Michelisz: "Nei test ho lavorato tantissimo e più dei miei compagni"

L'ungherese ha fatto il punto della situazione sullo sviluppo della Honda Civic TC1, ma resta cauto su possibili progressi e miglioramenti.

Terminati i primi test stagionali, Norbert Michelisz ha deciso di fare un interessante punto della situazione per quanto riguarda i lavori di sviluppo della Civic TC1 di casa Honda Racing.

L'ungherese, che da quest'anno correrà con il team ufficiale giapponese e JAS Motorsport, ha affidato le proprie riflessioni alle pagine del suo sito ufficiale, nelle quali ha spiegato come si sono svolti i lavori in questi primi 40 giorni di prove.

"Per ora siamo andati a provare sempre in Spagna e abbiamo coperto circa 3000km di test fra me, Rob Huff e Tiago Monteiro - ha detto Michelisz - Siamo stati quattro giorni a Jerez, tre a Valencia e uno a Barcellona, in tutto ho guidato per quattro giornate, il che vuol dire che dei piloti Honda sono stato quello più attivo e la cosa mi gratifica molto. E' un segno di fiducia nei miei confronti e debbo dire che mi sento uno del team al 100%, anche perché conosco già la Civic TC1".

Nonostante sia il più giovane dei tre, "Norbi" ha avuto le stesse possibilità di Monteiro ed Huff di guidare la Civic: "Mi ha sopreso molto notare che alla fine non ho guidato meno di Rob Huff, anzi. All'inizio pensavo che sarebbe toccato a lui portare più volte in pista l'auto, visto che è stato ingaggiato per contribuire allo sviluppo facendo affidamento alla sua esperienza. In Honda siamo trattati allo stesso modo, la squadra ha deciso di suddividere il lavoro equamente fra noi, quindi c'è stato un cambio di programma rispetto agli anni passati, quando Gabriele Tarquini svolgeva circa il 75% delle operazioni in pista, essendo il più esperto".

Come aveva rivelato alcune settimane fa Alessandro Mariani, il team principal della squadra italo-giapponese, la Civic TC1 ha subito modifiche importanti, per cui le novità da testare sarebbero state tantissime: "Il programma è molto intenso, abbiamo provato diverse novità cercando di raggiungere il massimo livello di prestazione. Ricordiamo che quest'anno dovranno essere presi in considerazione i jolly da utilizzare per lo sviluppo e le modifiche in corso di stagione saranno limitate. Era importante capire se gli elementi funzionavano bene, ma soprattutto abbiamo lavorato tantissimo sui set-up perché le condizioni ambientali e delle piste sulle quali abbiamo girato erano molto diverse rispetto a ciò con cui ci confronteremo durante l'anno. Ora abbiamo una serie di dati per fare raffronti e previsioni".

Nei test si tende subito a dare una occhiata ai tempi sul giro, ma Michelisz mette subito in guardia tutti facendo presente che i reali valori li si potranno vedere solo al via della stagione: "Partecipare ad una sessione di test è molto diverso che prendere parte ad un weekend di gara. Non hai pressioni e hai tutto il tempo per recuperare energie, ma soprattutto i tempi sul giro non sono più di tanto importanti perché il lavoro si differenzia sempre. A Jerez in pista con noi c'era anche la Citroën, ma fare confronti ora non ha senso perché ognuno svolge un programma tutto suo; anche i crono dei compagni di squadra non vengono presi in considerazione più di tanto proprio per i motivi che ho sopracitato".

"Per ora posso dire che la Civic è migliorata molto in percorrenza curva e accelerazione rispetto al modello precedente. Anche il motore è evoluto, ma sinceramente non so quanto abbia influito sulle prestazioni generali. Penso che i passi avanti si possano valutare considerando le varie aree sulle quali abbiamo cercato di migliorare. Inoltre non dimentichiamo che anche i pesi di compensazione potranno essere una variabile importante nel corso dell'anno, per cui valutare un progresso di alcuni decimi in una gara o in un test è relativamente importante".

Il lavoro non è affatto terminato e lo spostamento della prima gara (che si terrà l'1-3 aprile al Paul Ricard, in Francia) consentirà di proseguire lo sviluppo: "Quest'anno in Honda hanno deciso di investire molto nello sviluppo. Per ora sappiamo che ad inizio marzo verrà completata la carrozzeria, dunque faremo probabilmente uno shakedown per verificare che tutto sia in ordine. Un appuntamento importante saranno i test collettivi organizzati a Vallelunga. Poi vedremo, con lo spostamento della prima gara non è escluso che sia il tempo per fare un ulteriore test, ma al momento non lo so".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Piloti Norbert Michelisz
Team Honda Racing Team JAS
Articolo di tipo Intervista