Monza, Libere 2: Björk e Girolami portano in alto le Volvo

Bella prova delle S60 Polestar nella seconda sessione, seguite dalle Honda di Michelisz e Monteiro. Si risveglia Chilton, ancora in difficoltà Huff, bene Ehrlacher, soffrono le Chevrolet.

Monza, Libere 2: Björk e Girolami portano in alto le Volvo
Norbert Michelisz, Castrol Honda World Touring Car Team
Nestor Girolami, Polestar Cyan Racing
John Filippi, Sebastien Loeb Racing
Esteban Guerrieri, Campos Racing
Rob Huff, ALL-INKL.com Munnich Motorsport
Esteban Guerrieri, Campos Racing
Tom Coronel, ROAL Motorsport
John Filippi, Sebastien Loeb Racing
Tiago Monteiro, Castrol Honda World Touring Car Team
Tom Coronel, ROAL Motorsport

L'aumento della temperatura a Monza sembra aver fatto bene alle Volvo S60 TC1 ufficiali, che nella seconda sessione di prove libere hanno concluso con i migliori tempi in classifica.

Thed Björk è stato il più veloce dei piloti targati Polestar Cyan Racing, con lo svedese che ferma il cronometro sull'1'53"160 che gli consente di precedere il compagno di squadra Néstor Girolami di 0"251.

Le Honda Civic WTCC ufficiali di Norbert Michelisz e Tiago Monteiro concludono al terzo e quarto posto con mezzo secondo di ritardo dalla vetta, mentre Tom Chilton porta la sua Citroën C-Elysée WTCC in Top5; il pilota della Sébastien Loeb Racing è anche il più veloce del WTCC Trophy.

Sesto tempo per la Volvo di Nicky Catsburg, che si mette alle spalle la Citroën C-Elysée WTCC di Rob Huff (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport) e la LADA Vesta TC1 di un ottimo Yann Ehrlacher (RC Motorsport), con il francese che continua a confermarsi molto veloce nonostante sia incappato in una foratura all'anteriore sinistra sul finire della sessione.

Ryo Michigami è nono con la sua Honda, seguito a ruota dalla Chevrolet RML Cruze TC1 di Tom Coronel (ROAL Motorsport).

Ancora fuori dalla Top10 i ragazzi della Zengő Motorsport: le Honda di Aurélien Panis e Dániel Nagy sono undicesima e quindicesima.

Fra loro troviamo le Citroën C-Elysée WTCC della Sébastien Loeb Racing guidate da John Filippi e Mehdi Bennani, e la Chevrolet di Esteban Guerrieri (Campos Racing). Bennani è anche finito in testacoda alla "Roggia".

Lontano Kevin Gleason (RC Motorsport), al debutto con la LADA Vesta TC1: lo statunitense accusa un ritardo di 3"632.

 

PosDriverCarTimeGap
1 sweden Thed Bjork  Volvo 1m53.160s  
2 argentina Nestor Girolami  Volvo 1m53.411s 0.251
3 hungary Norbert Michelisz  Honda 1m53.663s 0.503
4 portugal Tiago Monteiro  Honda 1m53.711s 0.551
5 united_kingdom Tom Chilton  Citroën 1m53.859s 0.699
6 netherlands Nicky Catsburg  Volvo 1m54.122s 0.962
7 united_kingdom Rob Huff  Citroën 1m54.216s 1.056
8 france Yann Ehrlacher  LADA 1m54.291s 1.131
9 japan Ryo Michigami  Honda 1m54.384s 1.224
10 netherlands Tom Coronel  Chevrolet 1m54.549s 1.389
11 france Aurelien Panis  Honda 1m54.634s 1.474
12 france John Filippi  Citroën 1m54.744s 1.584
13 morocco Mehdi Bennani  Citroën 1m54.897s 1.737
14 argentina Esteban Guerrieri  Chevrolet 1m55.441s 2.281
15 hungary Daniel Nagy  Honda 1m56.592s 3.432
16 united_states Kevin Gleason  LADA 1m56.792s 3.632

 

condivisioni
commenti
Monza, Libere 1: Monteiro primo con brivido
Articolo precedente

Monza, Libere 1: Monteiro primo con brivido

Prossimo Articolo

A Monza arriva la prima pole position della Volvo con Björk

A Monza arriva la prima pole position della Volvo con Björk
Carica commenti