Ma Qing Hua: "In Citroën è sempre lotta serrata"

Il cinese guarda con fiducia alle gare di Shanghai: dovrà stringere i denti per battere López, Loeb e Muller.

Il cinese Ma Qing Hua (Citroën Total WTCC) è uno dei migliori piloti del WTCC 2015 e a Shanghai, teatro delle gare della Cina, il 27enne vuole fare bene davanti ai suoi tifosi.

Il WTCC torna a Shanghai, casa tua; quanto è speciale questo weekend per te?
"Molto perché siamo a casa mia su una pista che amo. Lo scorso anno a Shanghai sono andato bene, ho concluso 2° in Gara 1 e 5° in Gara 2 davanti ad un sacco di spettatori. Spero di vedere ancora le tribune gremite e tante trasmissioni in TV. Voglio proprio divertirmi."

Lo Shanghai International Circuit com'è dal punto di vista di un pilota?
"Ci sono tanti punti per sorpassare e questo è ottimo. Il lungo rettilineo si alterna con curve molto tecniche, alcune veloci e altre lente. Dal punto di vista tecnico bisogna valutare bene che set-up adottare."

È facile imparare la pista?
"Non tanto, specialmente le curve 1-3 perché ogni pilota sceglie una traiettoria diversa. La curva 13 è altrettanto difficile da affrontare, molto dipende dalle condizioni della pista."

Cose positive di Shanghai come città?
"È grande ed è sempre bello andarci, ma in particolar modo quando c'è il WTCC. L'anno scorso abbiamo fatto un sacco di cose come cucinare gli gnocchi e correre sui kart. Era la prima volta che entravo in un ristorante per preparare da mangiare, ma è stata una esperienza molto bella! La gara di kart ha attirato un sacco di fan, noi ci siamo rilassati e divertiti con gli altri piloti del WTCC. A Shanghai ci sono tanti circuiti di kart, ma questo è in una posizione bella perché siamo nel centro della città e può essere raggiunto da tanta gente."

In Portogallo hai vinto la tua prima gara del 2015; come ti sei sentito?
"L'obiettivo era partire davanti in Gara 2, siamo stati bravi ad avere un buon passo dopo essere scattati bene. E' stato bellissimo tornare sul podio da vincitore. Mi sono concentrato molto nell'evitare errori e restare in pista perché su un tracciato cittadino può succedere di tutto. C'erano punti con dello sporco e ho cercato di evitarli per non finire fuori. Quando all'ultimo giro il mio ingegnere mi ha comunicato che la gara era finita, sono stato felicissimo."

Quanto è importante la vittoria di un cinese per il motorsport?
"È stato bello sentire l'inno cinese suonare in un evento internazionale di livello mondiale. Sono stato contentissimo per il mio paese, è stata una bella notizia per la Cina dei motori."

Anche per te, visto che eri l'unico pilota Citroën a non essere riuscito ancora a vincere nel 2015...
"Nel team tutti vogliono vincere, specialmente quest'anno che siamo tutti vicinissimi e lottiamo sul filo dei decimi. Non è facile, soprattutto per me che ho poca esperienza rispetto ai miei compagni di squadra. Mi impegno al massimo per scoprire i segreti di auto e piste, debbo colmare il divario sempre."

Lati positivi di José María López, Sébastien Loeb e Yvan Muller?
"Sono ottimi insegnanti, da loro ho imparato tanto, ma c'è sempre competizione fra noi. L'anno scorso non lottavamo per il campionato, mentre quest'anno sì, ma restiamo comunque compagni di squadra."

Sei contento di correre con la Citroën Total nel WTCC?
"Molto, per la mia carriera è importante poter fare una intera stagione in un Mondiale FIA perché posso mettermi alla prova. Nelle cinque gare del 2014 ho imparato tante cose sull'auto e la squadra, quest'anno debbo mettere tutto assieme per ottenere il massimo."

Quanto è difficile passare da una monoposto ad una vettura turismo?
"Quando arrivai a metà del 2014 per me era tutto nuovo, auto, team, serie, quindi ho sofferto parecchio. Oggi sono più preparato e rilassato, posso pensare con più calma alla strategia e ai cambiamenti, mentre 12 mesi fa erano tutti più avanti e io dovevo rincorrere per recuperare, non è stato facile. Ora mi sento più a mio agio con la macchina e questo aiuta parecchio."

Quali sono i tuoi obiettivi per le gare che mancano?
"Ho più esperienza dello scorso anno e le cose saranno più semplici. Tutto è possibile, certamente vincere sarà dura perché la lotta in questo campionato è serratissima e siamo vicinissimi. Ho tre Campioni del Mondo in squadra, quindi sarà difficile batterli, ma io ho messo altri Km con l'auto alle mie spalle e debbo continuare a lavorare e combattere se voglio vincere. Darò comunque il meglio di me."

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Shanghai
Circuito Shanghai International Circuit
Piloti Ma Qing Hua
Articolo di tipo Intervista