Monteiro: "Benedetta bandiera rossa, siamo cresciuti"

Il portoghese festeggia il terzo successo dell'anno grazie all'interruzione e ad una Civic molto migliorata.

Terzo successo del 2015 per Tiago Monteiro, che in Gara 2 del WTCC a Buriram ha fatto la lepre fin dal via, sfruttando anche l'interruzione anticipata per il buio.

Sì, perché se si fosse continuato probabilmente ora il potoghese sarebbe a raccontare un secondo posto, data l'incredibile rimonta che stava compiendo Loeb.

Il pilota della Honda, però, ringrazia la bandiera rossa e sottolinea che la sua Civic è molto migliorata.

"In Gara 2 sono partito bene al fianco di Michelisz, ho provato a superarlo perché in alcuni punti ero più veloce e alla curva 3 ce l'ho fatta. Dopo ho provato a guadagnare il più possibile sulle Citroën, ho spinto come in Qualifica perché 2 o 3 secondi non sarebbero certamente stati abbastanza. L'auto è stata perfetta per tutto il weekend e io ho fatto pochissimi errori."

Poi c'è stata la bandiera rossa, vera manna dal cielo: "Loeb era più veloce di me di 3 decimi al giro e temevo che l'ultimo giro sarebbe stata dura tenerselo dietro. Ero pronto, ho provato a preservare le gomme per il finale, ma alla fine il buio mi ha salvato e penso sia stato giusto interrompere la gara perché non si sa mai cosa può accadere in questi casi. E' il mio terzo successo dell'anno e mi prendo con grande soddisfazione questi 25 punti. Siamo ottimisti, abbiamo visto che il passo è migliorato, anche se ancora non è abbastanza. Dobbiamo continuare a lavorare ed è ciò che faremo fino alla fine."

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Buriram
Circuito Chang International Circuit
Piloti Tiago Monteiro
Articolo di tipo Commento