Ribeiro: "Il MAC3 funziona, ma pensavano fossi ubriaco..."

François Ribeiro, capo di Eurosport Events, è rimasto molto soddisfatto della prova a cronometro per le squadre, anche se la sua proposta non aveva avuto molto successo all'inizio.

Il nuovo MAC3, la prova a cronometro per le squadre ufficiali del WTCC, ha debuttato sabato dopo le qualifiche del Paul Ricard.

François Ribeiro, capo di Eurosport Events, si è detto molto contento di come si è svolta questa prima prova, ancora alle prime battute, ma con ottimi margini di crescita per il futuro.

"Sono felice perché quando proposi questa novità nel maggio scorso nessuno mi prese sul serio, anzi... pensavano fossi ubriaco!", ha detto il manager francese a motorsport.com

"Ho lavorato molto con il mio staff e la FIA per introdurlo, ma non volevamo fare cose che andassero contro gli interessi dello spettacolo e dello sport, come sta accadendo in F1".

Lo scetticismo iniziale era comunque prevedibile: "Ho controllato sui social media, ma la metà della gente non ne voleva sapere; il problema è che il concetto è basato sul ciclismo e se uno non lo segue, chiaramente farà fatica ad immaginarsi come potrà funzionare. Oggi la genete ha capito".

Dovesse fuzionare e piacere, il MAC3 potrebbe diventare una fase importante dei weekend di gara per l'assegnazione dei punti costruttori.

"La mia idea iniziale era di assegnare 25 punti, ma come primo anno la FIA ha deciso di stare un po' più risicata per non rischiare di stravolgere le classifiche, non sapendo se il format avrebbe funzionato. Per i punteggi dell'anno prossimo se ne potrà parlare anche coi costruttori, vedremo".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Paul Ricard
Circuito Circuit Paul Ricard
Articolo di tipo Intervista