perché il WTCC è un'ottima vetrina per il mercato mondiale dell'auto. Per esempio, AMG è diventato un marchio di tutto rispetto non solo per meriti sportivi, ma anche attraverso il marketing."

C'è qualche altro costruttore in procinto di entrare nel WTCC?
"Non possiamo dire con chi stiamo parlando, ma certamente ci sono situazioni aperte anche con altre Case."

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Articolo di tipo Intervista