Murdzevski: "La terza Volvo arriverà nel 2017"

condivisioni
commenti
Murdzevski:
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
06 mar 2016, 14:32

Alexander Murdzevski, team principal della Polestar Cyan Racing, ha spiegato quali sono gli obiettivi della Volvo in questo suo impegno nel Mondiale.

Alexander Murdzevski è molto motivato per il debutto delle sue Volvo S60 TC1 nel WTCC 2016.

Il team principal della Polestar Cyan Racing, che per la prima volta ha potuto vedere Thed Björk e Fredrik Ekblom in azione a Vallelunga contro gli altri avversari, ha subito detto chiaro e tondo che l'obiettivo della casa svedese è vincere.

Un po' come fa Mercedes tramite AMG, anche Volvo si affida al suo marchio sportivo, la Polestar, per essere protagonista nel mondo delle corse. E quest'anno la scelta è ricaduta sul WTCC.

"Abbiamo pensato a quale categoria tursimo partecipare: nel DTM avevamo già vinto nel 1985 con la 240, periodo dei motori turbo, quindi il WTCC rappresentava la sfida giusta ed è per questo che siamo qui - ha spiegato Murdzevski - Si tratta di un Mondiale e hai la giusta visibilità. In Svezia e Australia siamo in azione in campionati fantastici, ma non sono sufficienti per avere visibilità anche in altri paesi come gli Stati Uniti".

"Si deve anche ragionare in termini di mercato e comunicazione, dunque puntare al titolo nel WTCC è stata la scelta più logica. D'altra parte, in questa serie si utilizzano i motori turbo che sono il marchio di fabbrica di Polestar per Volvo Car Group. Vedremo al Paul Ricard come saremo messi in termini di prestazioni".

Le ambizioni all'interno della squadra non mancano, come spesso sottolineato dai piloti Björk ed Ekblom: "Una volta approvato il budget per lo sviluppo penso che saremo in grando di competere per le posizioni di vertice. Thed e Fredrik sono consapevoli del lavoro che dovranno svolgere, ma la nostra Casa ha puntato sul WTCC proprio per vincere".

"Fin dalla prima gara scenderemo in pista con la voglia di stare davanti e lottare coi migliori. Il primo anno servirà soprattutto per imparare, anche se da 30 anni facciamo auto turismo e penso che saremo in grado di essere veloci in pochissimo tempo. Successivamente penseremo alla terza vettura per il MAC3".

E questo è il punto cruciale che tutti gli appassionati vogliono affrontare, ovvero capire quando scenderà in pista la terza S60 TC1: "Sicuramente nel 2017, questo è ciò che dobbiamo fare se vogliamo diventare Campioni del Mondo. Arrivare secondi o quinti non ci interessa. Nel primo anno magari non si vincerà, però puoi concentrarti su come fare i tuoi investimenti per il futuro, magari pensando anche a squadre clienti. L'obiettivo è crescere velocemente quest'anno e poi essere in lotta per il titolo nel prossimo".

Prossimo articolo WTCC
Filippi: "Posso concentrarmi su me stesso"

Articolo precedente

Filippi: "Posso concentrarmi su me stesso"

Prossimo Articolo

Björk: "Dobbiamo trovare il limite della Volvo per essere forti"

Björk: "Dobbiamo trovare il limite della Volvo per essere forti"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WTCC
Team Polestar Cyan Racing
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Intervista