Michelisz: "Una pole inattesa, sono molto motivato!"

L'ungherese ha centrato un grande risultato a Motegi grazie ad una Honda aggiornata e domani promette spettacolo.

Prima sua Pole Position dell'anno e prima volta che un pilota del Trofeo Yokohama scatta davanti a tutti in Gara 1. Norbert Michelisz oggi ha dato spettacolo, regalando anche un sorrisone alla Honda nelle Qualifiche del WTCC a Motegi. L'ungherese della Zengő Motorsport è tanto sorpreso quanto raggiante.

Complimenti per questa emozionante sessione di Qualifica; vedevamo già ancora le Citroën davanti, invece hai conquistato la tua prima Pole del 2015 e sei stato il più rapido fra i concorrenti privati. Come ti senti?
“A questo punto sono state le tre settimane più belle della mia vita, fra matrimonio e Pole Position. Più volte ho detto che volevo vincere Gara 2, ma ora ho la possibilità di essere davanti fin dalla prima curva del primo round. Non pensavo che gli aggiornamenti funzionassero così bene, il team ha fatto un lavoro fantastico. Penso che senza i miglioramenti non sarei stato in grado di fare questo grande giro e godermi questa incredibile giornata. Spero che anche domani sia così.”

E’ la gara di casa della Honda, il che aumenta di più il significato del tuo risultato; ci puoi spiegare cosa avete cambiato nella vettura?
“Sapevamo fin dall’inizio dove bisognava intervenire, quindi in estate è stato svolto un intenso programma di test dal team ufficiale, io ho partecipato ad una giornata. Non posso rivelarne i dettagli, capitemi, ma nel motorsport la cosa più importante è capire dove migliorare e come sfruttare i punti di forza. Abbiamo scoperto diverse aree sulle quali intervenire, spero che questo sia il primo passo verso la direzione giusta, cercheremo di crescere ancora.”

Hai ottenuto la Pole Position con la Honda in Giappone, quindi hai una motivo in più per provare a vincere domani…
“Penso che questo weekend sia molto simile a quello di Suzuka di tre anni fa. Mi ricordo la grande pressione che c’era. Lo stesso accade in Ungheria, qui essendo in casa Honda siamo messi allo stesso livello, quindi dobbiamo sfruttarla in modo positivo. So che è importante per tutte le persone che lavorano in Honda, avere una Civic davanti è motivo di grande orgoglio e io cercherò di dare il massimo. In Q3 ho corso dei rischi perché sapevo che sarebbe stata dura abbassare il mio tempo della Q2, ma sono poche le possibilità che ho avuto di lottare per la pole position in questi anni e ho dato veramente tutto. Domani farò lo stesso. Nel 2015 ho vinto una gara e concluso a podio altre volte; chiaramente un trionfo non può essere paragonato al resto, ma credo sia alla nostra portata.”

Recentemente c’è stata una inondazione dovuta ad un tifone; hai un messaggio per la gente del posto?
“Dobbiamo ricordarci sempre che noi siamo dei privilegiati. I nostri piccoli problemi sono nulla in confronto a certi episodi che si verificano nel mondo, quindi vorrei far sentire la mia vicinanza alla gente colpita dalla inondazione, tutti i membri del WTCC sono con loro. Spero che la situazione migliori al più presto e auguro a tutti il meglio.”

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Motegi
Circuito Twin Ring Motegi
Piloti Norbert Michelisz
Articolo di tipo Intervista