José María "Decimo" López conquista Gara 1 a Losail

Pechito eguaglia il proprio record di successi stagionali, Bennani e Valente lontanissimi. Loeb 4°, male le Honda

Il dominio assoluto in Qatar di José María López non si è fermato, con "Pechito" che si è portato a casa anche Gara 1 del WTCC andata in scena sul Losail International Circuit, dopo che era riuscito a conquistare la pole position.

L'argentino della Citroën eguaglia un altro record (dopo quello delle 7 partenze al palo in una stagione), centrando il decimo successo in una annata nella massima serie turismo.

Dietro di lui c'è il vuoto, con Mehdi Bennani (Citroën-SLR) che ha tagliato il traguardo ad oltre 7" distacco; il marocchino è vittorioso nel Trofeo Yokohama Piloti e ha sventolato contentissimo la bandiera del Marocco in Parco Chiuso.

Il podio è completato da Hugo Valente (Campos Racing), il migliore dei piloti Chevrolet, che ha resistito per tutta la gara al pressing della C-Elysée guidata da Sébastien Loeb. La battaglia in casa "Double Chevron" ha visto come protagonisti anche Ma Qing Hua e Yvan Muller, alla fine quinto e sesto rispettivamente dopo che il cinese ha dovuto chiudere ogni varco al francese.

Norbert Michelisz (Zengő Motorsport) termina ottavo con la sua Honda, seguito dalla Civic ufficiale di Tiago Monteiro (Team Castrol) e dalla LADA Vesta TC1 di Nicky Catsburg, il quale scattava dalla terza fila, ma che è stato risucchiato nel gruppo.

Un punto lo prende anche un grande Stefano D'Aste, autore di bei sorpassi con la Chevrolet RML Cruze TC1 preparata dalla ALL-INKL.COM Münnich Motorsport.

Dietro al genovese si classificano Nicolas Lapierre (LADA) e Tom Coronel (Cruze-ROAL Motorsport), con Rob Huff che porta la sua Vesta TC1 al traguardo in 13a posizione davanti alle Cruze di Tom Chilton e John Filippi.

Gara da dimenticare per Gabriele Tarquini (Honda), finito in testacoda al via; l'abruzzese è 16°. L'idolo locale Nasser Al-Attiyah (Cruze-Campos) riesce a portare a termina la gara, ma è ultimo.

IL FILM DELLA GARA

Si spengono i semafori e scattano molto bene tutte le Citroën ufficiali, mentre Bennani deve guardarsi dall'attacco di Loeb. Buono spunto anche di Michelisz, che però viene infilato da Ma e Muller, così come Catsburg, il quale preferisce una traiettoria esterna alla curva 1, spalancando la porta agli avversari.

Bellissima partenza anche per Lapierre, mentre Tarquini finisce in testacoda nella via di fuga della prima curva, ripartendo in fondo al gruppo. Battaglia fra Loeb e Valente, con Bennani che ne approfitta per riprendersi la seconda posizione, mentre l'ex rallista si accoda alla Cruze del francese in quarta piazza. Scintille fra Ma e Muller per il quinto posto, mentre dietro a loro si forma un gruppetto composto da Michelisz, Catsburg e Monteiro.

Subito due giri record in fila per López, mentre nelle retrovie c'è da segnalare la bella rimonta di D'Aste, capace di mettersi alle spalle in sequenza Huff, Lapierre e Coronel, conquistado la decima piazza.

A metà gara il solco scavato da "Pechito" è ormai di 3"; il gruppo inizia a sgranarsi, fatta eccezione per Ma-Muller e Catsburg-Monteiro-D'Aste. Intanto Tarquini supera Al-Attiyah ed è 17°.

Sportellate fra Chilton e Huff per la 13a piazza, ma il pilota della LADA mantiene la posizione e comincia a guadagnare qualcosina sul rivale della ROAL. Davanti ai due britannici inizia a perdere terreno Coronel.

Le posizioni non cambiano e López può festeggiare così il suo decimo successo stagionale, eguagliando il record di vittoria per un pilota della serie stabilito proprio da lui un anno fa.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Losail
Circuito Losail International Circuit
Piloti José María López , Mehdi Bennani , Hugo Valente
Articolo di tipo Gara