Huff: "Non abbiamo vinto, ma siamo cresciuti"

Il britannico della LADA venerdì farà la sua 249a gara nel Mondiale in una stagione che ritiene positiva

Al via di Gara 2 del WTCC di venerdì sera, Rob Huff taglierà il traguardo delle 249 partenze nel Mondiale Turismo. Un onore e un orgoglio personale per il britannico, che in questa sua seconda stagione con la LADA ha mostrato ottime cose, nonostante la nuova Vesta TC1 debba ancora crescere parecchio e non sia mai risultata vittoriosa.

"Diciamo che mi sento un po' vecchio a vedere questo numero nel mio palmares! - ha detto con un bel sorrisone "Huffy" - Sono undici anni che corro in questa serie, ormai faccio parte di essa a tutti gli effetti. Sento ancora l'adrenalina scorrere nelle mie vene ogni volta che mi metto il casco, non solo quando vinco. Ho visto il video dei test di Nasser Al-Attyah, se osservate i suoi occhi è proprio ciò che dimostra quanto un pilota senta il suo ruolo. Ogni anno il WTCC introduce novità bellissime e anche nell'ultima gara c'è comunque qualcosa di nuovo. Non ho mai corso di notte nel turismo, non vedo l'ora di partire."

Quello che è mancato fino ad ora ad Huff è stata la vittoria: "Vincere è sempre bellissimo, ma se guardiamo ai risultati ottenuti un anno fa con la LADA, nel 2015 siamo andati più veloci e siamo cresciuti molto di più, quindi è già un successo questo. Nel 2014 abbiamo avuto tre occasioni per vincere grazie alla griglia invertita di Gara 2, in Argentina siamo arrivati secondi, mentre a Macao e Pechino è stato trionfo. Certo, dispiace non essere riusciti a salire sul gradino più alto del podio, però come LADA Sport abbiamo fatto enormi passi avanti sia come team che con la vettura. Avere compagni di squadra diversi in questa stagione ovviamente ha rallentato un po' il lavoro, però penso che sia stato fatto tanto. Anche se il campionato lo ha già vinto López credo che ci divertiremo anche in quest'ultimo appuntamento."

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Losail
Circuito Losail International Circuit
Piloti Rob Huff
Articolo di tipo Curiosità