Lopez: "Vorrei chiudere la partira iridata a Buriram"

condivisioni
commenti
Lopez: "Vorrei chiudere la partira iridata a Buriram"
Di:
30 ott 2015, 05:55

L'argentino può vincere in anticipo il secondo titolo mondiale piloti e spiega come si prepara alla gara thailandese

Jose Maria Lopez, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën Total WTCC
Jose Maria Lopez, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën World Touring Car team
Partenza: Jose Maria Lopez, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën Total WTCC leads
Jose Maria Lopez, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën World Touring Car team
Jose Maria Lopez, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën World Touring Car team
Jose Maria Lopez, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën World Touring Car team
Jose Maria Lopez, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën Total WTCC
Jose Maria Lopez, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën World Touring Car team
Jose Maria Lopez, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën World Touring Car team
Jose Maria Lopez, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën World Touring Car team
Jose Maria Lopez, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën Total WTCC
Partenza: Jose Maria Lopez, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën Total WTCC leads
Jose Maria Lopez, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën Total WTCC
Jose Maria Lopez, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën Total WTCC
Jose Maria Lopez, Citroën C-Elysée WTCC, Citroën Total WTCC

Amici di Omnicorse e Motorsport, un'altra lunga pausa sta per finire. L'ora di tornare a correre si avvicina sempre più e onestamente non vedo l'ora di ritrovare la mia Citroen C-Elysée e provare a mettere la parola fine a questo campionato. Alcuni di voi mi chiedono se questi lunghi lassi di tempo fra una gara e l'altra mi infastidiscono o se fanno calare la tensione. Io rispondo sempre che è così per tutti. Inoltre, il calendario è noto e quando uno lo studia sa che ci saranno questi intervalli e, quindi, ci si deve preparare ad affrontarli anche dal punto di vista mentale. Ovviamente se dipendesse da me salirei in macchina ogni fine settimana, ma le pause servono anche a ricaricarsi. Questo tempo io lo impiego allenandomi e ne sfrutto la lunghezza per preparare la gara che mi attende, curando al meglio tutti i dettagli. Parlo con i miei ingegneri a riguardo delle strategie da adottare, vado al simulatore e cerco di scoprire i segreti del tracciato se questo è inedito. In più posso concentrarmi di più sulla preparazione fisica. Questa volta ne ho anche approfittato per andare a vedere la partita giocata dai “Pumas”, la nazionale Argentina di Rugby, contro l'Irlanda.

BURIRAM, UN TRACCIATO MOLTO VELOCE
Adesso questa attesa sta finendo e la gara di Buriram è alle porte. Ho studiato la pista al simulatore e, per il momento non posso far altro che confermare le impressioni che vi ho detto l'ultima volta che ci siamo sentiti. Si tratta di un tracciato veloce, credo il più rapido dopo il Nurburgring come velocità media. Mi è piaciuto e l'ho trovato interessante. Ci sono un paio di curve che potrebbero fare la differenza ed una parte più lenta che potrebbe esaltare il sottosterzo. Ma queste sono impressioni che solo la realtà potrà o meno confermarci. Credo che la nostra C-Elysée si potrà trovare bene proprio perché i tracciati veloci ne esaltano i suoi punti di forza. Quel delicato equilibrio fra aerodinamica e motore. Però a essere onesti, quest'anno siamo andati bene su tutte le piste a prescindere dalla loro conformazione. Solo a Motegi non abbiamo fatto la pole, ma per il resto siamo stati sempre competitivi.

QUELLA THAILANDESE E’ UNA PISTA ADATTA A LOEB
In Thailandia mi aspetto che i nostri rivali siano ancora più vicini. In Citroen ce lo aspettiamo sempre. Questo ci dà la spinta per lavorare tantissimo e mantenere il nostro livello di competitività ai massimi livelli, riuscendo così a stare davanti. Tenere in massima considerazione i nostri avversari è un punto di forza. Come sempre i pericoli maggiori arriveranno dai miei compagni che sicuramente andranno bene. Ora è difficile dire chi di loro sarà il più pericoloso. Normalmente su questi tracciati Sébastien Loeb potrebbe emergere maggiormente rispetto a Yvan che invece è fortissimo sui tracciati più tecnici. Ma ricordiamoci che siamo su una pista nuova perciò le previsioni contano davvero poco e sono basate su esperienze e luoghi precedenti.

MI GIOCO IL PRIMO MATCH POINT MONDIALE
Buriram per me sarà il primo vero match-point. Vorrei davvero chiudere qui la partita iridata senza dover aspettare l'ultima gara perché non si sa mai. Facciamo corse in macchina e in questo sport le incognite e gli imprevisti sono dietro l'angolo. Se riesco a totalizzare gli stessi punti di Yvan è fatta. Dovrò restare concentrato per fare una buona qualifica e una bella prima gara. In gara due invece anche un risultato non ottimale potrebbe bastarmi. Sicuramente questa è una vigilia diversa dalle altre, perché mi rendo conto di essere vicino a realizzare qualcosa per il quale sto lavorando da tutto l'anno.

SARÀ UN FINE SETTIMANA DIVERSO DAGLI ALTRI
Non sto parlando di pressione, ma chiaramente non si può non notare che questo fine settimana ha un peso diverso dagli altri. La cosa che mi lascia abbastanza tranquillo è che fino ad ora ho corso bene ed ho acquisito un vantaggio che mi permette una certa tranquillità nell'approccio della corsa. Avessi avuto solamente dieci punti di distacco sarei stato sicuramente più agitato. Averne 75 quando in palio ce ne sono 110 è del tutto diverso. Dal canto mio farò di tutto per non commettere errori stupidi, evitando rischi inutili e cercando di restare fuori dai casini. Darò il 100% come sempre, ma so che oggi i rischi non sono necessari. Dire queste cose alla vigilia è un conto, ma saperlo fare in gara è un altro. Dall'abitacolo non si ha la stessa visione degli spettatori. È decisamente più difficile e bisogna restare lucidi per prendere le decisioni giuste quando il momento lo richiede. Farò di tutto affinché questo accada, il resto lo dirà la bandiera a scacchi. Ora più che mai ho bisogno di sentire il vostro supporto.

 

Prossimo Articolo
Tarquini VS Valente: le scintille proseguono!

Articolo precedente

Tarquini VS Valente: le scintille proseguono!

Prossimo Articolo

Buriram, Test: Michelisz e Lapierre precedono Loeb

Buriram, Test: Michelisz e Lapierre precedono Loeb
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WTCC
Evento Buriram
Location Chang International Circuit
Piloti Juan Manuel Lopez
Autore José Maria Lopez
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie