Muller: "Il 2016 anno nero, al futuro penserò ad ottobre"

condivisioni
commenti
Muller:
Francesco Corghi
Di: Francesco Corghi
17 ago 2016, 15:23

Yvan Muller sta affrontando la sua stagione più dura da quando è nel WTCC, ma in questa intervista esclusiva per motorsport.com fa varie analisi e anche il punto della situazione per il 2017.

Il 2016 di Yvan Muller può essere considerata la stagione più nera per il pilota della Citroën da quando corre nel WTCC.

L'alsaziano ancora non è riuscito a vincere una gara e in una intervista esclusiva per motorsport.com ha ammesso che mai aveva dovuto fare i conti con così tanti... magoni in carriera.

Fra l'altro Muller a fine anno si ritroverà disoccupato di lusso, visto l'abbandono della Casa francese, per cui ci sarebbe anche da pensare a questo problemino. Che però verrà affrontato a tempo debito.

Il 2016 è stato molto negativo...
"Da quando corro nel WTCC questa è la mia peggiore stagione. Non avevo mai messo insieme tanti ritiri e risultati così negativi, ma fa parte del gioco, le gare sono così".

Chiudi l'avventura in Citroën male, quindi...
"Ovviamente avrei preferito terminare la mia avventura con la Citroën vincendo il titolo, ma nella vita non sempre le cose vanno come vorresti. Non ne faccio un dramma, semplicemente è andata male, tutto qui".

Pensi che López sia stato l'avversario più duro da battere?
"Non so dirtelo, ma senz'altro è uno di quelli più forti che abbia mai incontrato. Ma i periodi non sono paragonabili perché tre anni fa ero più forte di oggi e sei anni fa lo ero più di tre anni fa. Per questo non so dirti se "Pechito" sia stato il peggiore da battere, sicuramente fa parte di quelli".

L'anno prossimo ripiegherai su una squadra privata?
"Non penso, quando per 10 anni lavori per team ufficiali è molto complicato fare un passo indietro e approdare ad una squadra privata. Penso sia quasi impossibile. Poi tutto è possibile, sia chiaro, ma non è propriamente quello che cerco".

Quindi cosa farai?
"Ci sono dialoghi perché altri costruttori entrino nel WTCC, così come la possibilità di andare in altre serie. Prima di ottobre, però, non voglio pensarci. Alla mia età so come, quanto e quando preoccuparmi del mio futuro".

Dichiarazioni raccolte da Federico Faturos

Prossimo articolo WTCC
Schedvin: "La Volvo è potente, vorrei puntare al titolo dal 2018!"

Articolo precedente

Schedvin: "La Volvo è potente, vorrei puntare al titolo dal 2018!"

Prossimo Articolo

Matton: "Il WTCC ha finito la promozione del marchio Citroën, ma López ci mancherà"

Matton: "Il WTCC ha finito la promozione del marchio Citroën, ma López ci mancherà"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WTCC
Piloti Yvan Muller
Team Citroën World Touring Car Team
Autore Francesco Corghi
Tipo di articolo Intervista